I migliori itinerari della Val D’Orcia

Si tratta di uno dei paesaggi più interessanti e affascinanti della Toscana e Patrimonio mondiale dell’UNESCO: la Val d’Orcia è un’ampia valle che si estende dalla provincia di Siena, a nord-est del monte Amiata e arriva al confine con l’Umbria. Il nome della valle deriva dal fiume Orcia che la attraversa.

Visitare la Val d’Orcia permette di godere del panorama dell’insieme tra intervento umano, cultura, storia e natura. Tra le colline delle Crete che in autunno si colorano di sfumature giallo ocra, i filari di cipressi, albero caratteristico della zona, che ci portano fino a borghi, paesini e città medievali come Pienza o Montalcino. Il territorio è ricco di aziende agrituristiche, case rurali e rocche con impervie torri che si disperdono nell’isolato e tranquillo paesaggio.

Il Parco Artistico Naturale e Culturale della Val d’Orcia è composto da cinque comuni senesi: Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, RadicofaniSan Quirico d’Orcia. Al di fuori dall’area del parco ci sono i comuni di Sarteano e Castel del Piano in provincia di Grosseto; mentre ai confini della Valle troviamo Montepulciano e Chianciano.

Non resterete di sicuro a pancia vuota, la tavola sarà imbandita con Pici, Salumi, Pecorino di Pienza, Cinta Senese e Brunello di Montalcino.

Questa destinazione si presta a diverse visite e vi permette di creare itinerari, di volta in volta diversi, per viverla a pieno e da punti di vista differenti. Si tratta, infatti, di una meta molto gettonata tra gli amanti del trekking o della bicicletta.

In ogni caso non dimenticate di portare con voi la macchinetta, la val d’Orcia offre degli itinerari fotografici magnifici e imperdibili.



Booking.com

Itinerari Val D’Orcia a piedi

La Val d’Orcia è attraversata dalla via Francigena, questa antichissima strada che collega Roma a Canterbury e veniva percorsa dai pellegrini che volevano raggiungere la città eterna. Negli ultimi anni questo antico percorso è stato riscoperto e oggi è sempre più vivo e popoloso, intraprenderlo vuol dire ripercorrere la storia, trovando ospitalità nelle vecchie stazioni che sfamavano e davano da riposare ai pellegrini.

Vi consigliamo di intraprendere questo tipo di percorso nel periodo primaverile, autunnale o invernale; altamente sconsigliata l’estate, poiché mancano zone d’ombra e si rischia l’insolazione.

Vi troverete a camminare osservando i cipressi che punteggiano le morbide colline della Val d’Orcia, sostando in borghi in pietra e potendovi fermare alle terme romane di Bagno Vignoni. Un percorso immerso nella natura e nella storia.

Tuffandovi in questo percorso vi troverete davanti delle vere e proprie perle, ad esempio vi consigliamo di inserire nella vostra camminata il borgo medioevale di San Quirico d’Orcia, che si trova sulla cima di una piccola collina. Questa posizione vi offrirà una vista impagabile sulla valle, una cartolina che non vorrete perdere, uno dei paesaggi più fotografati d’Italia e una delle location più ricercate per i film stranieri ambientati in Toscana.

Salendo verso il Borgo di Vignoni la vista cambia e vi troverete ad osservare la valle dominata dal monte Amiata, con una passeggiata di 5 chilometri da San Quirico vi troverete a Bagno Vignoni, qui potrete vedere  nella vasca di acqua termale all’aperto che troverete a Piazza delle sorgenti. La stessa acqua, di origine vulcanica, scorre poi a valle in diversi fiumiciattoli, e potranno offrire ristoro a vostri piedi, stanchi della camminata. I vari rivoli confluiscono poi in grandi vasche naturali formate da rocce bianche e in questo paradiso, circondati dalla vegetazione naturale, vi consigliamo di godervi una sosta rigenerante.

Itinerari Val D’Orcia in bici

Anche chi ama muoversi in bicicletta può trovare nella Val d’Orcia degli itinerari interessanti. Si tratta di percorsi in cui ai vigneti si alternano campi coltivati e macchia selvaggia, tra strade asfaltate e sterrati. Per questo sono consigliate bici da strada e tuttoterreno (ibrido). Siate pronti ad fermarvi molte volte, perché la Val d’Orcia rapirà il vostro sguardo, tra i paesaggi da cartolina, le opere di architettura medievale e paesaggi dominati dalle acque.

Per gli amanti della bici che voglio affrontare una gita facile, magari da fare in famiglia, il percorso che porta da Pienza a Montepulciano risulta abbordabile e gradevole. La strada è asfaltata e il dislivello di 500 metri. La partenza dalla città rinascimentale di Pienza vi porterà fino alla terra del Vino Nobile di Montepulciano, dove vi consigliamo di visitare non solo le cantine, ma anche la torre del Palazzo del Comune e il Duomo. Il percorso completo, che vi riporterà a Pienza, è di 30 km.

Chi è in cerca di un itinerario non troppo impegnativo e vuole andare ne cuore della Val d’Orcia può affrontare i circa 29 km che creano un triangolo tra San Quirico d’Orcia, Bagno Vignoni e Pienza. Il percorso si presenta asfaltato con alcune parti in sterrato e non presenta particolari difficoltà, unico punto che richiederà un maggiore impegno è la salita verso Pienza. Ovviamente anche ai ciclisti consigliamo una sosta alle terme naturali di Bagno Vignoni, per rigenerarsi prima del rientro.

Itinerari Val d’Orcia

Non siete camminatori o ciclisti provetti? Niente paura, la Val d’Orcia offre numerose scelte anche a voi. Potete affidarvi a diversi servizi per pianificare il vostro viaggio nelle bellezze e nei sapori di questa terra.

Se siete di base a Firenze potete scegliere questo tour tra Montalcino, Pienza e Montepulciano. La prima tappa, a Montalcino, permetterà di visitare una cantina tradizionale, e di assaggiare alcuni vini, ad esempio il Brunello e il Rosso di Montalcino, accompagnati da prodotti gastronomici tipici toscani. A termine della degustazione è prevista la visita delle mura di cinta della città.

L’itinerario prosegue con la visita alla “città ideale”, ovvero Pienza, un gioiello dell’architettura rinascimentale, senza tralasciare il famoso Pecorino di Pienza.

Chiude il tour Montepulciano, dove vi attendono gli edifici rinascimentali e le chiese che rendono unica questa cittadina, prima di rientrare a Firenze non può mancare una sosta per assaggiare il famoso vino Nobile di Montepulciano e i suoi cibi più tipici.

Se partite da altre città, sono disponibili altri tour molto simili: per esempio da Siena o da San Gimignano.

Il meglio della Toscana in un giorno partendo da Roma

Prenditi una pausa da Roma e dalle sua strade caotiche e concediti
non disponibile
129,00

Chi ha a disposizione solo una giornata e vuole conoscere il Brunello di Montalcino segnaliamo questo tour enologico che vi porterà alla scoperta dei segreti della produzione di questo vino, incontrando uno dei produttori e potendo passeggiare tra i vigneti che danno vita a questo fantastico prodotto della Toscana.

Dove dormire nelle vicinanze

La Val d’Orcia vi offrirà diverse soluzioni per poter dormire, spaziando dagli alberghi di lusso ai casali fino ai rifugi della via Francigena.

Leggi di più –> I migliori agriturismi della Val D’Orcia

La Casa del Ciliegio a Radicofani ha una bellissima vista sulla città e si trova a 32 km da Montepulciano. Un ottimo punto di partenza per le vostre gite.

Se preferite fare base a San Quirico potete provare l’Hotel Villa Art & Relais – Capitano Collection, una villa settecentesca che offre viste panoramiche sulla valle.

Anche il Monte Amiata può offrire diversi spunti di itinerari, per questo vi segnaliamo l’albergo Generale Cantore, che si trova a 20 minuti di auto da Abbadia San Salvatore e permette di praticare diverse attività nei dintorni, tra cui lo sci.

Tags:

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo