I migliori castelli della Valle d’Aosta

I castelli della Valle d’Aosta sono una delle maggiori attrazioni di questa regione.

Che lo scenario sia estivo o invernale restano sempre, inevitabilmente, magici.

Questi monumenti rimangono a testimonianza di epoche passate, sono legati a determinati periodi storici ed anche a leggende.

Scopriteli insieme a noi.

Consulta qui le migliori offerte di Hotel e B&B ad Aosta

Tour di mezza giornata dei castelli da Aosta

Valle d’Aosta castelli da vedere

Innanzitutto vi consigliamo questo tour privato che vi permette di visitare, in un colpo solo, i tre principali Castelli della Valle d’Aosta.

Castello Savoia

Fu realizzato per desiderio della Regina Margherita di Savoia nel 1899. La dimora ospitò la Regina durante i suoi soggiorni estivi fino al 1925, un anno prima della sua morte. Fu progettato dall’architetto Emilio Stramucci: ammiriamo l’esterno in pietra grigia proveniente dalle cave di Chiappey a Gressoney ed all’interno le pitture ornamentali di Carlo Cussetti. Gli arredi di ispirazione medievale sono invece opera dell’intagliatore torinese Michele Dellera.

All’esterno è da notare la meridiana del 1922 che reca le parole augurali già riportate su un orologio solare di Cogne del 1915: ”Sit patriae aurea quaevis”, ovvero “Ogni ora sia d’oro per la patria”.

Inoltre da vedere il giardino botanico, inaugurato nel 1990.

Dal 1981 il castello è di proprietà della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Come arrivare: indicazioni

Orari

Ingresso accompagnato – L’ultima visita viene effettuata 30 minuti prima della chiusura.

  • Da aprile a settembre: dalle 9.00 alle 19.00, tutti i giorni
  • Da ottobre a marzo: aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00

Biglietto

  • Intero: € 5,00
  • Ridotto: € 3,50 (comitive di almeno 25 persone paganti, studenti universitari, convenzioni specifiche)
  • Ridotto minori: € 2,00 (ragazzi di età compresa fra 6 e 18 anni, scolaresche)

Gratuito per:

  • bambini fino a 6 anni non compiuti
  • soggetti portatori di handicap in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92 e loro accompagnatori
  • insegnanti e accompagnatori di scolaresche, in proporzione di 1 ogni 10 alunni.
  • possessori dell’Abbonamento Musei Piemonte e Lombardia.

Forte di Bard

Fu edificato nel VI secolo d.C. per difendere la città: faceva parte di un sistema difensivo che nel 1034  fu definito “inexpugnabile oppidum”. Divenne proprietà dei Savoia nel 1242, conquistato da Amedeo IV, aizzato dalla rabbia degli abitanti della zona, stanchi dei soprusi di Ugo di Bard. Sarà poi preda di Napoleone nel 1800 dopo aver impiegato due settimane per espugnarlo.

Carlo Felice durante la Restaurazione (1830 ) ne fece una delle strutture militari più massicce della regione.

La particolarità del maniero sta nei tre strati: partendo dal basso si trovano l’Opera Ferdinando, l’edificio di mezzo è l’Opera Vittorio e l’apice è l’Opera Carlo Alberto.

Al primo piano (l’opera di Carlo Alberto) si trova il Museo delle Alpi: un percorso che coinvolge i sensi alla scoperta della catena montuosa.

Nel piano dell’Opera Vittorio troviamo Le Alpi dei ragazzi: uno spazio ludico in cui i visitatori possono cimentarsi in un’ascensione virtuale al Monte Bianco.

Da visitare le celle delle Prigioni in cui si possono anche visionare dei documenti e dei filmati sull’evoluzione architettonica della fortezza.

Da non perdere il Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere, nell’Opera Ferdinando, al primo livello della rocca fortificata. Si tratta di un viaggio attraverso l’evoluzione delle tecniche difensive, dei sistemi di assedio e del concetto di frontiera.

Come arrivare: indicazioni

Orari:  Il Forte è aperto, sino al 14 giugno, dal venerdì alla domenica e martedì 2 giugno (feriali: 10.00-18.00, sabato, domenica e festivi 10.00-19.00).
Dal 15 giugno, orario abituale: feriali 10.00-18.00, sabato, domenica 10.00-19.00, lunedì chiuso.

Biglietti:

Forte

Ingresso al monumento: Tariffa unica di € 3,00 (€ 2,00 per le scuole) per l’accesso al solo complesso monumentale senza visitare musei e mostre.
Visita assistita al monumento € 75,00 ogni 25 pax (su prenotazione).
Museo delle Alpi

  • Intero € 9,00
  • Ridotto € 7,00
  • Ragazzi 6/18 anni € 5,00
  • Scuole € 4,00

Il Ferdinando: museo delle fortificazioni e delle frontiere

  • Intero € 9,00
  • Ridotto € 7,00
  • Ragazzi 6/18 anni e scuole € 5,00

Le Prigioni del Forte

  • Intero € 6,00
  • Ridotto € 5,00

Le Alpi dei Ragazzi

  • Intero € 5,00
  • Ragazzi 6/18 anni € 4,00
  • Visita assistita (su prenotazione, max. 21 pax) € 65,00 + € 2,00 ingresso

Castello di Issogne

E’ rilevante sapere che fu proprietà dei vescovi di Aosta fino a quando passò alla famiglia Challant. Importanti restauri furono apportati nel 1490 ad opera di Giorgio di Challant, priore di Sant’Orso, che ne fece una sontuosa dimora per la cugina Margherita de La Chambre ed il figlio Filiberto. Da ammirare il porticato con gli affreschi delle scene di vita quotidiana, gli eroi dipinti sulle mura del giardino, la celebre fontana in ferro battuto detta del Melograno, simbolo di prosperità. All’interno osserviamo gli affreschi nella Sala di Giustizia o la Cappella e nelle stanze più private.
L’appartamento di Avondo è una sorta di mostra permanente dedicata a
Vittorio Avondo, illustre proprietario del maniero di Issogne.

Come arrivare: indicazioni

Orari

  • Da aprile a settembre: dalle 9.00 alle 19.00, tutti i giorni
  • Da ottobre a marzo: aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00

Biglietto

  • Intero solo castello: € 5,00 (appartamento di Avondo temporaneamente non visitabile)
  • Ridotto solo castello: € 3,50 (comitive di almeno 25 persone paganti, studenti universitari, convenzioni specifiche)
  • Ridotto minori: € 2,00 (ragazzi di età compresa fra 6 e 18 anni, scolaresche

Gratuito per:

  • bambini fino a 6 anni non compiuti
  • soggetti portatori di handicap in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92 e loro accompagnatori
  • insegnanti e accompagnatori di scolaresche, in proporzione di 1 ogni 10 alunni.
  • possessori dell’Abbonamento Musei Piemonte e Lombardia.

Castello Gamba

Fu costruito nei primi anni del ‘900 su progetto dell’Ingegner Carlo Saroldi, per volere di Charles Maurice Gamba. All’interno ammiriamo un percorso espositivo, articolato in tredici sale, in cui sono esposte oltre 150 opere tra dipinti, sculture, installazioni, raccolte grafiche e fotografiche, appartenenti ad una collezione regionale che val dal 1800 ad oggi. Da non perdere la visita al marco che circonda il maniero.

Come arrivare: indicazioni

Orari

  • Da aprile a settembre: dalle 9.00 alle 19.00, tutti i giorni
  • Da ottobre a gennaio: aperto dal giovedì alla domenica dalle 10.00 alle 16.00
  • Dal 1° febbraio al 31 marzo: chiuso

Biglietto

  • Intero: € 3,00
  • Ridotto: € 2,00 (comitive di almeno 25 persone paganti, studenti universitari, convenzioni specifiche)
  • Ridotto minori: € 1,00 (ragazzi di età compresa fra 6 e 18 anni, scolaresche

Gratuito per:

  • bambini fino a 6 anni non compiuti
  • soggetti portatori di handicap in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92 e loro accompagnatori
  • insegnanti e accompagnatori di scolaresche, in proporzione di 1 ogni 10 alunni.
  • possessori dell’Abbonamento Musei Piemonte e Lombardia.
Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo