Centre Pompidou: orari, prezzi e cosa vedere

Se avete scelto Parigi come meta per la vostra vacanza saprete già che avrete l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le visite culturali. 

Tra queste uno dei luoghi che attirano più turisti è il Centro nazionale d’arte e di cultura Georges Pompidou, luogo multifunzionale noto anche come “Beaubourg”, prendendo il nome dal quartiere in cui si trova.

Centre Pompidou: biglietti online e orari

Orari di Apertura

Il Centre Pompidou è aperto tutti i giorni dalle 11.00 alle 21.00, eccetto il martedì. Il centro è chiuso il 1° maggio, mentre il 24 e il 31 dicembre la chiusura è anticipata alle 19.00. 

Il giovedì è prevista l’apertura notturna fino alle 23.00 per le mostre temporanee al sesto piano.

Biglietti

Il costo del biglietto per la collezione permanente è di 15€, mentre per l’accesso anche alle mostre temporanee costa tra 16 e 18€ (in base alla mostra). 

I ragazzi fino ai 18 anni entrano gratis.

Riduzioni e Pacchetti

Sono previste riduzioni per i ragazzi tra i 18 e i 25 anni. 

Inoltre, è previsto un pack Famiglia per l’accesso alla collezione permanente, al costo di 25€ valido per 2 adulti e da 1 a 3 bambini di età inferiore ai 18 anni

La prima domenica di ogni mese, l’accesso alla Collezione permanente e alla Galleria dei bambini è gratuito per tutti. 

Cosa vedere e come visitare il Centre Pompidou a Parigi

Il Centre Pompidou, inaugurato nel 1977, è nato dalla visione rivoluzionaria degli architetti Renzo Piano e Richard Rogers, il centro è stato concepito come uno spazio multidisciplinare dedicato all’arte moderna e contemporanea, alla letteratura, al cinema, alla musica e molto altro.

La sua nascita ha segnato un momento di svolta nel panorama culturale parigino, proponendosi come un ponte tra l’arte del passato e le correnti artistiche emergenti. Fin dalla sua apertura, il Centre Pompidou ha catalizzato l’attenzione per il suo design innovativo, caratterizzato da una struttura esterna colorata e tubature a vista, simbolo di una nuova era nell’architettura moderna. 

L’architettura del Centre Pompidou è estremamente audace, uno scrigno che rispecchia a pieno lo spirito delle opere che ospita al suo interno. Con la sua struttura ‘dentro-fuori’, dove tubi colorati, scale mobili esterne e una grande rete di tubature creano un’esperienza visiva unica, il Pompidou spicca nel panorama urbano parigino. Questo stile, che rompe con la tradizione, simboleggia la libertà espressiva e l’innovazione, invitando i visitatori a esplorare il mondo dell’arte in un ambiente che è, di per sé, un’opera d’arte.

Nella sua collezione permanente il Centre Pompidou, cuore pulsante dell’arte moderna e contemporanea a Parigi, ospita alcune delle opere più significative del Novecento. Da Picasso a Matisse, passando per Kandinsky e Pollock, ogni sala offre una finestra su movimenti artistici che hanno plasmato la storia dell’arte. Ogni pezzo della collezione racconta una storia, un’evoluzione dell’espressione artistica che continua a ispirare e provocare i visitatori.

Tra le opere, spicca “Dipinto con Arco Nero” di Vasily Kandinsky, un capolavoro dell’astrattismo che rompe con le teorie tradizionali dell’armonia delle forme. Al suo fianco, “Giallo-Rosso-Blu“, sempre di Kandinsky, esplora l’armonia dei colori primari con una connessione unica tra arte e musica. Il dipinto “Udnie” di Francis Picabia, rappresenta una fusione di stili cubisti e futuristi, ispirato da una performance di danza.

Pablo Picasso con “Arlecchino” ci porta in un viaggio attraverso i temi classici della pittura, lasciando l’opera volutamente incompleta. Da non perdere è il “Doppio ritratto con bicchiere di vino” di Marc Chagall, un’opera che gioca tra realtà e fantasia, esprimendo emozioni profonde attraverso l’associazione emotiva. “Il Ritornante” di Giorgio De Chirico, una delle sue opere più enigmatiche, apre le porte al mondo della pittura metafisica.

Henri Matisse con “La camicetta rumena” ci delizia con la sua attenzione ai dettagli tessili, mentre Frida Kahlo in “La Cornice” esprime la sua profonda introspezione attraverso un autoritratto unico e rivoluzionario. “Il violino di Ingres” di Man Ray, unisce fotografia e arte surrealista, trasformando il corpo umano in uno strumento musicale. Infine, la provocatoria “Fontana” di Marcel Duchamp, un orinatoio ready-made, sfida le nostre concezioni tradizionali di arte.

Queste opere offrono ai visitatori un’ampia gamma di esperienze artistiche, dalla pittura alla scultura, dall’arte astratta a quella concettuale. Includendo questo elenco nel tuo post, fornirai ai lettori un’utile guida per scoprire alcuni dei tesori più preziosi del Centre Pompidou.

Dove si trova il Centre Pompidou, come arrivare

Il Centre Pompidou si trova in Rue Beaubourg 19, nel quartiere di Beaburg nei Marais. Grazie alla sua posizione centrale è veramente molto facile raggiungerlo coi mezzi pubblici.

Si può arrivare comodamente in metropolitana, scendendo alla stazione Rambuteau (linea 11), Hôtel de Ville (linee 1 e 11) o Châtelet (linee 1, 4, 7, 11, 14), chi sceglie la RER può scendere alla fermata Châtelet Les Halles (linee A, B e D). 

Se prendete i bus le linee che servono la zona circostante sono la 29, la 38, la 47 e la 75.

Cosa vedere nei dintorni del Centre Pompidou

In Place Igor Stravinsky, poco distante dal Centre Pompidou, potete ammirare una delle opere di street art più fotografate al mondo, opera dell’artista Jef Aérosol che nel 2011 ha realizzato “Chuutt”,murales di 350 metri quadrati che rappresenta il volto di un uomo che invita al silenzio. Il riflesso del disegno si specchia nell’acqua della storica e stravagante Fontaine des automates, realizzata nel 1983 da Jean Tinguely e Niki de Saint Phalle, composta da 16 sculture in alluminio colorate che si muovono grazie ai getti d’acqua.

Terminata la visita al Centre Pompidou, potete godervi una passeggiata nel vivace quartiere del Marais, noto per le sue strade storiche, boutique di moda, e gallerie d’arte, è perfetto per un pomeriggio di relax e scoperte cultural. Non perdete la storica Place des Vosges, una delle piazze più belle di Parigi. Per gli amanti della storia, la vicina Île de la Cité ospita la leggendaria Cattedrale di Notre-Dame.

Dormire nei pressi del Centre Pompidou

Per chi vuole soggiornare nei pressi del Centre Pompidou, Parigi offre una vasta gamma di opzioni di alloggio che spaziano dal lusso allo stile boutique. Ecco alcune sistemazioni notevoli:

  • Novotel Paris Les Halles – ci troviamo nel 1° arrondissement, a pochi passi dal Pompidou, questo hotel 4 stelle offre un comfort eccezionale e un’ottima posizione. 
  • Hôtel du Plat d’Etain – questo hotel 3 stelle combina comodità e accessibilità, si trova vicino al museo e ai mezzi di trasporto. 
  • Austin’s Arts Et Metiers Hotel – questo hotel rappresenta un’ottima posizione per esplorare il quartiere Le Marais e offre un’atmosfera accogliente
  • Hôtel de Roubaix – questo hotel è un’ottima scelta con un occhio al budget e uno al confort e alla centralità dell’alloggio.

Il Centre Pompidou è più di un museo; è un’esperienza culturale che stimola i sensi e la mente. Che siate appassionati d’arte, dell’architettura o semplicemente viaggiatori curiosi, il Pompidou offre un viaggio indimenticabile nel cuore della creatività. È un luogo dove il passato incontra il futuro, e l’arte vive e respira.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo
Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt