Sestri Levante: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Sestri Levante è una località ligure molto bella e accogliente che fa parte dell’area metropolitana genovese e si trova a est, sul Golfo del Tigullio. È chiamata città dei due mari poiché è presente un promontorio che, attraverso un istmo, giunge sino all’acque e il centro storico guarda verso due baie: la Baia del Silenzio e la Baia delle Favole.

Un tour a Sestri Levante merita il tempo che le dedicherete, perché è unica e speciale.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Sestri Levante

Cosa vedere a Sestri Levante

La Baia del Silenzio

La Baia del Silenzio si trova e est del promontorio Isola e accoglie vite di pescatori e turisti insieme. Sono tante le barche che passano per questo piccolo porto sulle incantevoli acque azzurre. Le case liguri, tutte variopinte, si affacciano sulla baia e tra esse è incluso l’ex Convento dell’Annunziata.

Su una roccia situata lungo la spiaggia è posta la suggestiva Statua del Pescatore, creata da Leonardo Lustig. Sono tanti gli artisti ad essere stati stregati da questo posto, tra di loro lo scrittore Andersen, al quale è stato dedicato un festival cittadino.

Come arrivare. La baia dista 1 km dalla stazione ferroviaria e può essere raggiunta con circa 15 minuti di camminata, passando per via Eraldo Fico Virgola e poi per via XXV Aprile. Potete prendere gli autobus 64 e 40 in direzione Sestri e 50 verso Varese Ligure, scendendo in Piazza della Repubblica e proseguire imboccando via Dante Alighieri e via XXV Aprile.

Quando e quanto: potrete accedere gratuitamente alla baia, in qualsiasi momento.

Ex Convento dell’Annunziata

Come accennato, l’ex Convento dell’Annunziata si trova nella Baia del Silenzio, esattamente sulla collina.

Fu edificato dai Padri Domenicani nel 1496, per essere poi sconsacrato durante il dominio napoleonico e rimaneggiato nel corso del tempo.

Le parti originali sono l’area absidale, il chiostro, gli affreschi e la volta nella chiesa e vari stucchi.

Una società di benefattori l’acquistò nel 1867 che fino al 1982 lo trasformò in colonia marina.

Oggi l’ex Convento dell’Annunziata appartiene al Comune di Sestri Levante che lo ha trasformato in un centro dedicato a mostre, concerti ed eventi come matrimoni. All’interno potrete ammirare tre incantevoli terrazzamenti sul mare, una biblioteca, un auditorium e degli uffici pubblici.

Come arrivare: dalla stazione ferroviaria potete seguire le indicazioni per la Baia del Silenzio, sia a piedi che in autobus. Giunti al porticciolo, l’ex Convento dell’Annunziata è sulla punta del colle, alla fine di via Portobello.

Quando e quanto: l’ingresso è gratuito e gli orari sono legati agli eventi, alle sale o terrazze.

Palazzo Negrotto Cambiaso

Palazzo Negrotto Cambiaso si trova alle spalle dell’ex Convento dell’Annunziata, su un lembo di terra che separa il promontorio dalla Baia del Silenzio. Si tratta di una struttura antica che al suo interno è arricchita da belle decorazioni, tele e affreschi; anche questo edificio è spesso adibito ad aventi di varia natura. Al suo interno è sorto anche il Polo Tecnologico che accoglie un laboratorio destinato a iniziative imprenditoriali e start-up.

Come arrivare: la strada è la stessa che per l’ex convento. Potete prendere i bus 40, 64 e 50 fino a Piazza della Repubblica.

Quando e quanto: l’ingresso è gratuito e gli orari variano in base agli eventi.

Museo Archeologico e Palazzo Fascie

Il Museo Archeologico, che accoglie una serie di reperti dal Paleolitico e Mesolitico fino al Medioevo, è situato all’interno del Palazzo Fascie, il cuore culturale di Sestri Levante. Il palazzo è stato costruito nei primi del Novecento e comprende una torre estranea all’edificio che rappresenta la cultura cittadina.

Come arrivare: il palazzo si trova in Corso Colombo 48 e potrete raggiungerlo camminando lungo via Eraldo Fico Virgola e via Nazionale.

Quando e quanto: il Museo Archeologico apre tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00. il prezzo del biglietto è di 5,00 € intero, 3,00 € il ridotto per gli over 65 e i bambini dai 5 ai 12 anni.

La Chiesa Medievale di San Nicolò dell’Isola

La Chiesa Medievale di San Nicolò dell’Isola, che si trova in mezzo al verde, risale al 1151 e si trova appunto sul promontorio Isola; è stata costruita in stile romanico, vanta una pianta di tipo basilicale divisa in 3 navate con colonne e capitelli in pietra.

La facciata della chiesa è stata costruita nel XV secolo e grazie ai restauri che hanno eliminato le caratteristiche barocche, oggi è possibile vederla esattamente come in origine.

Come arrivare: la chiesa si trova a 1,3 km dalla stazione ferroviaria della città e a 20 minuti di camminata. È possibile arrivare con i bus 40, 50 e 64.

Quando e quanto: la chiesa è sempre accessibile, gratuitamente.

Resti dell’Oratorio di Santa Caterina

Andando verso la Chiesa di San Nicolò vi imbatterete nei resti murari dell’Oratorio di Santa Caterina che risale al XVI secolo. L’oratorio fu distrutto durante i bombardamenti del 1944, quando furono messi in salvo importanti opere tra cui dipinti, mazze processionali, tabarrini del 700 e la scultura lignea del Martirio di Santa Caterina, oggi tutti presenti nella Chiesa di San Pietro in Vicoli.

Lungo il cammino vedrete delle statue religiose e interessanti iscrizioni.

Come arrivare: il percorso è quello per la Chiesa di San Nicola, circa 100 metri prima a sinistra e a 20 minuti dalla stazione.

Quando e quanto: sempre accessibile, gratuitamente.

La Galleria Rizzi

La Galleria Rizzi è il maggiore museo della zona e si trova all’interno di via Cappuccini. Si tratta di una collezione di pezzi del ‘400 e ‘500 che comprende opere come La Madonna col Bambino del Pastura, la Crocifissione del Parodi e la Cuciniera del Campi.

Tra i vari oggetti presenti al suo interno, vi è anche un cassettone lombardo del 700 e vari stipi di legno intarsiato che risalgono al ‘600.

Come arrivare: la Galleria Rizzi si trova a 1 km dalla stazione ferroviaria e a 12 minuti di camminata. Potete prendere i bus 40, 50 e 64 e scendere in Piazza della Repubblica.

Quando e quanto: da maggio a ottobre è aperto la domenica dalle 10.00 alle 13.00, fino a settembre il mercoledì dalle 16.00 alle 19.00 e dal 20 giugno al 10 settembre anche il venerdì e sabato dalle 21.30 alle 23.30. Il prezzo del biglietto è di 5,00 €.

La Baia delle Favole

Al lato opposto del promontorio vi è la Baia della Favole, che si apre a ovest e verso Chiavari. È meno raccolta della Baia del Silenzio, ma maggiormente adatta per fare piacevoli passeggiate sul porticciolo di Sestri Levante. Offre spiagge di sabbia e sassi neri bene attrezzate dove troverete lidi attrezzati e piacevoli locali dove coccolarvi e divertirvi di fronte al mare.

Come arrivare: dalla stazione la baia dista circa 1,6 km e richiede 20 minuti di camminata verso via Olive di Stanghe, via Milano e a sinistra verso via Vittorio Veneto. È anche presente un’ottima pista ciclabile.

Quando e quanto: sempre accessibile, gratuitamente.

La Chiesa di Santa Maria Immacolata

La Chiesa di Santa Maria Immacolata con le sue righe bianche e nere e lo stile medievale a unica navata, è stata costruita nel 1683 e si affaccia sulla Baia del Silenzio.

Una volta terminati i lavori, divenne la sede dei frati cappuccini i quali trovarono l’isolamento necessario che prima mancava loro. All’esterno della chiesa c’è una bellissima terrazza panoramica mentre, all’interno, custodisce importanti opere come la statua lignea dell’Immacolata, risalente al XVIII secolo e il dipinto di Domenico Fiasella.

Come arrivare: la chiesa si trova a 2 km dalla stazione e vi si giunge con 12 minuti di camminata. Potete anche prendere i bus 40, 50 e 64.

Quando e quanto: è sempre aperta tranne durante gli orari della messa (8.30 nei feriali e 8.30 e 10.30 nei festivi). L’accesso è gratuito.

Cosa fare a Sestri Levante

Sentiero di Punta Manara

Il Sentiero di Punta Manara è di tipo naturalistico ed è molto apprezzato dagli amanti del trekking. Offre una serie di paesaggi mozzafiato e richiede un’ora di cammino per arrivare alla vetta. Circondato dal verde di pini marittimi, corbezzoli, ulivi antichi, lecci, vi consente anche di riposare sulle panchine fronte mare.

Come arrivare: si parte da vico del Bottone, nel centro storico cittadino.

Quando e quanto: il sentiero è sempre gratuitamente accessibile.

Vivere la movida a Sestri Levante

Sestri Levante è una località di moda soprattutto durante l’estate, eppure il momento giusto per vivere la movida serale nelle due baie e in via XXV Aprile è in primavera e autunno. La città diventa molto viva soprattutto durante il Festiva Andersen e nella notte, quando pub, discoteche e locali si illuminano.

Cosa e dove mangiare a Sestri Levante

A Sestri Levante i piatti tipici sono la focaccia e la farinata di ceci, ma anche le torte salate, i testaroli, le lasagne la pesto e la zuppa di pesce, nota come Ciuppin.

Potete mangiare la cucina tipica del posto al:

  • Ristorante Tapullo Shop&Taste, si trova in via Portobello,1, numero 329.9551556. Assaporerete ottimi taglieri, piatti liguri e aperitivi;
  • Ristorante Pelagica a ridosso, si trova in via Pilade Queirolo, 7, numero 333.3642938. Mangerete piatti tipici a base di pesce.

Come arrivare a Sestri Levante

Sestri Levante può essere raggiunta da Milano prendendo la A21 e da Roma la A1 fino a Firenze e poi prendendo la A12.

In treno, da Milano potrete prendere gli Intercity diretti a 26,00 € a tratta o con cambio a Genova, salendo sul Frecciabianca e poi sul Regionale a circa 30,00 €. Con il treno da Roma si deve fare cambio a La Spezia, prendendo dunque Frecciabianca e poi regionale, al prezzo di 60,00 €.

A questo link trovate le migliori offerte di treni per Sestri Levante.

Dove dormire a Sestri Levante

Qui trovate le migliori offerte di alloggio, sempre aggiornate.



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo
Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt