Bassano del Grappa: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Ai piedi delle Alpi Venete, sorge Bassano de Grappa, una città che unisce bellezze artistiche e culturali ad eccellenze eno-gastronomiche famose in tutto il mondo.
La sua immagine simbolo più ricorrente è quella del ponte di legno, il leggendario Ponte Vecchio che unisce le due sponde del fiume Brenta, un tempo luogo del doloroso saluto degli alpini che si dirigevano al fronte.
Oggi Bassano del Grappa è una città gioiosa e piena di vita, una meta tutta da scoprire, con incantevoli monumenti da visitare e ricca di scorci pittoreschi.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Bassano del Grappa

Cosa vedere a Bassano del Grappa: i luoghi d’interesse

Tutte le attrazioni degne di nota di Bassano del Grappa si concentrano all’interno del centro storico, e proprio per questo la città si presta benissimo ad essere visitata comodamente a piedi.

Ponte Vecchio

La prima attrazione da non perdere, come accennato nella nostra introduzione, è senza dubbio proprio il Ponte Vecchio, anche chiamato Vecio in dialetto veneto. In esso si uniscono note di romanticismo e suggestione alla maestria architettonica, il tutto unito dalla memoria storica che lo rende ancora oggi un luogo ricco di significato.
Il ponte di legno è coperto e risale al Cinquecento: realizzato da Andrea Palladio, progettista veneto di numerose ville famose in tutto il mondo, è anche conosciuto con il nome di Ponte degli Alpini, perché così fu soprannominato durante la Prima Guerra Mondiale. Fatto saltare dai partigiani per la sua posizione strategica, è stato poi ricostruito dopo la guerra e attraversarlo rappresenta tutt’oggi una delle passeggiate più suggestive che si possano fare a Bassano del Grappa.

Museo degli Alpini

  • Dove: Via Angarano 2
  • Quando: dal Lunedì alla Domenica, dalle 9:00 alle 20:00
  • Quanto: il biglietto d’ingresso costa 1,50€ e comprende anche l’audioguida

Se volete rendere omaggio ai giovani partiti in guerra, molti dei quali non hanno mai fatto ritorno, vi consigliamo di visitare il Museo degli Alpini, situato proprio all’estremità del Ponte Vecchio.
Il museo si trova all’interno della Taverna al Ponte, anche conosciuta come Taverna degli Alpini, un’enoteca che nel suo seminterrato ospita sale con volte a pietra contenenti cimeli risalenti alla Prima e Seconda Guerra Mondiale, recuperati durante gli scavi effettuati sull’Altopiano di Asiago e sul Monte Grappa.
Lí, in mezzo a documenti storici e semplici oggetti di vita quotidiana utilizzati dai giovani combattenti, potrete ripercorrere un viaggio nelle difficili condizioni di vita dei soldati al fronte.

Grapperia Nardini

  • Dove: Ponte Vecchio, 2

Per gli amanti della grappa ma non solo, sicuramente una visita a questo locale storico della città sarà una tappa imperdibile. Qui un tempo aveva sede la distilleria più antica d’Italia, che aprì le sue porte nel lontano 1775, e da allora rappresenta uno dei luoghi d’incontro più frequentati della città.
Un locale caldo, accogliente e allegro, dove si respira un’atmosfera di altri tempi: sicuramente troverete un po’ di coda, ma sorseggiare un drink nelle antiche salette con travi a vista e pavimento in legno, varrà sicuramente l’attesa.
La bevanda simbolo della Grapperia Nardini tuttavia non è la grappa, ma il drink chiamato mezzo e mezzo, un aperitivo a base di rabarbaro, rosso Nardini, seltz e scorza di limone.

Palazzo Sturm

  • Dove: Via Schiavonetti 40
  • Quando: aperto tutti i giorni, anche i festivi, escluso il martedì, dalle ore 10:00 alle 19:00
  • Quanto: biglietto intero 7,00€ – biglietto ridotto 5,00€

Il Palazzo Sturm è una dimora sfarzosa che risale alla prima metà del Settecento. Composto da più di settanta sale signorili, il palazzo è sede di due musei tematici, il Museo della Ceramica Giuseppe Roi, e quello della Stampa Remondini.
La visita a Palazzo Sturm merita anche per la straordinaria vista che offre: da qui infatti si può godere di un panorama suggestivo sul Brenta e sul Ponte Vecchio, sicuramente uno dei più belli di Bassano del Grappa.

Cosa fare a Bassano del Grappa

Dopo aver visitato gli edifici più famosi della città, se avete ancora un po’ di tempo a disposizione, concedetevi una passeggiata per le vie del centro, e non ne rimarrete certo delusi.
Bassano del Grappa è difatti una piccola bomboniera, caratterizzata da un centro molto curato, bei negozi e deliziose pasticcerie. Tra le vie ciottolate del centro storico, potrete fermarvi ad osservare meravigliosi cortili, condomini signorili e finestre in stile veneziano, fino ad arrivare all’Alta Via del Tabacco: concedetevi una passeggiata rilassante lungo il fiume Brenta, nella zona un tempo dedicata alla coltivazione del tabacco e ancora caratterizzata dalla presenza di terrazzamenti.

Come arrivare a Bassano del Grappa

Nonostante si trovi ai piedi di un monte e sia sprovvista di un’uscita autostradale dedicata, la località di Bassano del Grappa è facilmente raggiungibile in auto.
Per chi arrivasse da Padova o Trento, la strada statale Valsugana SS47 assicura un rapido collegamento, mentre se venite da est, uscendo a Treviso Sud sull’A27 Venezia-Belluno, potete imboccare la SR53.
A pochi metri dal centro storico, si trova la stazione di Bassano del Grappa, molto comoda e funzionale per chi scegliesse di raggiungere la città in treno, in quanto offre collegamenti giornalieri diretti con Padova, Trento e Venezia.

Cosa e dove mangiare a Bassano del Grappa

Bassano del Grappa è la meta ideale anche per gli amanti della buona cucina: qui infatti troverete tanti e deliziosi piatti locali, ancora realizzati secondo le antiche ricette di una volta.
Tra questi ricordiamo l’aringa affumicata e le capesante alla veneziana, ma anche la lingua di vitello al vino rosso o la minestra di fegatini, il paté di fegato e il famoso Risi e Bisi. Tra le specialità della tradizione anche tanti dolci, come il Ciambellone Bassanese e la torta fregolata.
Tra i ristoranti dove mangiare bene, consigliamo Trattoria da Alice, se siete amanti dei sapori semplici e della cucina casereccia: conosciuta anche come bigoleria, qui potrete assaggiare i bigoli al ragù d’anatra tra i più buoni di tutta Bassano del Grappa.
Un altro locale molto accogliente è l’Osteria Trinità: eccellente la pasta all’uovo fatta in casa e la scelta delle carni utilizzate, sia per i secondi piatti che per i succulenti sughi, come quello al pepe verde e guanciale croccante.
I prezzi sono generalmente non esagerati, in linea con l’offerta della zona e con la qualità delle materie prime utilizzate.

Dove dormire a Bassano del Grappa

Essendo il centro di Bassano del Grappa molto contenuto, non vi è in effetti una zona migliore dove alloggiare, perché tutto è facilmente raggiungibile con una breve passeggiata.
Se siete alla ricerca di un’esperienza romantica, vi consigliamo di dormire in un bed & breakfast o in appartamento, il centro storico è ricco di soluzioni graziose a prezzi non eccessivi.
Se invece siete amanti degli hotel, la città offre numerose strutture a 3 e 4 stelle; mancano le soluzioni di lusso sfrenato, mentre invece per chi è alla ricerca di una sistemazione molto economica, a meno di un chilometro dal centro città si trova un ostello a prezzi molto convenienti.

A questo link trovi le migliori offerte, sempre aggiornate.

Tags:

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo