Chioggia: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Chioggia ha origini antichissime. Qui si stabilirono gli Etruschi e in epoca romana la città era chiamata Clodia.
Il periodo più importante della sua storia fu quando Venezia sconfisse definitivamente Genova nella famosissima battaglia di Chioggia. Il paese si è poi trasformato in un tranquillo borgo di pescatori. Oggi, la zona di Sottomarina si è reinventata come moderna località balneare.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Chioggia

Cosa vedere a Chioggia: Luoghi d’interesse

La Cattedrale di Santa Maria Assunta

L’edificio attuale è stato edificato a partire dal XVIII secolo sui resti dell’antica chiesa che qui sorgeva da tempi molto più antichi, ma che fu distrutta da un incendio nel 1623.

L’aspetto della cattedrale si deve all’architetto Baldassare Longhena, al quale furono affidati i lavori di ricostruzione. Il campanile che affianca l’edificio è alto 64 metri. All’interno, dove è possibile ammirare importanti opere a carattere religioso, si conservano le reliquie di San felice e san Fortunato, patroni della città.

La visita alla cattedrale è possibile tutti i giorni dalle 7,30 alle 12,00 e dalle 15,30 alle 18,00.

La Chiesa di Sant’Andrea

La Chiesa di Sant’Andrea risale al XVIII secolo e ha una architettura tipicamente barocca. Gli interni sono arricchiti da importanti esempi di arte religiosa tra i quali spicca una crocifissione di Palma il Vecchio. Il campanile, noto come Torre di Sant’Andrea, è stato utilizzato anche per scopi militari ed è famoso perché al suo interno custodisce quello che viene ritenuto il più antico orologio del mondo ancora in funzione.

L’orologio, datato 1836, è il protagonista del museo “Torre dell’Orologio” in cui sono raccolti reperti e testimonianze anche sulla Chiesa di Sant’Andrea.

La Chiesa può essere visitata dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 12,00 e dalle 17,00 alle 19,30; il sabato e la domenica, solo dalle 17,00 alle 19,30.

La visita alla Torre e al Museo dell’Orologio è, invece, possibile solo di domenica dalle 10,30 alle 11,30 e dalle 16,30 alle 17,30. L’ingresso è gratuito.

La Chiesa di San Domenico

All’interno della Chiesa di San Domenico è custodito un Crocifisso di legno a cui gli abitanti di Chioggia sono molto legati e che è denominato “Cristo di San Domenico” o “Cristo dei pescatori”.

La leggenda narra che i pescatori della regione trovarono il crocifisso e contribuirono alla diffusione dell’immagine riproducendolo sulle vele e sulla prua, e distribuendolo agli abitanti di Chioggia riprodotto su frammenti di legno prelevati da naufragi.

La Chiesa di San Domenico si può visitare ogni giorno dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 17,30.

I musei di Chioggia

Oltre al già citato Museo dell’Orologio, ospitato all’interno della torre campanaria della Chiesa di sant’Andrea, a Chioggia è possibile visitare altri due importanti musei: il Museo Civico della Laguna Sud e il Museo di Zoologia dell’Adriatico.

Il Museo Civico della Laguna Sud, realizzato in un ex convento, raccoglie reperti che raccontano le diverse fasi storiche della laguna. Il museo è aperto ogni giorno (tranne il lunedì) con i seguenti orari: da martedì a mercoledì è prevista la sola apertura mattutina dalle 9,00 alle 13,00; da giovedì a domenica, è, invece, prevista anche l’apertura pomeridiana dalle 15,00 alle 19,00 durante il periodo invernale (dal 1° settembre all’11 giugno) e dalle 21,00 alle 23,00, durante il periodo estivo.

Il Museo di Zoologia dell’Adriatico Giuseppe Olivi, ospitato a Palazzo Grassi, raccoglie reperti sulla biodiversità del mare adriatico e della laguna.

Il museo è aperto tutti i giorni tranne il lunedì: da martedì a venerdì e la domenica, dalle 9,00 alle 12,45; sabato, dalle 15,00 alle 18,45.

Il costo del biglietto intero per ciascuno dei due musei è di 4,00 €; ridotto per gruppi superiori a 20 persone, 2,00 €. E’ possibile acquistare un biglietto combinato per visitare entrambi al costo di 5,00 €.

Cosa fare a Chioggia

Passeggiare per Corso del Popolo

Dalla cattedrale, parte la strada più importante di Chioggia, Corso del Popolo, viale di oltre 800 metri parzialmente pedonale che costituisce il cuore della città.

Bancarelle, chioschi, negozi, bar e ristoranti con tavoli all’aperto sono frequentatissimi dai residenti e dai numerosi turisti.

Sul Corso si affacciano meravigliosi edifici, civili e religiosi. È il caso del Palazzo Comunale che fu sede delle antiche carceri.

Ammirare la laguna da Piazzetta Vigo

Alla fine di Corso del Popolo si trova Piazzetta Vigo, uno dei luoghi imperdibili della città. Si tratta di un piccolo spazio aperto dove osservare Chioggia tuffarsi nella laguna veneta: davanti alla piazza si apre infatti tutta la maestosità del mare veneziano.

Da qui partono tutti i collegamenti marittimi per le zone limitrofe della laguna ed è qui che si trova uno dei luoghi di interesse della città che ci ha fatto sorridere di più: avete mai sentito parlare del gatto di Chioggia? Al centro della piazzetta di Vigo si erge la Colonna Vigo, struttura marmorea considerata tra i simboli architettonici della città di Chioggia: la colonna è sormontata da un capitello bizantino che sorregge una riproduzione in scala del leone alato di San Marco. Per le sue piccole dimensioni, però, il Leone era (ed è tuttora) soprannominato “El gato de Ciosa” o “Il gatto di Chioggia”.

Visitare il mercato del pesce

Il mercato del pesce di Chioggia è situato alle spalle di Palazzo Granaio, tra Corso del Popolo e Canal Vena. E’ un punto di riferimento per la gente del posto e anche una tappa obbligata per i turisti: vivace, pittoresco e autentico, proprio come ci si può aspettare dal mercato del pesce della “Piccola venezia”, come spesso viene definita Chioggia.

Sottomarina

La magnifica spiaggia di Sottomarina, lunga sei chilometri e larga quasi 300 metri, attira ogni estate moltissimi bagnanti attratti dalla qualità dell’acqua (certificata con la bandiera blu) e per le tante attrazioni, tra cui spiccano numerosi parchi acquatici.

Il centro immersioni offre meravigliose escursioni sottomarine al Parco Marino di Tegnùe ed è, inoltre, possibile noleggiare moto d’acqua, barche, biciclette e ogni tipo di attrezzatura sportiva. Due centri sportivi e tre centri fitness offrono ulteriori opportunità di allenamento e divertimento.

Nello stile delle tradizionali località balneari, il grazioso lungomare invita a soffermarsi in lunghe e rilassanti passeggiate. D’estate, a Sottomarina di Chioggia, un trenino parte dal lungomare e permette di fare un piacevole giro per tutta la località. I biglietti si acquistano direttamente dal conducente.

Come arrivare a Chioggia

In auto, provenendo da Milano, dalla A4 uscita Padova Interporto, si prosegue per Piove di sacco e poi per Chioggia; provenendo dall’Austria, si percorre l’A22 fino a Verona, si continua sull’A4 seguendo indicazioni precedenti.

Se si vuole arrivare in treno, la stazione di riferimento è Rovigo, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Venezia. Clicca qui per le migliori offerte low-cost.

Cosa e dove mangiare a Chioggia

A Chioggia è d’obbligo assaggiare i tanti piatti a base di pesce della laguna come ad esempio le “Sardele salae” (sardine sotto sale) o i “Boboli de vida” (piccole lumache servite con un condimento di olio e prezzemolo).

Il Tavernino e il Ristorante Garibaldi, entrambi a Sottomarina, offrono ai propri clienti pietanze di pesce della tradizione lagunare veneta.

Dove dormire a Chioggia

Per un soggiorno romantico, è preferibile il centro di Chioggia. Per una vacanza balneare, meglio optare, invece, per Sottomarina.

Booking.com

Tags:

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo