Sansepolcro: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Sansepolcro è un piccolo paese di 16 mila anime situato nella Valtiberina, in Toscana. È conosciuto perché ha dato i natali ad alcuni personaggi storici come Piero della Francesca e in quanto luogo molto frequentato dai fedeli e dagli amanti dell’arte. Il centro storico di Sansepolcro, infatti, è ricco di attrazioni interessanti e suggestive, a metà tra il naturalistico e il mistico; ma vediamo insieme cosa potrai visitare quando deciderai di recarti in questo incantevole borgo toscano.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Sansepolcro

Cosa vedere a Sansepolcro

La Fondazione Piero della Francesca

Dove: dista 6 minuti di passeggiata e 2 d’auto, dal centro storico del paese – Quando: dal lunedì alla domenica, dalle 11.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30 – Quanto: il biglietto costa 5,00 €.

La famosa “Casa di Piero” è stata recentemente riaperta al pubblico, si tratta della casa costruita da Piero della Francesca, noto artista, pittore e matematico toscano che Dante cita nella sua Divina Commedia. Ti sarà offerta l’occasione di immergerti in modo multimediale e interattivo in quella che fu la sua vita.

Il Museo Civico di Sansepolcro

Dove: dista 4 minuti a piedi dal centro città – Quando: dal 25 settembre al 9 giugno, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00. Dal 10 giugno al 24 settembre, dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.00 – Quanto: biglietto intero 10,00 €; over 65 e dai 19 ai 25 anni 8,50 €; dagli 11 ai 18 anni 4,00 € e infine, per disabili under 10 e scolaresche locali, giornalisti e militari l’ingresso è gratuito.

Il Museo Civico del posto è una tappa fondamentale, in quanto custodisce opere di grande valore, soprattutto i dipinti di Piero della Francesca, quali la Resurrezione e il Polittico della Misericordia.

L’Aboca Museum

Dove: si trova nei pressi del Municipio della città e dista circa 6 minuti a piedi e 2 in auto, dal centro – Quando: dal primo aprile al 30 settembre, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00. Dal Primo ottobre al 31 marzo, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 18,00. È chiuso il 25-26 dicembre e il primo gennaio. Quanto: il biglietto costa 8,00 €; per gli over 65 e i ragazzi dai 10 ai 14 anni 4,00 e; e infine, per i bambini al di sotto dei 10 anni e le guide turistiche, l’ingresso è gratuito.

L’Aboca Museum conserva tutti i segreti dell’arte erboristica e quando lo visiterai, all’interno di ogni salone vedrai la storia e i passaggi che caratterizzano i prodotti che derivano dalle erbe più richiesti sul mercato. Potrai anche comprarli nello shop interno.

Chiesa di San Rocco

Dove: a 5 minuti a piedi e 2 d’auto dal centro città – Quando: la chiesa è sempre aperta – Quanto: l’ingresso è gratuito.

La Chiesa-Oratorio di San Rocco è un posto molto apprezzato dai fedeli per il clima pacifico e un po’ mistico che si respira al suo interno, in quanto favorisce contemplazione e raccoglimento. Al suo interno, questa chiesta ospita l’interessante riproduzione del San Sepolcro di Gerusalemme.

Eremo di Montecasale

Dove: a 16 minuti d’auto e 2 ore di camminata da Sansepolcro – Quando: sempre accessibile – Quanto: accesso gratuito.

Altro luogo di culto e ritrovo per i fedeli che percorrono la via Francescana è l’Eremo di Montecasale. L’itinerario che parte da La Verna e giunge fino ad Assisi fa tappa in questo eremo dall’atmosfera surreale, mistica e pacifica che, inoltre, offre un panorama sul verde di indicibile bellezza. È una meta ideale per gli amanti del trekking.

La Cattedrale di San Giovanni Evangelista

Dove: dista dal centro 5 minuti di camminata – Quando: è sempre aperto al pubblico – Quanto: l’ingresso è gratuito.

Conosciuta anche come il Duomo, la Cattedrale di San Giovanni Evangelista si trova nel centro storico della città e al suo interno è veramente ricca di interessanti opere d’arte e dipinti, tra i quali l’affresco della Madonna del Trono, un simbolico richiamo ai Templari.

I Musei Civici Madonna del Parto

Dove: dista circa 20 minuti d’auto da Sansepolcro e 45 con i mezzi pubblici – Quando: dal 28 marzo al primo novembre, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00. Dal 2 novembre al 27 marzo dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00. E’ chiuso il 25 dicembre – Quanto: costo del biglietto 6,50 € per persone dai 14 ai 35 anni e pellegrini; ingresso gratuito per donne incinte, under 14, disabili, giornalisti e guide turistiche.

I Musei Civici della Madonna del Parto si ispirano all’omonima opera di Piero della Francesca, un vero e proprio inno alla maternità e alla sacralità di un momento unico nella vita di una donna.

La Società Balestrieri Sansepolcro

Dove: a 4 minuti d’auto e 7 di passeggiata dal centro città – Quando: accesso aperto durante i fine settimana – Quanto: ingresso gratuito.

Il Palio della Balestra è uno degli eventi principali cittadini: in questo edificio si ripercorrono gli step di questa interessante disciplina locale.

Cosa fare a Sansepolcro

Riserva Naturale Regionale dell’Alpe della Luna

Dove: a 35 minuti d’auto dalla città – Quando: sempre aperta – Quanto: ingresso gratuito.

Quando visiterai Sansepolcro devi fare una tappa in questi 1.500 ettari di bosco selvaggio e ammirare cerri, faggi e carpini neri. Potrai visitare la Fattoria degli Asini, organizzare pic-nic e fermarti in una delle tante strutture ricettive. Questa Oasi di pace ti conquisterà per l’immensa bellezza e senso di pace che sa donare.

Andare a scuola di merletto

Dove: in Piazza Giuseppe Garibaldi, 1, 52037 Sansepolcro AR, Quando: aperta il lunedì-mercoledì e giovedì dalle 15.00 alle 18.00.

Questa scuola è un’eccellenza del territorio, creata da due sorelle agli inizi del novecento che hanno imparato quest’arte da Amelia Gelli Pagliai che a sua volta la imparò in carcere. Le due sorelle studiarono i merletti italiani e stranieri creandone uno nuovo. Questa tecnica divenne nota in tutta Europa e America.

Proprio per ricordare questa tradizione, nel 1996 nasce l’Associazione Il Merletto della città di Piero che si prefigge di diffondere la metodologia attraverso corsi di ricamo e merletto. È anche possibile visitare la mostra permanente che testimonia la storia della scuola.

Cosa e dove mangiare a Sansepolcro

A Sansepolcro potrai gustare tanti piatti tipici della cucina locale come il cinghiale alla cacciatora o con funghi e polenta, la coratella di cinghiale, l’arista alla toscana, fave e prosciutto, ceci, ecc…

Esistono alcuni ristoranti che cucinano piatti unici e davvero gustosi, alcuni dei quali sono:

  • Ristorante da Vasco, specializzato in cucina a km 0 e pasta fatta in casa, si trova in Frazione Montagna 33, tel. 3387424645;
  • Ristorante al Coccio, si trova in via Niccolò Aggiunti 65, tel. 0575741468;

Come arrivare a Sansepolcro

Auto: Autostrada E35 fino ad Arezzo, SS73/E78 superstrada E45 (Roma/Cesena) fino all’uscita di Sansepolcro
Treno: Stazione di Arezzo (Acquista i biglietti) per poi proseguire con il servizio Autolinee Sita o autonoleggio AVIS

Dove dormire a Sansepolcro

Consulta qui le migliori offerte aggiornate.



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo