Cinqueterre: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Se avete deciso di visitare le Cinque Terre, da Monterosso fino a Riomaggiore, passando per Manarola, Corniglia e Vernazza, farete sicuramente un viaggio indimenticabile. Avrete l’occasione di vedere luoghi e scorci sul mare unici ed emozionanti, ma anche suggestivi borghi arroccati sulla costa ligure.

Situate sul versante di Levante ligure, le Cinque Terre sono tra i posti più belli dell’intera costa; la loro posizione tra mare e terra le ripara dal vento freddo e consente di vivere in un clima mite durante tutto l’anno. Il fascino che oggi caratterizza queste terre è dato anche da fatto che per secoli l’uomo abbia avuto difficoltà a insediarvisi.

Le Cinque Terre sono caratterizzate da sentieri, mare, paesaggi e ambiente spettacolare, al punto da essere state dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco nel 1999, ma con una peculiarità, ovvero di includere nella tutela un ambiente antropizzato, fatto di muretti a secco e terrazzamenti.

Il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha adottato una carta utile per usufruire dei servizi erogati dall’Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre e si tratta della Cinque Terre trekking Card e della Cinque Terre Treno MS Card, frutto di una convenzione con Trenitalia, prenotabili anche online.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B nelle Cinqueterre

Cosa vedere nelle Cinqueterre

Nelle Cinque Terre, innanzitutto, ammirerai i centri abitati circondati dal verde che si sviluppano sulla roccia, sono caratterizzati da case-torri sui toni del rosa e del giallo che si affacciano direttamente sul mare blu cobalto. Intorno ci sono i terrazzamenti, i cosiddetti ciàn, sorretti da muretti a secco su cui sono coltivati orti, vigne, mulattiere, oliveti, scalinate, ecc…

L’intera costa è frastagliata e ripida, sono presenti cale, baie e insenature, mentre le spiagge sono poche e i borghi, a esclusione di Corniglia, vantano ognuno un suo porticciolo. La sola vera e propria spiaggia spaziosa è quella di Fegina a Monterosso, che è stata addirittura inclusa da Forbes tra le 25 più affascinanti del mondo.

Per visitare i centri abitati o giungere ai sentieri, occorre lasciare le auto fuori dai centri abitati, usare il treno o passare via mare.

Prenota -> Gita di 1 giorno alla Cinqueterre

Il Sentiero Azzurro è lungo 12 chilometro ed è il più bello e famoso; collega tutte e cinque le terre e il primo tratto è quello noto come Via dell’Amore: si trova tra Riomaggiore e Manarola ed è caratterizzato da scorci sulla macchia mediterranea e sul mare.

Arrivando da La Spezia incontrerete Riomaggiore, che si trova tra due colline che si affacciano a strapiombo sul mare. Sono tante le scalinate e i viottoli che passano attraverso le case-torri rosa o gialle e con i tetti fatti in ardesia, tipiche del posto. A Riomaggiore potrete ammirare la Chiesa di San Giovanni Battista, l’Oratorio di Santa Maria Assunta e il Castello, tutti con accesso gratuito.
Dal questo borgo parte il Sentiero Azzurro, a cominciare dalla Via dell’Amore; è possibile anche dirigersi verso il Santuario Madonna di Montenero e proseguire per Volastra.

Manarola è una frazione di Riomaggiore ed è posizionato su un monticello roccioso scuro; il porticciolo si trova tra due speroni di roccia e anche qui sono presenti le case-torri tra le colline. Questo borgo risale al XII secolo e il cuore è situato in Piazza Papa Innocenzo IV, dove si trovano la Chiesa di San Lorenzo, il Campanile Bianco, l’Oratorio dei Disciplinati e l’antico Ospedale di San Rocco.
Assolutamente da percorrere è la Via del Belvedere, che porta sino al porticciolo e alla marina.

Corniglia si differenzia dagli altri quattro borghi per il fatto di trovarsi su un promontorio e di non avere un porto sul mare: vi si accede passando per una scalinata di 377 gradini, detta Lardarina, oppure prendendo il bus che è compreso nella Cinque Terre Card. Corniglia era la residenza dei nobili genovesi Fieschi e vanta un’architettura è unica nel suo genere: le case sono più basse e la tendenza è più agricola che marittima. Sin dall’Antica Roma, qui si sfruttavano i vigneti e le terre per produrre un ottimo vino bianco, al punto che varie anfore rinvenute a Pompei erano siglate con il nome di questo borgo.

Da visitare, la Chiesa gotica di San Pietro, il Largo Taragio, la nota pizza sul mare, l’Oratorio dei Disciplinati e la scalinata verso la Marina di Corniglia: vi potrete rilassare sulla Spiaggia di Guvano, composta da sassi e sabbia.

Vernazza vanta il solo porto naturale delle Cinque Terre, creato da uno sperone di roccia che prosegue fino al mare e sul quale sorge il paesino. Le sue belle case aggraziate, decorate e colorate si ergono in verticale e testimoniano i buoni status sociali ed economici del posto. Vernazza è dominato dai resti di Castrum, di cui ci sono giunti il Castello Doria e la una torre cilindrica. Da visitare è la Chiesa di Santa Margherita di Antiochia: ai suoi piedi si trovano invece il porticciolo e la marina.

Monterosso è diviso in due dalla collina di San Cristoforo ed il borgo più antico e maggiore delle Cinque Terre. Vanta un bel centro storico che raccoglie le rovine del castello dei Signori di Lagneto, oltre ad altre fortificazioni. Dovete visitare la Chiesa di San Giovanni Battista, il Castello dei Fieschi e il Monastero e la Chiesa dedicati a San Francesco.
La maggiore spiaggia di tutte le Cinque Terre si trova a Fegina, dove potrete visitare anche la bella Villa Montale, dedicata al Nobel per la letteratura che vi soggiornò, situata al centro del parco letterario a lui dedicato.

Lista attrazioni e monumenti Cinqueterre

Imperdibili, quando andrete a visitare le Cinque Terre, sono:

  • la Spiaggia di Monterosso;
  • il Castello Dori, a Vernazza: aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19. Costo del biglietto 1,50 €.
  • l’Oratorio di Santa Croce o dei Bianchi;
  • la Chiesa di Santa Margherita di Antiochia, in Via G M Pensa, 5, 19018 Vernazza SP. È possibile visitarla prenotando un tour delle Chiese;
  • la Chiesa di San Giovanni Battista;
  • il Convento dei Frati Cappuccini;
  • il Santuario di Nostra Signora di Soviore
  • il Parco Nazione delle Cinque Terre, al quale è possibile accedere tramite l’apposita carta servizi;

Cosa fare ed esperienze nelle Cinqueterre

Tra le principali cose da fare nelle Cinque Terre ci sono le seguenti tappe:

  • una serie di gite giornaliere lungo tutti i borghi;
  • il sentiero Monterosso-Vernazza;
  • i tanti sentieri per gli amanti del trekking;
  • la Spiaggia di Fegina;

Come arrivare alle Cinqueterre

Potete arrivare alle Cinque Terre prendendo il treno, che parte ogni 20 minuti e una volta arrivati, acquistare la Cinque Terre Card, la quale vi consentirà di usufruire anche dei servizi aggiuntivi del Parco Nazionale. Monterosso e Levanto sono serviti anche da treni interregionali.

In auto arriverete dall’autostrada A12 da Genova-Livorno o con l’A15 da Parma con uscita a La Spezia fino alla SS 370 verso Riomaggiore e Manarola. È sconsigliato andare a Vernazza e Corniglia in auto perché la strada è stretta e tortuosa.

Gli aeroporti di Pisa e di Genova sono ottimamente collegati, ma si arriva agevolmente anche da Linate, Malpensa e Firenze.


La costa può essere ammirata anche dal mare, perché d’estate non mancano i giri in barca e battello.

Cosa e dove mangiare alle Cinqueterre

Alle Cinque Terre troverete una serie di piatti tipici quali acciughe di Monterosso, frittelle di bianchetti, Monterossina, Pandolce con Sciacchetrà, torta di riso, cozze ripiene e zuppa Mescciüa.

Prenota -> Tour gastronomico delle Cinque Terre

Tra i migliori ristoranti trovate:

  • Osteria la Torpedine, in via Gramsci 25, 19017 Riomaggiore, telefono +39 0187 920692. Troverete cucina mediterranea, tipica e a base di pesce;
  • Coppun Magru, Via Riccobaldi, 1 Parco Nazionale delle Cinque Terre, 19017 Manarola, telefono +39 0187 760057. Anche qui, cucina di mare e tipica del posto.

Prenota -> Tour enogastronomico delle Cinqueterre

Dove Dormire alle Cinqueterre

Ogni borgo ha le sue caratteristiche ma, a prescindere dalla scelta del paese dove alloggiare, se lo fate in primavera o estate, è bene prenotiate con largo anticipo.

Scegliete Monterosso se per voi è importante trascorrere del tempo al mare, viste le sue spiagge sabbiose; è la scelta adatta anche se desiderate spendere un po’ meno, considerata l’ampia scelta degli alloggi.

La maggior parte degli alberghi di Vernazza si trovano sulla piazza con vista sul porto, pertanto sarebbe una scelta romantica e unica, grazie ai tramonti che offre.

Manarola è la più fotografata per merito delle sue vedute e i panorami da cartolina, mentre Corniglia, pur non essendo sul mare, regala privacy e tranquillità a chi cerca la pace.

Infine, se siete un gruppo di giovani alla ricerca della movida, la scelta migliore è senza dubbio Riomaggiore, con i suoi pub e locali notturni.



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo