Agrigento: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Agrigento: cosa vedere durante una vacanza?

Questa città è la perfetta congiunzione fra arte, cultura e natura.

Volete rilassarvi? Volete arricchire la vostra cultura? Volete restare affascinati da monumenti spettacolari e panorami indimenticabili? Agrigento è la vostra meta ideale.

In questa città sono confluite tante e differenti civiltà che hanno contribuito a renderla la perla siciliana che è.

Visitare Agrigento è come fare un viaggio nel tempo, fra le rovine dei templi, ed è come fare un viaggio nelle culture, fra arabi e greci per scoprire il vero fulcro della vissuto siciliana.

Si presume che Agrigento venne fondata nel 580 a.C. ed originariamente il suo nome era Akragas. Cretesi, miceni romani e cartaginei si sono susseguiti e stanziati in questo luogo edificando templi e lasciando segni del loro passaggio. Furono i romani a ribattezzarla Agrigentum.

Nel 1997, Agrigento, è stata nominata patrimonio umanitario dell’Unesco.

Ed infine vi ricordo che qui nacque un certo Luigi Pirandello.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B ad Agrigento

Cosa vedere ad Agrigento

La Valle dei Templi

E’ stata costruita sulle rovine dell’allora Akragas, città della Magna Grecia. Osserviamo il tempio della Concordia, in stile dorico come tutti gli altri, il il tempio di Ercole, il primo ad essere costruito , il Tempio di Zeus, che fu il più grande di tutto l’occidente, e il tempio di Giunone, bruciato dai cartaginesi.

Questo luogo è stato inserito nei siti patrimoni dell’umanità dall’Unesco nel 1998.

Giardino della Kolymbetra

Sempre restando nella Valle dei Templi ammiriamo il Giardino della Kolymbethra, un’area archeologica naturale. Il nome si deve ad una piscina creata convogliando l’acqua che trasudava dalla pietra porosa.

Il giardino ospitato presenta caratteri mediterranei con alberi di agrumi, pistacchi e mandorle. Nei pressi visitiamo il tempio di Efesto.

Casa-museo di Luigi Pirandello

Qui nacque il premio Nobel per la letteratura.

La casa fu edificata nel ‘700 e subì gravi danni durante il secondo conflitto mondiale.

Nel pianterreno possiamo visitare la casa-museo che ospita mostre temporanee dedicate allo scrittore mentre nel piano superiore sono esposte prime edizioni delle sue opere, fotografie, manoscritti e oggetti personali di Pirandello.

Visitare Agrigento: cose da fare

Passeggiare nelle spiagge di San Leone

Dista pochi km dal centro di Agrigento ed è una spiaggia di un fascino incredibile: sabbia dorata ed acqua cristallina.

Ottima meta estiva: è attrezzata con campi da tennis e pallavolo per i più sportivi, parchi giochi per i bambini ma anche bar e locali che animano la vita notturna.

Amate il surf? Ottimo!

Visitare il Museo archeologico

Fu fondato negli anni ’60 dove sorgeva l’antica agorà di Akragas.

All’interno espone oltre 5.600 reperti collegati alla Valle dei Templi e non solo, poiché vi sono reperti che vanno dalla preistoria fino all’epoca greco-romana.

Vi sono due settori: uno è dedicato alla città antica ed il secondo alla provincia agrigentina e di Caltanissetta con reperti greci di notevole importanza.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo