Asti: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Asti é la provincia piemontese nota come la città delle Cento Torri, per le caratteristiche costruzioni che adornano edifici e Chiese.

Situata nella valle del fiume Tanaro, sorge tra le meravigliose colline delle Langhe e il Monferrato, godendo di una posizione geografica privilegiata che la pone quasi al centro del Piemonte e al confine con la Liguria.

Questa alternanza di rilievi e vallate offre dei paesaggi unici dove si possono ammirare quelle lunghe distese di vitigni che l’hanno resa celebre nel mondo. Veramente ricca di storia, tradizioni e bellezze naturalistiche: per questo abbiamo stilato una lista di attrazioni che vi consentiranno di programmare con cura il vostro itinerario.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B ad Asti

Cosa vedere ad Asti: luoghi di interesse

I siti di maggior interesse storico di Asti necessitano di un ticket di accesso: potreste acquistarlo presso la biglietteria situata a Palazzo Marinetti dal martedì alla domenica, dalle ore 10:00 alle 19:00, orari di visita validi anche per i 7 luoghi in elenco. Sul sito fondazioneastimusei.it disponibili informazioni su tariffe e servizi. Il ticket consente l’accesso a Palazzo Mazzetti, Cripta e Museo di Sant’Anastasio, Palazzo Alfieri, Museo Guglielminetti, Domus Romana, Complesso di San Pietro in Consavia e la Torre Troyana: quest’ultima rimane chiusa nel periodo compreso tra il 1 Novembre e il 31 Marzo per motivi di sicurezza.

Prenota –> Visita guidata di Asti

Il centro storico

Piccolo e raccolto, il centro storico di Asti offre molto da vedere a cominciare da Piazza Alfieri dove la prima domenica di settembre si svolge, da otto secoli, nell’ambito dei festeggiamenti per San Severo, un Palio che entusiasma e coinvolge tutti gli astigiani con una corsa di cavalli e fantini accompagnati da ben 1200 personaggi in costume d’epoca. Al di là del Palio la piazza, a struttura triangolare, è assolutamente da non perdere.

Palazzo Alfieri

Casa del celebre Vittorio, é possibile visitare con un percorso guidato o in autonomia, in base alle vostre preferenze, sia il giardino che la villa dove é nato e cresciuto il drammaturgo: attenzione però, l’accesso ai singoli visitatori é consentito solo nei week-end.

Corso Vittorio Alfieri

Su quella che é la via dello shopping astigiano due tappe, molto diverse tra loro, sono d’obbligo: la prima é la Cripta di Sant’Anastasio, dove, oltre alla cripta del martire, sono ben visibili i resti della pavimentazione romana e degli insediamenti tardo-antichi con le tombe dell’VIII secolo; la seconda é una visita alla pasticceria Giordanino, locale in originale stile Liberty, dove degustare le torte della tradizione.

La Collegiata di San Secondo

Costruita sul luogo dove avvenne il martirio di San Secondo, patrono della città di Asti. Della costruzione originale oggi rimangono il campanile e parte della cripta. I lavori della chiesa gotica così come visibile oggi, iniziarono nel 1256 e continuarono per oltre due secoli. Al suo interno vengono custoditi i drappi del Palio che ogni anno vengono offerti al Santo Patrono.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Gottardo

Il più grande esempio di architettura gotica del Piemonte, fu edificata per spostare, in posizione più sicura per i tempi, la curia. Sotto l’abside si trova la ‘Cripta dei Vescovi‘ luogo di sepoltura dei vescovi astigiani. Realizzata con materiali poveri quali l’argilla e l’arenaria ha comunque la magnificenza di una cattedrale a tre navate con rosoni sulla facciata e incantevoli decorazioni all’interno. L’ingresso é gratuito e si accede compatibilmente con le celebrazioni liturgiche.

Torre Troyana o Torre dell’Orologio

È la torre più antica della città e sicuramente la meglio conservata del Piemonte; la sua struttura intatta ospita l’orologio. Originariamente parte dell’abitazione della famiglia Troya e solo successivamente adibita a ospitare le campane che scandivano le ore. È possibile salire sulla torre acquistando lo Smarticket Asti Musei a Palazzo Mazzetti.

Battistero di San Pietro

Appena fuori al centro storico vero e proprio, é detto anche la Rotonda ed è uno dei più importanti monumenti astigiani. Il Chiostro e parte dell’edificio ospitarono i Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme.

Cripta Di Sant’Anastasio e Museo Lapidario

Sono visibili i resti di ciò che rimane di un intero complesso dedicato al santo. La pianta della cripta è suddivisa in tre navate sostenute da volte a crociera. Intorno alla cripta furono trovati anche resti di abitazioni romane. Riportata alla luce solo agli inizi del ‘900, al suo interno oggi si trova il Museo Lapidario dove è conservata una lapide funeraria di epoca romana e altri capitelli e lapidi di epoca medioevale.

Cosa fare ad Asti

Asti e l’astigiano sono famosi nel mondo per le ricchezze eno-gastronomiche quindi, non potete rinunciare a fare questo tipo di esperienze. Per godervi questa visita senza dover pianificare il tour e gli ingressi, potrete prenotare una visita guidata e lasciarvi portare senza perdervi i tratti più salienti di questa cittadina ricca di fascino e storia.

Terra del vino e patria dell’Asti Spumante Docg, oltre alle famose colline, di gran valore sono anche le diverse aree protette come il Parco Naturale di Rocchetta Tanarola Riserva Naturale Speciale delle Valli AndonaBotto e Grande o ancora la singolare Oasi WWF – Forteto della Luja, che comprende uno splendido tratto di Langa.

Proteste inoltre provare un piacevole tour di degustazione del Barolo.

Come arrivare ad Asti

Asti è raggiungibile con l’autostrada A21 Torino – Piacenza, uscite Asti Est, Asti Ovest e Villanova.
Per chi proviene da Milano, si percorre la A7 fino a Tortona, e ci si immette sulla A21 in direzione Asti-Torino.
Da Genova, si può prendere la A26 da Voltri fino ad Alessandria e quindi la A21.
Da Cuneo o Alba, è aperto il tratto dell’autostrada A33.

In treno potrete arrivare con le linee Torino-Genova e Torino-Piacenza-Bologna; qui troverete orari e offerte.

L’aeroporto più vicino é quello di Torino (a 60 km circa); poi quello di Genova (a 110 km circa) e infine quelli di Milano Malpensa e Milano Linate (entrambi a 130 km circa).

Cosa e dove mangiare ad Asti

Alcuni piatti che dovete assaggiare:

  • Agnolotti all’Astigiana: ripieni di trito di carni miste
  • Coniglio all’Astigiana: farcito di cipolle, pancetta, burro e un misto di erbe aromatiche.
  • Bagna Cauda: Composta da aglio, olio e acciughe dissalate ai quali si possono aggiungere anche burro, panna, latte e noci tritate.
  • Agliata del Monferrato: foglie di erbe aromatiche tritate con aglio, sale e pepe, succo di limone, olio e mescolate con toma fresca. Il tutto su crostini di pane abbrustolito.

Prenota –> Tour di street food ad Asti

Due locali che vi segnaliamo, in particolare:

  • Osteria del Diavolo, in Piazza San Martino,6
  • Il Brillo Parlante, via Garetti, 26

Dove dormire ad Asti

La città propone un’offerta ampia e di qualità: a voi scegliere tra il B&B da 45€ in su, l’agriturismo intorno ai 70€ o l’hotel fino a 150€/notte. Ovviamente in base al periodo. Qui sotto trovate le migliori offerte sempre aggiornate.



Booking.com

mm

L'avventura è il mio pane quotidiano, e mi piace viverla fino in fondo! Su Sviaggiare mi occupo delle mete esotiche e dei viaggi più complessi da organizzare. Leggete le mie guide e scoprite come si fa!

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it