Verbania: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Verbania sorge sulla sponda occidentale del Lago Maggiore ed è formata da antichi centri urbani come Pallanza, Suna e infine Intra. Dal 2012 è stata istituita la nuova provincia Verbano-Cusio-Ossola di cui è la sede amministrativa.
Da sempre è considerata una meta turistica d’élite, per la sua posizione e la cura dell’arredo urbano che le ha procurato il nome di “città-giardino del Lago Maggiore”.
L’appellativo è azzeccato, perché tra ville signorili, giardino botanico, le isole Borromee e altri luoghi attrattivi, è una meta molto ambita.
Ecco cosa vedere e cosa fare a Verbania per trascorre giorni piacevoli e rilassanti con vista lago.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Verbania

Cosa vedere a Verbania: luoghi d’interesse

Villa Taranto e i suoi giardini

  • Dove: sponda occidentale del Lago Maggiore, Pallanza.
  • Come: in auto, con il traghetto alla fermata “Villa Taranto”.
  • Quando: aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 17.30
  • Quanto: biglietto di 11 euro/gratis per i residenti (Prenota Tour privato saltafila)

Verbania è la città delle passeggiate, tra le più belle che si possano fare in mezzo a una natura rigogliosa che si specchia nelle acque del Lago Maggiore. Villa Taranto è una delle residenze più affascinanti della zona e si trova sul promontorio della Castagnola, tra Intra e Pallanza.

Fu realizzata per volere di Neil McEacharn, un capitano britannico nel 1931, che fece anche costruire uno dei più bei giardini all’inglese del nord Italia. Il percorso indicato si snoda su una superficie di circa 16 mila metri quadrati che contano almeno 20 mila specie diverse di piante e fiori.

Ogni anno i giardini di Villa Taranto si aprono in marzo e tra aprile e maggio c’è la straordinaria fioritura dei tulipani. Ogni angolo è estremamente curato e la passeggiata non smette di stupire per l’esplosione di colori di cui questi luoghi sono capaci. Si possono ammirare anche diversi esemplari di piante botaniche rare.

Prenota –> Escursione in barca ai Giardini botanici di Villa Taranto

Villa Giulia

  • Dove: Corso Zanitello, Verbania
  • Come: in macchina, autobus o traghetto
  • Quando: in base agli eventi in programma
  • Quanto: prezzi in base al tipo di evento/ingresso gratuito

Villa Giulia è un altro gioiello dell’architettura liberty, la cui costruzione iniziò nel 1847 per volere dell’imprenditore Bernardino Branca, in omaggio alla moglie Giulia, da cui appunto prende il nome.

Nei decenni è stata più volte ristrutturata con aggiunte architettoniche di pregio, come il colonnato e la terrazza che danno sul lago e oggi è il Centro ricerca Arte Attuale di Verbania, sede culturale di conferenze, meeting culturali, mostre ed eventi con ospiti prestigiosi.

D’estate gli incontri si tengono anche negli splendidi giardini adiacenti alla villa.

All’interno della stessa residenza c’è anche un rinomato ristorante dove gustare i piatti tipici a base di pesce d’acqua dolce o tenere sontuosi ricevimenti.

Le isole Borromee

  • Dove: Lago Maggiore, Verbania
  • Come: traghetto/ imbarcazione privata
  • Quando: da Marzo a Novembre
  • Quanto: 18,40 euro a persona con libera circolazione tour Isole Borromee (Prenota qui)

Le isole Borromee sono una tappa obbligata delle attrazioni da sogno di Verbania. Il loro nome lascia intuire il fatto che siano di proprietà della famiglia Borromeo e questo fin dal ‘500.
Le tappe del tour che dura un’intera giornata con circolazione libera sono 3: l’isola Madre, l’isola superiore dei Pescatori e l’isola Bella.

Prenota –> Giro in barca sul Lago Maggiore al tramonto

L’isola Madre è sede di una delle residenze private della famiglia e si può visitare insieme al giardino botanico, che vanta specie di piante provenienti da ogni parte del mondo. Incantevoli e principeschi sono gli interni della residenza borromea.
L’isola superiore dei Pescatori è l’unica a essere abitata con un borgo pittoresco che di solito rappresenta la sosta al centro della giornata per pranzare in uno dei tanti ristoranti a base di piatti tipici.
Non può mancare la visita all’isola Bella, che è frutto di diversi interventi fin dal ‘600 per adornarla di residenze di lusso e giardini in stile barocco.
I biglietti per il tour in base all’imbarcadero di partenza, come per esempio da Pallanza, Baveno o da Stresa, si possono acquistare sia sul posto che online (vedi boxino qui sotto).

Cosa fare a Verbania

Visitare il museo del Paesaggio

  • Dove: Via Ruga, 44 , Palazzo Viani Dugnani a Verbania
  • Come: in auto
  • Quando: da martedì a domenica, dalle 10 alle 18
  • Quanto: costo del biglietto 5 euro

Il Museo del Paesaggio di Verbania ha visto la luce agli inizi del ‘900 e nei decenni successivi si è arricchito di opere scultoree, pittoriche, archeologiche, fotografiche e artistiche in generale, grazie a chi lo ha curato e diretto, ma anche a chi ha donato personali creazioni che lo hanno reso un luogo rappresentativo della cultura locale.
Lo scopo del museo non è quello di esaltare i panorami naturali come si potrebbe pensare, ma di guardare a ciò che ci circonda e a come i luoghi possono cambiare sotto l’azione dell’uomo.
Al suo interno si trovano quindi opere di artisti locali.
Non mancano i laboratori per gli alunni delle scuole, le visite guidate di gruppo ed eventi in calendario durante tutto l’anno con varie mostre.
C’è anche una sede staccata a Ornavasso, dove sono raccolti i reperti archeologici di epoca romana rinvenuti in una necropoli della zona da Enrico Bianchetti. Per i biglietti è possibile anche prenotarli mandando un sms o scrivendo una mail ai contatti sul sito del museo.
Il Museo Diocesano nel Palazzo Biumi-Innocenti è un’altra tappa dei percorsi culturali riferiti all’arte sul Lago Maggiore, per gli oggetti sacri di pregio.

Una passeggiata a Pallanza

  • Dove: Pallanza
  • Come: a piedi
  • Quando: tutto l’anno
  • Quanto: gratis

Pallanza è una frazione di Verbania che si affaccia sul lungo lago. A poche decine di metri dalla sponda c’è l’Isolino San Giovanni, il luogo che l’illustre musicista e compositore, Arturo Toscanini, amava e dove andava a ritirarsi con una ristretta cerchia di amici.
Il lungo lago di Pallanza è un luogo tra i più amabili, che infondono pace, non solo per la cura del verde urbano ma per la posizione che invita alla convivialità e al relax.
Un monumento imponente in omaggio al Generale Cadorna troneggia a poca distanza dalla sponda e non lontano si trova il ceppo di albero secolare, che fu abbattuto dal maltempo qualche anno fa e che il comune ha voluto celebrare con una targa a ricordo, che riporta lo stendardo.
Il lago Maggiore, come accade in inverno, tende a gonfiarsi e proprio sulla passerella del porto turistico c’è una colonna che regge una statua, ma in realtà si tratta di un idrometro che segna puntualmente il livello delle acque.

Come arrivare a Verbania

A Verbania si può arrivare tramite l’autostrada A1 o A26, uscita Gravellona-Toce, quindi seguendo la SS 34.

In treno prendendo la linea del Sempione e scendendo alla fermata di Fondotoce e poi con autobus locali. A questo link trovi le migliori offerte di Treni per Verbania.

In aereo l’aeroporto più vicino è Milano Malpensa, poi puoi usare questo transfer per arrivare in città.

Cosa mangiare a Verbania

La piazza a Pallanza è costellata di bar e ristoranti dove prendere un aperitivo, un caffè o gustare un pranzo e una cena a base di piatti tipici, come la minestra di castagne o il riso al latte. Tra i ristoranti consigliati c’è il Burchiello sul lungo lago e La Tavernetta, dove si consiglia di mangiare i ravioli bicolore al gorgonzola e noci.

Dove Dormire a Verbania

A Verbania si può pernottare in hotel, B&B, camping quasi sempre con vista lago, confortevoli e adatti a soggiorni sia brevi che lunghi.

Qui sotto trovi le migliori offerte, sempre aggiornate.



Booking.com

mm

Mare mare mare, sai che ho voglia di...Sviaggiare! Qui trovate tutte le mie guide sulle destinazioni marine, con dritte su come evitare la ressa o i prezzi troppo alti. Seguitemi!

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it