Alessandria: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Oltre a essere la seconda città per ampiezza del Piemonte, Alessandria è uno dei borghi più affascinanti e ricchi di storia del Nord Italia, meta ogni anno di migliaia di turisti che la scelgono come meta delle proprie vacanze.

Alessandria infatti è situata in un punto strategico che la rende molto fruibile da visitare e da raggiungere, con la fortuna di stare proprio nel mezzo delle tre città più grandi del nord Italia, ovvero Milano, Torino e Genova. Si trova precisamente a un’ora di macchina da ognuna di queste metropoli, il che la rende il luogo ideale per un week-end all’insegna del relax, della cultura e della storia.

Sicuramente solo un fine settimana non è abbastanza per ammirare e visitare tutto quello che di bello può offrire questa città, ma può essere sufficiente per immergersi nella magia di un borgo che pullula di storia, panorami mozzafiato, edifici di enorme rilevanza storica e bellezze naturali uniche nel loro genere.

Proprio per questo motivo, se hai intenzione di visitare la città di Alessandria, che sia per due giorni o per due settimane, di seguito abbiamo selezionati quelli che sono i maggiori punti d’interesse e le attrazioni che non possono mancare nell’itinerario di viaggio di chiunque visiti questa splendida città.

Pronti per il viaggio? Andiamo!

Consulta le migliori offerte di hotel e b&b ad Alessandria

Cosa vedere ad Alessandria: luoghi d’interesse

La Cittadella di Alessandria

Uno dei posti che non si può fare a meno di visitare se ci si reca ad Alessandria è proprio la sua Cittadella.

Infatti, trattandosi di una città con una grande storia alle spalle, che l’ha vista protagonista d’imprese militari e la nomina di una delle fortezze più resistenti dell’epoca, è impossibile non ammirare la Cittadella di Alessandria.

Si tratta di una fortificazione che, nel suo tipo, vanta il primato europeo per grandezza, ed è caratterizzata dall’edificazione proprio sull’incrocio tra due fiumi, fattore che lo rende una meraviglia architettonica di grande rilevanza.

Purtroppo, dopo l’abbandono definitivo da parte dell’esercito italiano nel 2007, l’intera fortezza giace in uno stato di abbandono che vede prendere il sopravvento da piante e rovi che stanno infestando la struttura.

Nonostante questo si tratta di un luogo molto suggestivo e che vale la pena visitare.

Posizione: Via Pavia, 2, 15121 Alessandria AL
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:00

Mosaico del Palazzo delle Poste

Un’attrazione che si può definire inusuale, ma che sicuramente ha un carattere molto interessante e unico è il mosaico presente su una facciata del palazzo delle Poste nel centro della città.

Si tratta di un mosaico in un ostile che mischia il fascismo all’arte medievale, realizzato da Severini nel 1941e diventato uno dei luoghi più visitati di Alessandria.

Posizione: Piazza della Libertà

Ponte Meier

Si tratta di uno dei ponti architettonicamente più suggestivi del nord Italia, l’unico mai realizzato da Richard Meier, architetto di fama mondiale che ha creato alcuni degli edifici bianchi più famosi del mondo come il Getty Center della città di Los Angeles e il Museo dell’Ara Pacis a Roma.

Il Ponte Meier, dopo qualche critica perché è andato a sostituire un ponte di età napoleonica, oggi è diventato un simbolo che rappresenta Alessandria in tutta la nazione, adibito per il collegamento tra la città e la Cittadella, percorribile sia in auto che a piedi.

Una passeggiata su questo ponte, magari nelle ore del tramonto per raggiungere la cittadella, è assolutamente consigliato.

Posizione: Lungo Tanaro San Martino

Museo Cappello Borsalino

La città di Alessandria, come abbiamo accennato in precedenza, è colma di arte e cultura, e proprio per questo motivo è la meta ideale per tutti gli amanti dei musei, anche quelli un po’ differenti.

Sicuramente un’attrazione che non può mancare se si ha intenzione di visitare Alessandria è il Museo del Cappello Borsalino.

Si tratta di un museo dedicato ai famosissimi e rinomati cappelli Borsalino, un’azienda artigianale Made in Italy conosciuta in tutto il mondo per la produzione di cappelli di qualità elevatissima e unici nel loro genere.

Cappelli tanto apprezzati e di alta classe che hanno fatto innamorare personaggi del calibro di Gabriele D’Annunzio, Ernest Hemingway, Winston Churchill, Harrison Ford, Pharrell Williams e Johnny Depp.

Tra i vari edifici che facevano parte della vecchia fabbrica oggi è stato creato un museo che racconta la storia di questa iconica azienda locale che ha portato il Made in Italy ai vertici del mondo.

Posizione: Via Camillo Cavour, 84

Il Duomo della città

Beh, difficile visitare una città senza visitare la sua piazza principale, e lo stesso vale per Alessandria.

Infatti il Duomo di Alessandria è molto suggestivo e caratteristico, con la protagonista indiscussa che è la cattedrale in Piazza Libertà, che vanta il secondo campanile piuttosto alto d’Italia.

Inoltre è presente anche un monumento dedicato a Gagliaudo, contadino che secondo le testimonianze salvò la città dall’assedio di Federico Barbarossa.

Posizione: Piazza Giovanni XXIII

Orari:
Lunedì: 12:15 – 14:00 e 20:00 – 22:00
Mercoledì: 12:15 – 14:00 e 20:00 – 22:00
Giovedì: 12:15 – 14:00 e 20:00 – 22:00
Venerdì: 12:15 – 14:00 e 20:00 – 22:00
Sabato: 20:00 – 22:00

Cosa fare ad Alessandria

Oltre ai posti da visitare Alessandria è anche pie a di cose da fare e vivere, andiamone a scoprire qualcuna.

Alessandria terra di vini

La provincia di Alessandria è molto rinomata per i vini provenienti da questa terra, con una concentrazione vinicola DOC e DOCG più elevata d’Italia.

Proprio per questo motivo è d’obbligo godersi un buon aperitivo o fare una delle tante degustazioni di vino che si possono fare in città.

Passeggiata nel centro storico

Passeggiare per il centro storico della città, perdendosi tra i numerosi negozi d’abbigliamento, le diverse salumerie e le rinomate pasticcerie è una delle cose più rilassanti che si possono fare ad Alessandria.

Infatti il centro storico è molto bello e dinamico, pieno di cose da fare e vedere per trascorrere una tipica serata alessandrina.

Godersi la vita notturna della città

Alessandria ha la nomea di essere una delle città più attive del nord Italia, con una movida piuttosto movimentata.

Infatti sono moltissima i locali, al centro e in periferia, che ogni sera organizzano eventi di qualsiasi genere e animano la notte.

Basta solo decidere dove andare.

Alessandria come arrivare

La città di Alessandria, come abbiamo visto all’inizio di questo articolo, si trova in una posizione centralissima, proprio nel mezzo delle tre maggiori metropoli del nord Italia.

Proprio per questo motivo raggiungerla è molto semplice e agevole:

  • da Genova bisognerà prendere l’autostrada A26 in direzione Alessandria, oppure la A7 in direzione Milano per poi prendere la A21 in direzione Torino verso Alessandria, e in circa un’ora si arriverà a destinazione
  • da Torino basterà prendere la A21 in direzione Piac3nza per poi uscire ad Alessandria Ovest
  • da Milano prendere la A7 verso Genova per poi dirigersi verso il raccordo A21 Tortona verso Torino, per poi prendere le uscite Alessandria Est od Ovest.

Alessandria inoltre è ottimamente collegata anche per i viaggi in treno, con numerose partenze da i principali hub del nord Italia con Ferrovie dello Stato e Italo. A questo link trovi le migliori offerte.

Alessandria cosa e dove mangiare

Tutto il territorio della provincia di Alessandria vanta una grande cultura enogastronomica, fattore che rende questa città il luogo perfetto dove potersi godere ottimi pasti e bere alcuni dei vini più pregiati del nostro paese.

Di seguito alcuni piatti tipici che non devo mancare nel menù delle vostre cene:

  • Il brasato è un piatto simbolo di questo territorio, rinomato in tutto il mondo. Impossibile non gustarvi un ottimo brasato con della carne locale cotta lentamente su un liquido di cottura composto da dell’ottimo vino locale.
  • pollo alla Marengo: un piatto tra i più amati e più caratteristici della città, pollo con gamberi di fiume e uova, una vera delizia per il palato.
  • Rabaton: degli involtini di spinaci ripieni di ricotta ed erbe, poi messi a bollire e in seguito gratinati con burro, salvia e formaggio.
  • Lacabòn: un dolce tradizionale con una base di miele e albume d’uovo

Il tutto rigorosamente accompagnato da un calice, o una bottiglia del superlativo vino locale.

Alessandria dove dormire

La città di Alessandria offre infinite possibilità di pernottamento, ognuna adatta a ogni singola esigenza.

Infatti ci sono moltissimi B&B, Hotel, alberghi, residenze, affitta camere e appartamenti, che permettono a questa città di offrire una vasta gamma di strutture ricettive ai propri turisti.

La spesa media a notte è di circa 70 euro in due, ma sono disponibili soluzioni ottimali anche a prezzi minore e, ovviamente, anche a prezzi maggiori.

Di seguito alcune soluzioni di pernottamento ad Alessandria:

Qui sotto trovi, invece, le migliori offerte sempre aggiornate.



Booking.com

mm

Sono il Caporedattore di Sviaggiare, ma scrivo anche! Mi occupo, in particolare, delle guide sulle grandi città, italiane o internazionali. Dove c'è metropoli c'è vita, e ci sono io a descriverla.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it