Lecce: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Lecce è una delle città più estreme della penisola italiana poiché si trova nel cosiddetto “tacco dello Stivale”. Si tratta tra l’altro di una località ricca di architettura barocca riscontrabile in palazzi e chiese. La morbida pietra locale nota proprio con l’appellativo di leccese, ha reso facile l’adozione di questo stile in quanto è perfetta per l’intaglio.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Lecce

Cosa vedere a Lecce: luoghi d’interesse

Diversi sono i luoghi d’interesse di Lecce e gran parte dei monumenti furono costruiti nel XVII secolo. Tuttavia i principali si trovano nel centro storico ed esplorarli è un vero piacere, poiché si attraversano le graziose strade piene di negozi, bar e ristoranti.

Prenota –> Visita guidata di Lecce

Il Duomo

  • Dove: indicazioni
  • Quando: tutti i giorni dalle 7.30 alle 12 e dalle 15.30 alle 18. Nel periodo estivo gli orari vanno dalle 8 alle 12.30 e dalle 16 alle 20.
  • Quanto: biglietto € 17

Nel cuore della città storica si trovano alcuni dei più importanti edifici di Lecce. Il seicentesco Palazzo Vescovile ad esempio è un bellissimo edificio la cui facciata comprende archi, balconi in pietra, statue e intagli. Accanto ad esso c’è il Duomo, il cui restauro fu affidato nel 1600 a Giuseppe Zimbalo. La struttura presenta due ingressi principali di cui uno sobrio ed elegante situato sul lato nord, e un altro di particolare bellezza raggiungibile dalla piazza. A dominare quest’ultima c’è tra l’altro il campanile alto 70 metri con una loggia ottagonale.

La Basilica di Santa Croce

L’altra attrazione principale di Lecce è la Basilica di Santa Croce costruita nel corso di diversi secoli. Si tratta inoltre del più decorato di tutti gli edifici barocchi di Lecce e la sua facciata comprende animali, vegetali e un grande rosone. L’ingresso alla Basilica è gratuito e gli orari di apertura variano in base alla stagione per cui in primavera-estate vanno dalle ore 9:00 alle ore 21:00, mentre nel periodo autunno-inverno dalle ore 9:00 alle 18:00

Il Castello Carlo V

A Lecce alle spalle di piazza Sant’Oronzo si trova il Castello Carlo V edificato nel XII secolo. La leggenda narra che un orso bianco fosse tenuto nel suo fossato dai proprietari sia come status symbol che per spaventare potenziali intrusi. La Torre alta 23 metri è circondata da un fossato dove venivano allevati proprio gli orsi. Il Castello è aperto da giugno a settembre dal lunedì al venerdì dalle 9.00 fino alle 21.00 mentre il sabato, la domenica e festivi dalle ore 9.30 alle 21.00. Nei mesi di luglio e agosto l’apertura e la chiusura sono rispettivamente programmate alle 09:00 e alle 23.00. Il costo del biglietto è di 5 €.

Cosa fare a Lecce

Visitare l’Anfiteatro Romano

A Lecce una delle attrazioni di particolare rilevanza storica che puoi visitare è l’Anfiteatro Romano costruito nel II secolo d.C. La struttura nel corso dei secoli subì notevoli devastazioni soprattutto a causa di terremoti, per cui nel corso di scavi archeologici risalenti al XX secolo furono riportati alla luce numerosi e interessanti reperti. Quel che resta oggi e che puoi ammirare si trova al di sotto del suolo stradale adiacente Piazza Sant’Oronzo. Il costo del biglietto d’ingresso consentito tutti i giorni della settimana è di € 2,00 e a tariffa ridotta (€ 1,00) per gruppi superiori alle 10 unità.

Ammirare l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate

Un altro edificio che a Lecce puoi ammirare e apprezzarlo a 360 gradi è l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate. Si tratta infatti di un tipico esempio di architettura romanica presente nel comprensorio salentino e che si trova a ridosso della cinghia stradale provinciale che collega la località di Squinzano a Casalabate. Infine va detto che di particolare bellezza è la sua facciata che presenta un rosone centrale e l’elegante portale con numerosi bassorilievi raffiguranti Santi e i Re Magi. La struttura è aperta al pubblico dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 fino alle 18:00 mentre nel periodo invernale la chiusura è prevista alle ore 16:00. Il costo del biglietto infine è di € 8.

Passeggiare nel centro storico

La città di Lecce è una delle località italiane in cui il barocco si propone in molti angoli di strade. Per fare alcuni esempi ti basterà alzare lo sguardo verso il cielo per ammirare guglie, chiese, monumenti, palazzi e altri edifici per renderti conto della sua bellezza. Passeggiando in questo contesto potrai tra l’altro imbatterti in diverse stradine in cui ci sono numerose ed interessanti botteghe artigianali la cui produzione è dedita principalmente a manufatti di cartapesta e di pietra leccese.

Lecce come arrivare

Nonostante la sua posizione estrema nella penisola italiana, Lecce è ben collegata; infatti, ci sono tantissimi treni provenienti sia dal centro-sud che dal nord e che raggiungono la stazione principale che si trova a circa 1 km dal centro cittadino. A questo link trovi i biglietti ferroviari in offerta!

Brindisi e Bari sono invece gli aeroporti più vicini (clicca qui per i biglietti low-cost) che dispongono di numerose navette di collegamento con l’hinterland leccese al costo di € 7,50 per ogni singola corsa. Se tuttavia preferisci raggiungere la città con l’auto dalla A1 uscita Napoli devi imboccare la A 16 oppure la A 14 seguendo la direzione Bari.

Lecce cosa e dove mangiare

  • Ciceri e tria: a Lecce il primo piatto più rinomato è quello denominato ciceri e tria (pasta e ceci) che tuttavia è diverso dal solito, in quanto la pasta è fresca e della tipologia lunga tagliata a strisce larghe. La ricetta oltre ai suddetti ceci prevede tra l’altro l’aggiunta di altri piccoli pezzi di pasta fresca fritti (frizzuli).
  • Municeddhi: anche se questo nome può suonarti strano devi sapere che a Lecce identifica una specialità molto rinomata. Si tratta infatti di una ricetta elaborata con lumache di campagna e che si rivelano pari se non superiori in termini di gusto rispetto alle escargot francesi.
  • Puccia leccese: se cerchi un altro rinomato prodotto tipico di Lecce e dell’intero comprensorio salentino, allora non puoi esimerti dall’assaggiare la cosiddetta puccia. Nello specifico si tratta di un pane fatto con farina di semola a lievitazione lenta e cotto su pietra, dopodichè farcito con svariate tipologie di formaggi, oppure con insaccati, verdure fresche di stagione o ancora con carne macinata.
  • Pasticciotto: tra le specialità più originali di Lecce e dintorni c’è il pasticciotto. Si tratta nello specifico di un dolce di pasta frolla farcito con crema chantilly nella versione standard, anche se è possibile assaggiarlo con crema al pistacchio, marmellata alla ciliegia o cioccolata.

Tra i tanti locali in cui mangiare davvero bene ti consigliamo: La Puccia in Piazza Mazzini, 54 Telefono: +39 +393247724659. Questo ristorante come si evince dal nome stesso, propone proprio la puccia oltre che pietanze di mare e di terra tipiche della cucina italiana.

Lecce dove dormire

Se hai deciso di pianificare un week-end a Lecce devi sapere che il centro storico è la zona ideale per soggiornarvi. Il contesto infatti ti permette di raggiungere tutte le principali attrazioni del luogo e soprattutto pullula di ristoranti e bar. Se tuttavia preferisci un quartiere più tranquillo e meno affollato, allora ti conviene optare per la zona adiacente la Cattedrale. In questo caso potrai alloggiare in strutture ricettive in classico stile barocco senza tuttavia staccarti troppo dal cuore pulsante della città.

Leggi di più –> I migliori B&B economici di Lecce

Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo