Marsala: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Cosa vedere a Marsala? I luoghi d’attrazione e d’interesse sono davvero tanti e tutti incredibilmente suggestivi.

Marsala è indelebilmente legata ad una data: 11 Maggio 1860, ovvero lo sbarco dei Mille. L’inizio dell’unificazione italiana è quindi passata da questo caratteristico centro siciliano, la cui storia è decisamente più antica.

Sorta da antiche rovine puniche, Marsala si protende verso il mare, nel punto più a ovest della Sicilia, accarezzata dai venti di scirocco, memore dell’invasione dei saraceni a cui deve il nome: “El Marsa Allah”, ovvero “il porto di Dio”.

Visitare Marsala significa lasciarsi conquistare dalla bellezza delle meraviglie naturali e dai suggestivi monumenti culturali.
Stupisce come in realtà sia più popolosa del capoluogo Trapani e come sia impossibile non tirare un sospiro di sollievo, in vacanza, lontani da stress e routine.
Scegliere una vacanza a Marsala vuol dire lasciarsi conquistare dal buon vino, ammirare panorami indimenticabili, lasciarsi cullare dai ritmi calmi e tranquilli di questa città senza tempo.

Clicca qui per le migliori offerte di Hotel e B&B a Marsala

Cosa vedere a Marsala

Il Duomo di Marsala

Trattasi della Chiesa Madre che, secondo gli storici, fu costruita nel 1176 ma subì svariati cambiamenti nel corso delle epoche seguenti. A dimostrarlo è la facciata con due ordini diversi: uno è senz’altro barocco e l’altro più sobrio presenta motivi religiosi.
Questa chiesa fu dedicata a San Tommaso Becket, per ricordare il naufragio di una nave di colonne corinzie con destinazione Inghilterra dove doveva sorgere una chiesa intitolata a questo santo.
All’interno della chiesa ammiriamo dipinti del XVII secolo, oggetti liturgici in oro e argento, documenti d’archivio e paramenti sacri.

Chiesa del Purgatorio

Eccellente esempio dell’influenza barocca nel paesaggio architettonico della città. Giudicata la più bella di Marsala, decisamente non dovete perdervela.
Si affaccia su una piazzetta deliziosa con una fontanella carina.
Nella facciata ammiriamo due ordini, al suo interno la chiesa rivela stucchi di pregio che adornano la navata, la cupola e l’abside.

Porta Garibaldi

Non si poteva ovviamente non commemorare il celebre sbarco.

Risalente al 1685, inizialmente fu battezzata con il nome di Porta Mare per volere di Carlo II, soltanto dopo acquisì il nome dell’eroe dei due mondi che dichiarò Marsala parte del nuovo Regno d’Italia.

Ammiriamone i dettagli: un’aquila coronata che è lo stemma degli Asburgo di Spagna e un terrazzino da cui si potevano avvistare le navi che arrivavano dal mare.

Palazzo VII Aprile

Fu edificato nel XV secolo e divenne la sede del Consiglio Civico e della magistratura, fu anche sede della Loggia dei Pisani ed inoltre vi si esercitava il cambio e il mercato.

Fu denominata Palazzo VII Aprile per via della rivolta contro il dominio borbonico avvenuta appunto nell’aprile del 1860.
Ammiriamo la facciata, che è a doppio loggiato, la torre dell’orologio e le colonne.

Museo degli Arazzi Fiamminghi

Sorge nel centro storico ed all’interno vi sono esposti una serie di otto arazzi del XVI secolo in cui sono narrate le gesta di Vespasiano e del figlio Tito, furono donati dal vescovo di Messina, Antonio Lombardo sul finire del 1500.

Cosa fare a Marsala

Visitare Marsala significa non perdersi determinati luoghi d’interesse che non sono solo monumentali.

Passeggiare nelle saline della Laguna

A pochi chilometri dal centro della città si trova un paesaggio particolare: stagni e mulini compongono un quadro lagunare suggestivo.

Il momento migliore per visitarle? Il tramonto, il perché lo scoprirete andandoci. Ottimo luogo per chi ama fare bird watching.

Degustare il vino

Questa è un’altra delle attrazioni di Marsala. In particolare lo si può degustare nelle antiche Cantine Florio.

La struttura, che ospita circa seicento botti, occupa una superficie di oltre 40.000 mq. Ne ammiriamo gli archi a sesto acuto ed il pavimento in pietra.

Visitare Mozia

Ovvero un’antica città fenicia. Vi si possono ammirare fortificazioni e costruzioni varie come Punta nord e il Santuario del Cappiddazzu.

Passeggiare sulla spiaggia di San Teodoro

Marsala si protende verso il mare, abbracciata da spiagge indimenticabili, come quella di San Teodoro. Acque cristalline accarezzano lo scenario del monte Erice e delle stagnone a cui fanno da sfondo le Isole Egadi.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo
Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt