Monza: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Monza è uno dei Comuni più conosciuti e più grandi della Lombardia e infatti si posiziona subito dopo Milano e Brescia.

È una città molto antica che risale al periodo romano e che ha conosciuto la floridezza nel VII secolo, quando era stata dichiarata capitale estiva del Regno Longobardo.

Oggi il tessuto urbano della città è ricco di attrazioni, monumenti e luoghi incantevoli da visitare, che vedremo qui di seguito, in modo che durante il vostro viaggio sappiate come arrivare, cosa vedere e dove mangiare a Monza.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Monza

Cosa vedere a Monza

Il Duomo di Monza e la Cappella di Teodolinda

Il Duomo di Monza si trova nell’omonima piazza, è una chiesa costruita nel XIV secolo ed è stata consacrata a San Giovanni Battista.

La struttura esterna è imponente e caratterizzata dalla presenza della torre campanaria alta ben 80 metri. All’interno, la ricchezza di tesori è esorbitante, abbondano affreschi barocchi, organi rinascimentali, la Corona Ferrea che, stando alla tradizione, contiene i chiodi usati per crocifiggere Gesù e soprattutto la Cappella di Teodolinda. Teodolinda fu la principessa cattolica che si sposò per due volte con un re longobardo: la sua cappella si trova alla sinistra dell’abside centrale ed è fatta con una volta poligonale gotica, su cui sono dipinte antiche vicende longobarde; vi è anche il sarcofago contiene le reliquie della sovrana, che fu venerata per secoli.

Ancora oggi, a Monza, il 22 gennaio si celebra la sua messa sull’altare della cappella.

Come arrivare: la chiesa si trova nell’omonima piazza e può essere raggiunta dal Comune in 4 minuti, passando per via Napoleone. Dalla stazione ferroviaria impiegherete 10 minuti passando per via Italia.

Quando e quanto: tutti i giorni dalle 9 alle 19. L’accesso al Duomo è gratuito, quello per il Museo del Tesoro e per la Cappella di Teodolinda costa 8 intero e 6 € ridotto.

Prenota –> Passeggiata storica a Monza

L’Arengario

L’Arengario, l’antico palazzo comunale cittadino, si trova nel Centro Storico, per la precisione in Piazza Roma. Costruito nel XIII secolo, è il maggiore palazzo civile di Monza ed è anche il simbolo dell’autonomia comunale: fu eretto a causa della scomunica a carico del potestà dell’epoca e si rese utile dal momento in cui non si poterono più tenere riunioni di fronte al porticato antistante il Duomo.

L’Arengario presenta pianta quadrata, torre e giro di ronda decorato da merli ghibellini.

Come arrivare: il palazzo può essere raggiunto dal comune in 3 minuti passando da via Carlo Alberto e dalla stazione in 12 minuti.

Quando e quanto: l’accesso al palazzo e i costi dipendono da eventuali eventi e mostre.

Piazza Trento e Trieste

Piazza Trento e Trieste si trova vicino ai Musei Civici e al Duomo: fa parte della zona cittadina antica e nel Medioevo ospitava il mercato settimanale e la Fiera di San Giovanni. È uno dei posti più noti di Monza e ancora oggi i giovani e le famiglie monzesi si incontrano qui, dove ci sono anche altri edifici storici come il Palazzo Municipale e il Monumento ai Caduti della Grande Guerra.

Come arrivare: la piazza dista meno di un minuto dal comune, svoltando per via Firenze e 10 minuti dalla stazione, basta seguire le indicazioni per i Musei Civici.

Quando e quanto: la piazza è sempre accessibile, gratuitamente.

La Chiesa di San Gerardo

La Chiesa di San Gerardo è leggermente nascosta dai palazzi circostanti, ma è uno dei più importati simboli religiosi monzesi. Consacrata a San Gerardo, co-patrono di Monza e Protettore dei Tintori, fu costruita nel 1835 sopra i resti di un’altra ancestrale chiesa dedicata a Sant’Ambrogio e della quale restano però abside e altare maggiore. Stando alla leggenda, sotto la chiesa giacciono le spoglie del santo che fu sepolto insieme a vari oggetti personali, tra i quali il suo amato mantello.

Come arrivare: la chiesa si trova attraversando i due rami del Lambro. In 10 minuti, dal Comune si percorrono prima via Vittorio Emanuele II e poi via Gerardo dei Tintori. Dalla stazione camminate per 20 minuti e passate per Piazza Duomo, via Vittorio Emanuele II e infine per via Gerardo dei Tintori.

Quando e quanto: la chiesa apre dalle 7.30 alle 12 e dalle 15.30 alle 19. L’ingresso è gratuito.

Il Ponte dei Leoni

Il Ponte dei Leoni fa parte degli storici ponti monzesi ed è usato per attraversare il Lambro.

Costruito nel 1842, sostituì il Ponte dell’Arena, che era tre volte più lungo e consentiva l’attraversamento trasversale delle sponde del fiume, passando per la Torre di Teodolinda. Dopo il riassetto urbanistico, il Ponte dei Leoni non può più fare riferimento alla torre, bensì all’Arengario.

Come arrivare: partendo dal Comune, si trova a 5 minuti a piedi dal Duomo e da Palazzo dell’Arengario, passando per via Vittorio Emanuele II. Dalla stazione servono 15 minuti di camminata.

Quando e quanto: il ponte è sempre accessibile gratuitamente.

I Musei Civici

I Musei Civici si trovano all’interno della Casa degli Umiliati, un antico ordine religioso che stette a Monza fino al 1500, e meritano sicuramente una visita. Ammirerete circa 140 pezzi che giungono da varie raccolte di opere d’arte e sono suddivisi in 13 sezioni, in base al periodo storico. Alcuni pezzi risalgono al Paleolitico, altri agli anni ’50 e alcuni sono fatte con ceramica d’Isia. È molto interessante anche la collezione di stampe moderne e antiche, che si trova nel Gabinetto delle Stampe.

Come arrivare: il museo si trova nel centro storico e potrete arrivare in 10 minuti di camminata dalla stazione, passando per via Caduti del Lavoro e via Italia. Dal Comune dista 3 minuti, lungo via Firenze.

Quando e quanto: aprono dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, lunedì e martedì chiuso.

Il prezzo del biglietto intero è di 6 €, ridotto 4 €.

Torre Viscontea

La Torre Viscontea, con le sua imponente arcata e le feritoie del ponte levatoio, si trova vicino al fiume Landro. Costruita nel 1808, su di essa è impresso lo stemma di Carlo II di Spagna ed è interessante sapere che non si tratta di un’opera originale, bensì del tentativo di ricreare una delle torri del trecentesco Castello di Monza, che fu demolito a fine ‘800.

Come arrivare: la torre si trova in via Azzone Visconti e dista 7 minuti dal Comune, passando per via Italia e via Santa Maddalena. Dalla stazione dista 5 minuti a piedi.

Quando e quanto: è sempre visitabile, gratuitamente.

Cosa fare a Monza

L’Autodromo Nazionale di Monza

Inaugurato nel 1922, l’Autodromo di Monza è il circuito internazionale che si trova nel Parco di Monza. È il terzo autodromo più antico al mondo e come tutti sanno, è anche la sede del Gran Premio d’Italia.

Dal 1949 al 1968, l’Autodromo Nazionale è stato la sede del Gran Premio delle Nazioni del Motomondiale. È lungo 6 chilometri e vanta ben 11 curve di differente inclinazione.

Come arrivare: raggiungerete l’autodromo in auto o con l’autobus 204.

Quando e quanto: apre tutti i giorni dalle 10 alle 18 e l’ingresso è gratuito. Le visite guidate sono a pagamento, così come i giri in pista seduti a fianco di piloti professionisti. Potete anche noleggiare bici, fare giri al simulatore e tante altre stuzzicanti attività.

Il Parco di Monza

Il Parco di Monza è uno dei maggiori parchi storici europei cintati da mura: è ampio 680 ettari e si trova a nord della città. Fu desiderato nell’800 dal figliastro di Napoleone, Eugenio di Beauharnais, per ampliare la Villa Reale. Oggi il parco è una delle più vaste aree verdi del nord Italia e vanta un’inestimabile valore storico e paesaggistico: in esso vi sono antichi mulini ormai in disuso, varie cascine e tanto altro.

Come arrivare: in auto dal centro storico.

Quando e quanto: dalle 7 alle 19 tutti i giorni nei mesi invernali e dalle 7 alle 21.30 d’estate. L’ingresso è gratuito.

Prenota –> Tour in Segway al Parco di Monza

La Reggia di Monza e Giardini Reali

La Villa Reale è una delle costruzioni civili più note di Monza. Fu costruita sotto gli Asburgo che volevano dimostrare la loro magnificenza ed è realizzata in stile neoclassico ed è suddivisa in 3 corpi a U.

La facciata esterna è molto essenziale e questo si riflette anche al suo interno, ad eccezione delle sale di rappresentanza di Umberto I e Margherita, che sono decorate state dai maestri dell’Accademia di Brera.

Come arrivare: alla Reggia di Monza si arriva in auto, oppure con gli autobus Z221 e Z208.

Quando e quanto: apre ogni giorno dalle 10 alle 19. I Giardini Reali aprono dalle 7 alle 19 d’inverno e dalle 7 alle 21.30 d’estate.

Il costo del biglietto intero è di 10 €, ridotto 8 €.

Prenota –> Tour del Centro Storico di Monza e della Villa Reale

Dove mangiare a Monza

A Monza potrete degustare ottimi piatti locali da:

  • Derby Grill, specializzato in cucina tipica monzese con inserimenti partenopei. Si trova in via Cesare Battisti, 1 e chiamando allo +39 039 39421;
  • Ristorante Atmosfera, specializzato in cucina tipica e mediterranea, con ottime varianti per celiaci e vegani. SI trova in viale Elvezia, allo +39 039 9162219.

Come arrivare a Monza

Arriverete a Monza dall’aeroporto Milano Linate (18 km), da Bergamo Orio al Serio (47 km) e da Milano Malpensa (60 km). Da qui, andate alla stazione dei treni e prendete quello in direzione Monza.


La stazione dei treni di Monza è ottimamente collegata a Milano e alle altre principali città lombarde. Dalla stazione di Garibaldi, a Milano, ogni 20 minuti parte il treno più pratico, al prezzo di 3 €.

Qui trovi le migliori offerte di treni per Monza.

Dove dormire a Monza

Qui trovi le migliori offerte di alloggio, sempre aggiornate.



Booking.com

mm

Amo la montagna, la collina e i vecchi borghi semi-abbandonati. Su Sviaggiare scrivo guide di destinazioni italiane, e ho sempre una chicca da suggerirvi.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it