Museo d Orsay: orari, prezzi e cosa vedere

Immaginate un’antica stazione ferroviaria trasformata in un santuario dell’arte! Il Museo d’Orsay a Parigi è esattamente questo, situato nell’incantevole cornice di una ex stazione ferroviaria, un vero e proprio paradiso per gli amanti dell’arte impressionista e post-impressionista. Conosciuto in tutto il mondo per la sua straordinaria collezione di opere il museo attira ogni anno migliaia di visitatori. Dall’imponente “L’origine del mondo” di Gustave Courbet alle vivaci tele di Monet, il Museo d’Orsay è una tappa imperdibile per gli amanti dell’arte.

Il Museo d’Orsay non è solo un’esperienza visiva, ma un viaggio nella storia dell’arte. Situato nel cuore di Parigi, è un luogo che unisce arte, architettura e storia. 

In questo articolo vogliamo darvi una guida completa per esplorare al meglio il Museo d’Orsay: dai biglietti agli orari, dalle opere più celebri ai tesori nascosti, fino ai consigli su dove soggiornare nelle vicinanze.

Museo d Orsay: biglietti online e orari

Orari di apertura

Il museo d’Orsay è aperto dal martedì alla domenica 9:30 – 18. Il giovedì è prevista l’apertura serale fino alle 21:45. 

Chiuso il lunedì, il 1° maggio e il 25 dicembre. 

Pacchetti e riduzioni

Potreste anche scegliere un tour guidato, per non perdere nessuna informazione sulle opere di questo museo unico. 

Oppure potete scegliere di acquistare il biglietto per il Museo D’Orsay e per il Musee de l’Orangerie, dove potrete ammirare le Ninfee di Monet e molti altri capolavori impressionisti.

Se vi trovate a Parigi in famiglia, con un bambino o ragazzo di età inferiore ai 18 anni potrete beneficiare della tariffa speciale: “Enfant & Cie” valida per gli accompagnatori di un giovane di età inferiore ai 18 anni, residenti nell’Unione Europea e nel limite di 2 accompagnatori per bambino, che vi permette di acquistare il biglietto a 11€ ad adulto (13€ se comprato online).

La tariffa per l’ingresso serale del giovedì, dalle 18.00, è di 10€ (12€ se comprato online).

Ingresso gratuito

La prima domenica del mese l’ingresso è gratuito! Ma ricordatevi di prenotare anche in questo caso​​​​.

I giovani fino a 18 anni e i visitatori diversamente abili con un accompagnatore hanno diritto all’accesso gratuito. 

Cosa vedere e come visitare il Museo d’Orsay a Parigi

Oltre alle celebri opere, il Museo d’Orsay è esso stesso un capolavoro architettonico, trasformato da stazione ferroviaria in museo, testimoniando l’evoluzione di Parigi nel tempo.

Storia

Il Museo è un emblema dell’arte e della cultura parigina, la sua storia è affascinante e unica. Inaugurato nel 1986, è ospitato nell’edificio della ex stazione ferroviaria di Orsay, costruita per l’Esposizione Universale del 1900.

Questa straordinaria struttura in stile Beaux-Arts, progettata dall’architetto Victor Laloux, ha servito la città fino al 1939. Dopo decenni di vari usi e un rischio concreto di demolizione, negli anni ’70 si decise di trasformarla in un museo. L’obiettivo era colmare un vuoto storico tra le collezioni del Louvre, incentrate sull’arte antica fino all’inizio del XIX secolo, e quelle del Centre Pompidou, dedicate all’arte moderna e contemporanea.

Così, il Museo d’Orsay è diventato la casa dell’arte occidentale dal 1848 al 1914, esibendo principalmente opere impressioniste e post-impressioniste. La sua apertura ha segnato un momento cruciale per la valorizzazione dell’arte di questo periodo, offrendo una nuova prospettiva sull’evoluzione artistica di fine Ottocento e inizio Novecento.

Opere ospitate

Da non perdere “L’origine del mondo” di Gustave Courbet, un’opera audace e rivoluzionaria che sfida i confini dell’arte e della morale dell’epoca, e i capolavori di Auguste Renoir come “Le bagnanti” un’esaltazione della gioia di vivere attraverso colori vivaci e una tecnica pittorica fluida. “Bal au moulin de la Galette” dello stesso Renoir, un affresco vivace della vita sociale parigina dell’epoca; Claude Monet vi incanterà con “Rue Montorgueil”, un dipinto che cattura l’essenza delle celebrazioni parigine con la sua tipica maestria nell’uso della luce e del colore. Infine Vincent Van Gogh con il suo “Autoritratto”​​​ ci porta nell’intimo mondo dell’artista, mostrandoci la sua profonda sensibilità e tormento interiore. Queste opere non sono solo capolavori dell’arte; sono finestre aperte sul passato, che permettono di comprendere meglio l’evoluzione della pittura e la storia culturale di un’epoca.

La nostra dritta? Prendetevi il tempo per esplorare non solo le opere, ma anche la storia dell’edificio. E per una pausa, perché non godersi un caffè con vista sulla Senna?r

Dove si trova il Museo d’Orsay a Parigi, come arrivare

Il Museo d’Orsay si trova sulla riva sinistra della Senna. L’indirizzo è 62 Rue de Lille. Per arrivarci, prendete la metro Linea 12 e scendete a Assemblée Nationale o Solferino. C’è anche la RER linea C che ferma proprio al Museo d’Orsay. Facile, no? 

Chi preferisce i bus può usare le linee 63, 68, 69, 73, 83, 84, 87, 94

La zona è incantevole, con stradine pittoresche e un’atmosfera tipicamente parigina. Perfetta per iniziare o concludere la vostra giornata parigina in bellezza​

Cosa vedere nei dintorni del Museo d’Orsay

Dopo aver esplorato il Museo d’Orsay, non fermatevi! Nei dintorni, Parigi offre tesori nascosti e famosi. A pochi passi, trovate il Jardin des Tuileries, perfetto per un picnic o una passeggiata tra alberi secolari. Poi, c’è il Louvre, un altro must per gli amanti dell’arte. E se avete ancora energia, fate una camminata fino alla Torre Eiffel, vi basterà mezz’ora di cammino, magari potreste ammirare da lì il tramonto sulla città. La zona è ricca di caffè e piccoli negozi, ideale per assaporare la vita parigina. Ogni angolo nasconde una storia, pronta per essere scoperta

Dormire nei pressi del Museo d Orsay

Cercate un posto dove dormire vicino al Museo d’Orsay? Il Quartiere Saint Germain des Prés è pieno di opzioni. Da hotel di lusso a pensioni accoglienti, c’è qualcosa per ogni gusto e budget, molte strutture ricettive si trovano in edifici storici con quella tipica architettura parigina che incanta ogni visitatore. Alcune sistemazioni potrebbero offrire viste mozzafiato sulla Senna o essere nascoste in tranquille strade secondarie, offrendo un rifugio sereno dalla frenesia della città.

Booking.com

Soggiornare qui significa essere immersi nella cultura parigina. Vi sveglierete a due passi dalle principali attrazioni e potrete esplorare la città con facilità. I ristoranti e i caffè del quartiere sono perfetti per iniziare la giornata con un delizioso caffè o per concluderla con un bicchiere di vino francese. La vera esperienza parigina vi aspetta! 

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo
Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt