Cesena: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Se hai deciso di addentrarti nel cuore della Romagna, un posto ricco di tradizioni e attrazioni davvero suggestive, tra Rimini e Forlì c’è una piccola città che merita d’essere visitata perché, nonostante di dimensioni esigue, è un vero gioiello in cui sono incastonati monumenti e bellezze che non ti deluderanno di sicuro: stiamo parlando di Cesena.

Se deciderai di viaggiare nel mese di giugno, potrai partecipare alla Fiera di San Giovanni e durante tutto l’anno, considerando che si tratta di un piccolo borgo dal grazioso centro storico, potrai visitare Cesena noleggiando una bici.

Ma cosa è possibile vedere in questa graziosa cittadina? Vediamo quindi insieme cosa è possibile vedere, fare, mangiare a Cesena e come arrivarci agevolmente.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Cesena

Cosa vedere a Cesena

Museo storico dell’Antichità e Biblioteca Malatestiana

All’interno del Museo Storico dell’Antichità ammirerai una serie di antichissimi reperti provenienti dall’area cesenate, che partono dal periodo Preistorico sino all’Umanesimo.

Il periodo romano è particolarmente ricco, include infatti frammenti di armature, quali cinture di bronzo, placca bronzee con decorazioni a sbalzo, stele di C. Salvius Secundus, un mattone dei Figulos Bonos, un sarcofago, un frammento di architrave e un coperchio di necropoli.

Sono molto interessanti alcune ceramiche e due piatti in argento del IV secolo, che furono ritrovati sul Colle Garampo nel 1948.

La Biblioteca Malatestiana è stata progettata da Matteo Nuti e realizzata tra il 1447 e il 1452; si tratta della prima biblioteca civica dell’intero Paese e l’unica monastica medievale ancora esistente.

La biblioteca è situata all’interno dell’ex convento francescano ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco. La collezione è composta da 343 codici miniati è 48 incunaboli, tutt’ora perfettamente e rigorosamente rilegati nelle loro catenelle originali; sono inoltre presenti oltre 5000 libri appartenenti alla raccolta privata del Papa cesenate, Pio VII.

Il museo si trova in via Montalti e la biblioteca in Piazza Maurizio Bufalini.

Non distante dal museo e dalla biblioteca, avrete modo di ammirare il quattrocentesco Palazzo del Ridoto.

Quando e quanto: il museo è attualmente chiuso per allestimento.

La biblioteca apre: sabato dalle 9 alle 19, domenica dalle 15 alle 19, lunedì dalle 14 alle 19, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19. Ad esclusione della biblioteca antica, che è visitabile solamente con guida, il costo del biglietto costa 2€, ridotto 1€.

La visita alla biblioteca antica include l’accesso al Museo Archeologico, alla Biblioteca Piana e alla Pinacoteca Comunale.

Pinacoteca Comunale di Cesena

La Pinacoteca Comunale di Cesena, dal 1984 si trova nell’ex convento di San Biagio ed è l’attrazione ideale per tutti gli amanti dell’arte antica, moderna e contemporanea, poiché racchiude una serie di opere composte tra il XIV e il XVIII secolo. Al suo interno è presente una collezione di dipinti che appartiene alla città, raggruppate nell’era post napoleonica e post unitaria.

Molte acquisizioni sono originarie della Congregazione di Carità e altre da varie collezioni private.

Quando e quanto: la pinacoteca è visitabile il sabato e la domenica dalle 10 alle 18. Il biglietto intero costa 2€, ridotto, per over 65 e under 14, gruppi con più di 10 persone e studenti, 1€. Gratis per disabili e accompagnatori, under 6, giornalisti, guide turistiche e interpreti.

Palazzo Municipale e Palazzo del Governatore Ecclesiastico in Piazza del Popolo

In Piazza del Popolo vivrete un vero tripudio di bellezze artistiche e culturali, primo tra tutti il Palazzo Municipale, eretto nel 1359 e ristrutturato più volte tra il XVI e il XVIII secolo che, al suo interno, raccoglie meravigliosi affreschi del 700. Il palazzo è stato costruito su precedenti edifici, ovvero il Palatium Novum e il Palatium Vetus. Poco distanti, noterete i ruderi del Palazzo del Governatore Ecclesiastico, una struttura fortificata costruita nel XIV secolo.

Rimanendo in Piazza del Popolo, avrete l’occasione di vedere anche la Rocchetta di Piazza, la Loggetta Veneziana, la Chiesa in stile barocco dei Santi Anna e Gioacchino e suggestivi negozi storici.

Quando e quanto: arriverete in Piazza del Popolo in 5 minuti di passeggiata dalla stazione, percorrendo viale Europa.

La Cattedrale di Cesena

Il Duomo di Cesena è una chiesa consacrata a San Giovanni Battista, eretta a partire dal 1385 e ancora oggi sede principale del culto cattolico della città, nonché sede vescovile della diocesi di Cesena-Sarsina.

La Cattedrale non si è sempre trovata qui, la prima versione si trovava infatti all’interno della cittadella Murata, dove oggi si trova lo Sferisterio di Cesena.

I lavori del Duomo, in stile romanico-gotico, iniziarono nel 1385 per volontà di Andrea Malatesta; nei secoli, seguirono varie trasformazioni che, soprattutto con l’ultimo restauro, nel XX secolo, finirono per riportarlo alla versione originale. Nel 1960 Papa Giovanni XXIII la dichiarò basilica minore.

Quando e quanto: la Cattedrale apre dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18, la domenica dalle 9.30 alle 12.30. L’ingresso è gratuito.

Cosa fare a Cesena

Visitare la Rocca Malatestiana

Dalla cattedrale, passando per il Parco della Rimembranza, vi dirigerai in direzione della Rocca Malatestiana, costruita tra il XIV e il XV secolo, all’interno della quale è presente il Museo della Storia dell’Agricoltura e ulteriori installazioni d’epoca medievale.

Sempre attraversando il Parco della Rimembranza, è possibile passeggiare fino alla vetta di Colle Garampo, dal quale potrai ammirare le torri e le fortificazioni della Rocca Malatestiana, che sono appellate Femmina e Maschio.

Una volta in cima alla Rocca, avrai modo di gustarvi l’incantevole scenario sull’intera città di Cesena, inclusi la verde cupola della Chiesa di Santa Cristina, Monte Maggio e i Colli di Bertinoro.

Quando e quanto: il Museo di Storia dell’Agricoltura può essere visitato in gruppi di massimo 4 persone, dal venerdì alla domenica, alle 10.30, 12.30, 14.00, 15.00, 17.00. Il costo del biglietto intero è 5€, ridotto 4€ e permette di visitare anche il resto della rocca.

Come arrivare a Cesena

In treno arriverai a Cesena usando la linea ferroviaria che collega Bologna e Ancona, scendendo alla Stazione di Cesena.

In auto, imboccando l’A14 da Ancona e Bologna e prendendo il casello Cesena o Cesena Nord; dalla E45 da Ravenna e Roma, uscendo a Cesena Sud e Cesena Nord.

I pullman turistici sosteranno in piazzale Karl Marx, a fianco all’Hotel Alexander; i camper in piazzale Paolo Tordi.

Arriverai dall’aeroporto Marconi di Bologna, a 100 km da Cesena e prendendo prima l’A14, poi l’E45.

Dall’aeroporto Fellini d Rimini, a 40 km dalla città, arriverete a Cesena imboccando l’A14 in direzione Bologna o la SS9.

Cosa e dove mangiare a Cesena

I piatti tipici di Cesena sono passatelli in brodo, crescione, cappelletti in brodo, salame di mora, piadina e cannellone.

Puoi degustare ottimi piatti tipici da:

  • Brodino Pastificio, per assaporare i migliori cappelletti in brodo; si trova a pochi passi da Piazza del Popolo in Via Fra Michelino, 56, 47521 Cesena FC. Telefono 0547 482821
  • Ristorante Cerina, un’istituzione cittadina sin dal 1965. Si trova in Via S. Vittore, 936, 47522 Cesena FC. Telefono 0547 661115.

Dove dormire a Cesena

A Cesena non avrai problemi per trovare l’alloggio che fa per te, sono disponibili B&B e hotel di ogni tipo e per tutte le tasche. Le ridotte dimensioni della città fanno sì che tu possa spostarti facilmente a piedi o in bici da ogni zona.



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo