Come muoversi a Parigi: qualche consiglio utile

Parigi è una delle città più romantiche ed artistiche d’Europa, ma è anche davvero grande e sorprendentemente caotica.

In questa guida il nostro scopo è introdurvi ai trasporti di Parigi con una maggiore consapevolezza dei mezzi di trasporto pubblici e privati che potrete utilizzare nel corso della vostra permanenza, per un viaggio all’insegna della comodità.

Come raggiungere Parigi dall’aeroporto?

Quando sbarcherete in uno degli aeroporti di Parigi, sarete sicuri di raggiungere il centro città in breve tempo: la città è infatti collegata molto bene grazie ai servizi di trasporto aeroportuali RER e agli autobus che partono da Charles de Caulle e Orly. Inoltre, potrete usufruire dei servizi privati sempre presenti come taxi e navette shuttle, il cui costo è più elevato ma la cui precisione vi consentirà di accorciare i tempi.

Ecco alcuni esempi pratici per spostamenti dall’aeroporto al centro città:

  • partendo da Parigi Beauvais potrete acquistare online un biglietto del bus aeroportuale Aerobus
  • Dall’aeroporto di Charles de Gaulle potrete arrivare alla stazione RER del secondo terminal, il biglietto del RER comprende anche la possibilità di viaggiare una volta in metropolitana, a patto che non si esaca mai dalla rete sotterranea. La durata del viaggio è di 25-30 minuti e il costo del RER è di 11 euro.
  • Per quanto riguarda i servizi di navetta invece, potrete affidarvi a due bus: Orlybus dal terminal dell’aeroporto di Orly (1 viaggio al costo di 10 euro) oppure Roissybus da Charles De Gaulle.

Muoversi a Parigi con i mezzi pubblici

Parigi è una città enorme, che viene suddivisa in 20 arrondissement, ma a livello di trasporti (e quindi turistico) dovrete tenere conto di 5 zone tariffarie che si sviluppano concentricamente a partire dal centro della città.

Ognuna di queste cinque zone di Parigi ha una tariffa differente per muoversi con i trasporti pubblici. Per calcolare il costo del biglietto e/o abbonamento bisogna sempre tenere conto della zona di partenza e di quella di arrivo.

  • Zona 1: qui si trovano i principali monumenti e musei di Parigi, dalla Torre Eiffel agli Champs Elysées, dal Museo del Louvre al Museo d’Orsay, dalla Cattedrale di Notre Dame al quartiere di Montmartre
  • Zona 2:  comprende Saint-Denis e il mercato delle pulci di Saint-Ouen.
  • Zona 3: qui si trovano La Défense e lo Stade de France
  • Zona 4: qui si trovano l’Aeroporto di Orly e la Reggia di Versailles
  • Zona 5: vi fanno parte il parco Disneyland Paris e l’aeroporto Charles de Gaulle

Vediamo ora il dettaglio dell’offerta dei mezzi pubblici.

Metro

Parigi senza dubbio è la città delle metropolitane. Il Metrò parigino vanta ben 15 linee che collegano tutti i principali angoli della città (qui trovate la mappa ufficiale); in più, ci sono da considerare anche le linee RER che riescono a far rientrare nel grande sistema di trasporto anche la periferia parigina (ecco la mappa ufficiale).

Ma come si prende la metro a Parigi? Quanto costa il servizio e in cosa consiste?
La metrò è abbastanza semplice da prendere, troverete sempre un cartello di indicazione: blu per la RER, rosso per la metro standard. Ovviamente, tutte le stazioni della metro contengono indicazioni topografiche con capolinea di ogni linea, e colorazioni diverse per ognuna di esse. I biglietti singoli per tratta non convengono ai turisti: piuttosto, comprate un abbonamento turistico che consente accesso illimitato a tutte le metro, con funzionamento tutti i giorni dalle 5:20 all’1:30.

Questo tipo di abbonamento si chiama Paris Visite e viene venduto in formati da 3 o 5 giorni.

  • Zone 1-3: 3 giorni (€26,65) o 5 giorni (€38,35)
  • Zone 1-5: 3 giorni €53,75, 5 giorni €65,80

Autobus

Gli autobus a Parigi sono meno usati delle metro, ma potrete viaggiare con gli stessi titoli della metropolitana, che andranno convalidati e possono essere anche acquistati direttamente a bordo.

Ogni linea è contrassegnata da un numero e una direzione, che potrete controllare direttamente da Google Maps oppure presso le pensiline che contornano la città (qui trovate la mappa ufficiale). Vi interesserà sapere che esistono anche linee notturne dei bus parigini: si tratta delle 42 linee Noctilien (caratterizzate dalla lettera N) e durano fino alle 5 di mattina, quando ricomincia il servizio diurno.

Tram

Anche i tram di Parigi offrono degli ottimi servizi, se non altro perché sono sempre poco affollati. L’unica pecca è che ne esistono poche linee: dalla T1 fino alla T4, circolanti dalle 4:50 di mattina fino alle 23:40 di sera. I tram passano molto spesso, dunque non sono un mezzo da sottovalutare soprattutto se si abita vicino ad una delle 4 linee. A questo link trovate la mappa tranviaria ufficiale.

Muoversi a Parigi con l’auto

A Parigi muoversi in auto non è particolarmente consigliato; ci sono infatti delle particolari zone a basse emissioni dette LEZ in cui è richiesto avere l’apposito bollino, senza contare la difficoltà di parcheggio e il caos del centro storico.

E’ bene dunque sapere che ci sono delle regole basilari: il senso di percorrenza è a destra e potrete trovare numerose piste ciclabili o corsie degli autobus, dunque è necessario prestare sempre attenzione. Inoltre, i veicoli stranieri devono esporre un particolare adesivo che certifichi la qualità dell’aria (Crit’Air). Le soste nelle ore notturne sono sempre gratuite, dalle 20 alle 9. La tariffa media oraria dei parcheggi a pagamento è di 6 euro.

Clicca qui per noleggiare un auto a Parigi.

Muoversi a Parigi a piedi e in bicicletta

A Parigi sarà sempre possibile muoversi a piedi e in bicicletta, visto che la città è letteralmente costellata di piste ciclabili.

Esistono addirittura degli speciali tour guidati per ciclo viaggiatori e amanti delle due ruote; potrete trovare informazioni e percorsi presso i punti di informazione turistica, ma qui di seguito ve ne consigliamo qualcuno da prenotare online.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo
Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt