Bosa: come arrivare, le migliori spiagge, dove alloggiare

Bosa è un comune nella provincia di Oristano e si trova nel versante ovest dell’isola. Questa regione si chiama Logudoro ed in particolare questa porzione specifica prende il nome di Planargia.

Ad un primo sguardo Bosa appare come un affresco acquerellato: case colorate che si specchiano sul fiume, tratti medievali, una perfetta fusione tra il moderno e l’antico.

Fra le attrattive più grandi abbiamo il castello, i nuraghi, le case delle fate ed ovviamente il mare.
Visitare Bosa accontenta tutti: chi ama le città moderne ma dal sapore antico, chi ama il mare, chi ama fare bird watching, qui si possono ammirare i grifoni, e chi ama fare trekking immerso nella natura. Ma soprattutto è un’ottima meta per chi vuole rilassarsi.
Lo sapevate? E’ stata classificata al secondo posto tra i borghi più belli d’Italia sorti tra il ‘200 ed il ‘400.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Bosa

da provare

Bosa e Santu Antine: Tour da Cagliari

Come arrivare a Bosa?

Come gran parte del versante occidentale della Sardegna, Bosa è raggiungibile dalle altre località sarde principalmente tramite la SS131.

Per chi viene dal continente, l’aeroporto più vicino è quello di Alghero (clicca qui per i migliori voli in offerta).

Se vuoi portare la tua auto personale sull’isola, ti conviene prenotare un traghetto per Porto Torres.

Le migliori spiagge di Bosa

Come gran parte delle località costiere sarde, anche Bosa vanta una serie di spiagge mozzafiato nei dintorni.

Bosa Marina

E’ una lunga distesa di sabbia dorata dominata da una maestosa torre di origine aragonese del XVI secolo.

La spiaggia è molto estesa sia in lunghezza che in larghezza, e vi sorgono numerosi ristoranti e chioschi bar sparsi su tutto il litorale.

Indicazioni

Cane Malu

E’ una piscina naturale scavata interamente in una scogliera di trachite bianca, una roccia lavorata dall’incessante mareggiata. Non adatta a chi cerca la comodità.

Indicazioni

Spiaggia di Cumpoltittu

Piccola caletta incontaminata incastonata tra alte scogliere bianche e fitta vegetazione retrostante. Gli scogli calcarei sono spesso utilizzati come trampolini per i tuffi.

Per arrivare devi lasciare l’auto (c’è un parcheggio) e percorrere un (facile) sentiero di qualche centinaio di metri dalla litoranea. Ne vale la pena.

Indicazioni

Dove alloggiare a Bosa

L’offerta ricettiva di Bosa è abbastanza variegata, tra hotel e B&B. Noi ti consigliamo comunque di prenotare un alloggio vicino al centro o alla spiaggia.

Cosa vedere a Bosa

Visitare il Castello di Serravalle

Noto anche come il Castello dei Malaspina. Fu costruito dagli stessi nel 1112 e successivamente cadde in mano degli Aragonesi. Ammiriamo la grande cinta di mura che racchiude le sette torri e include la Chiesa di Nostra Signora de Sos Regnos Altos, questa fu costruita nel 1300 e vi sono stati ritrovati affreschi appartenenti al XIV secolo.
Leggenda vuole che vi alberghi il fantasma della moglie del marchese. Accecato dalla gelosia le tagliò le dita e lei morì, ci sono persone che sostengono di sentirne i lamenti e di averla addirittura vista aggirarsi fra le mura.

info

Come arrivarci: si può accedere tramite le scale che partono dal centro abitato oppure salire in auto, basterà seguire i cartelli.
Prezzo: 4 euro.

Visitare i Musei

In primis citiamo il Museo Casa Deriu in cui ritroviamo un esempio di antica dimora bosana. Ammiriamo le pareti decorate e la mobilia.
Di fronte si trova la Pinacoteca Atza la cui mostra espone le opere pittoriche di Antonio Atza, artista del secolo scorso: si tratta di 65 opere d’arte da lui stesso donate.

info

Orari per Casa Deriu: tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17, lunedì chiuso
Orari per la Pinacoteca Atza: SETTEMBRE/GIUGNO: 10.00/13.00 – 15.00/17.00; LUGLIO: 10.00/13.00 – 17.00/20.00; AGOSTO: 10.00/13.00 – 17.00/20.00 – 21.30/23.30
Prezzo per la Pinacoteca Atza e Casa Deriu: è cumulativo con quello del Museo Casa Deriu di fronte. NTERO (DAI 18 AI 60 ANNI) € 4,50 RIDOTTO (GRUPPI MIN. 10 PAX, SCOLARESCHE, RESIDENTI, RAGAZZI DAI 12 AI 18 ANNI E OVER 60 € 3,00
GRATUITA’ PER I BAMBINI FINO AGLI 11 ANNI

Visitare la Cattedrale dell’Immacolata Concezione

Trova un alloggio nel centro di Bosa

Si trova nei pressi di Ponte Vecchio. Non fu costruita in un unico evento ma in più riprese dal XIV secolo fino ai primi anni del 1800. Ne ammiriamo la facciata bianca con elementi decorati in arenaria rossa e le cupole decorate con maioliche colorate, all’interno il grande organo, l’altare in marmo e le statue dell’Immacolata Concezione.

info

Orari: a seconda delle funzioni
Prezzo: gratis

Visitare la Torre Aragonese

Dirigendovi verso la spiaggia trovate la Torre Aragonese sorta come baluardo difensivo della città. Ne ammiriamo l’interno decorato con dettagli risalenti al periodo catalano aragonese.

Visitare Bosa: le cose da fare

Fare un’escursione in barca lungo il Fiume Temo

Si tratta del fiume navigabile in cui si specchia la città. Si estende per 6 km circa e da qui si possono ammirare le Antiche Concerie (Sas Conzas), una testimonianza di archeologia industriale sarda.

Visitare le antiche concerie di Bosa

Le concerie di cui sopra parlavamo possono essere visitate. Sono state di grande importanza nel 1960, vi si lavorava il cuoio. Nel 1989 sono state dichiarate monumento nazionale. Pare siano sorte nel 1700. Al suo interno osserviamo il museo dedicato all’attività conciaria tradizionale e le vasche in muratura dove avveniva la prima fase della conciatura delle pelli.

info

Orari: tutti i giorni, escluso il Lunedì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, mentre il sabato e la domenica anche il pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00.

Visita a Cane Malu

Nelle vicinanze, esattamente nella foce del fiume si trova Bosa Marina, una frazione di Bosa che si affaccia sul mare. Gli amanti del mare non possono non permettersi di prendere il sole in questa splendida spiaggia e fare un tuffo nelle acque cristalline, Per finire una passeggiata sulla scogliera fra le piscine naturali.

info

Orari: sempre accessibile
Prezzo: gratis

Passeggiare nella città vecchia

Prendete la strada panoramica e giungete nella zona più vecchia di Bosa formata da viottoli di pietra, portici e case affrescate di colori splendidi, tipiche le casette dei pescatori con qualche barca capovolta attorno.

info

Orari: sempre accessibile
Prezzo: gratis

Fare trekking fino a cala di Compoltitu

E’ circondata da colline verdeggianti, immersa nell’affascinante natura selvaggia. Si caratterizza per il fondale basso dall’acqua cristallina e l’arenile dalla sottile sabbia bianca.

info

Orari: sempre accessibile
Prezzo: gratis

Vedere la spiaggia du S’Abba Druche

Il nome si traduce in acqua dolce. E’ nota per il suo sito archeologico di vasche risalenti al periodo nuragico. Il litorale si compone di tre cale riparate dal vento e da un fondale a tratti roccioso. Acque cristalline che sfumano dall’azzurro al verde chiaro.

info

Orari: sempre accessibile
Prezzo: gratis

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo