Alghero: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Cosa vedere ad Alghero? Avete intenzione di andare in Sardegna per le vacanze ma non sapete che meta scegliere? La “piccola Barcellona” è la meta giusta.

Questa piccola perla si trova nella zona nord dell’isola ed è famosa per il mare, il cibo e l’architettura.
Di cosa stiamo parlando: immaginate di immergervi in acque cristalline, di prendere il sole in una candida spiaggia, di passeggiare fra i vicoli freschi di palazzi incantevoli ed antichi e di avere la sensazione di essere in Spagna o in un luogo in cui il tempo si è fermato rendendo eterno il fascino della storia.

Leggenda vuole che fu fondata dagli arabi che la chiamarono Alger (Algeri?) verso la fine del ‘700.

Ma perché in molti la chiamano Barceloneta? perché gli abitanti parlano per lo più la lingua catalana.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B ad Alghero

da provare

Visita guidata ad Alghero

Cosa vedere ad Alghero

Museo del Corallo

Si trova nella Villa Costantino, edificio in stile liberty del 900 situato nel centro città. Lo sapevate che Alghero è famosa per il corallo? In questo museo troverete la storia e la cultura legata a questa risorsa marina.

info

Come arrivare: dalla stazione, prendere la linea autobus AP, ALFA oppure AC

Orari: dal Lunedì alla Domenica 10.30 – 13.00; 17.00 – 21.00

Costo biglietto: €3,00 intero; €2,00 ridotto

Cattedrale di Santa Maria

Prenota un alloggio nel centro di Alghero

Fu edificata nel XVI secolo e dedicata all’Immacolata concezione. Ne ammiriamo lo stile gotico-catalano ed il campanile che è anche il simbolo della città.

info

Come arrivare: l’ingresso è su Piazza del Duomo, ci si arriva a piedi; dalla stazione prendere la linea AP.

Orari: Aprile-Maggio-Settembre-Ottobre: 10.30-13.00/16.00-18.30; Giugno-Luglio-Agosto: 10.30-13.00/19.00-21.30 Chiuso mercoledì e domenica

Costo biglietto: €3,00 . Cumulativo museo + campanile €5,00

Acquario di Alghero

L’acquario di Alghero è imperdibile, si trova vicino alla Torre di Sulis ed è stato inaugurato nel 1985. Si articola in due sezioni: esposizione permanente di pesci sia marini che di acqua dolce e poi squali e pesci velenosi.

info

Come arrivare: dalla stazione, prendere la linea autobus AP, ALFA oppure AC: l’acquario si raggiunge in circa 15 minuti

Orari: da Lunedì a Domenica 9-13; 16-20

Costo biglietto: €6,00 intero; €4,00 ridotto

prenota un alloggio



Booking.com

Visitare Alghero: le cose da fare

Vedere le torri e i bastioni spagnoli

Ovviamente non possiamo non ammirare le mura difensive della città, edificate dagli aragonesi e conservate dagli spagnoli. Da vedere anche la Torre di Sulis nell’omonima piazza, la torre di San Giacomo, la torre San Giovanni con annesso museo e quella della Maddalena.

info

Come arrivare: dalla stazione di Alghero si prende la linea autobus AP, ALFA oppure AC.

Orari: sempre aperto

Costo biglietto: gratis

Gita alle grotte

Attrazioni imperdibili sono le grotte: le Grotte di Nettuno sono situate nel promontorio di Capo Caccia, a circa 24 km da Alghero, ci si accede via terra (attenzione: scalinata di 656 gradini!) o via traghetto. Da qui si ammira il promontorio di Capo Caccia e la famosa Escala del Cabirol.

info

Orari: da aprile al 17 settembre: tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 (ultimo ingresso) dal 18 settembre: tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00 (ultimo ingresso) da novembre a marzo: tutti i giorni dalle 10.00 alle 15.00 (ultimo ingresso)

Costo biglietto: adulti €13,00 bambini (3-12 anni) €7,00 gruppi (min. 25 persone) €9,00; escursione in battello, costo adulti €16,00, bambini €8,00 , gruppi €13,00.

Passeggiare tra i nuraghi

I nuraghi sono fra le maggiori attrazioni dell’isola: sono antichissimi, misteriosi e ci parlano di epoche primitive. Ad Alghero si trova il complesso nuragico di Palmavera, vi osserviamo un corpo centrale con due torri ed un villaggio datato XV-X secolo a.C.

info

Orari: Maggio – Settembre 9.00 – 19.00; Aprile e Ottobre 9.00 – 18.00; Novembre – Marzo 10.00 – 14.00

Costo biglietto: €6,00 per sito (Acquista); €8,00 cumulativo per due aree (Palmavera e Anghelu Ruju) (Acquista)

Visitare la Necropoli di Anghelu Ruju

E’ la più vasta necropoli della Sardegna prenuragica, all’interno si possono anche trovare le domus de Janas (case delle fate).

info

Orari: da Lunedì alla Domenica 10 – 14

Costo biglietto: €6,00 per sito (Acquista); €8,00 cumulativo per due aree (Palmavera e Anghelu Ruju) (Acquista)

Vedere Punta Giglio

Fra le bellezze naturali non può mancare una visita a Punta Giglio. Si tratta di un promontorio di roccia calcarea che si trova all’interno del Parco Naturale Regionale di Porto Conte. Qui trovate anche la grotta del Dasterru, visitabile con attrezzature speleo di base, mentre nella parte a livello sul mare ci sono varie grotte subacquee visitabili in immersione con attrezzature da sub.

info

Orari: sempre aperto

Costo biglietto: ingresso libero

da provare

Escursione al Parco Naturale di Porto Conte

Tour in bici delle spiagge segrete

Visitare la Baia di Porto Conte

E’ un’insenatura naturale della Riviera del Corallo, racchiusa tra i promontori di Capo Caccia e Punta Giglio. Alle sue spalle si estende un Parco naturale regionale di oltre i 5.000 ettari.

info

Come arrivare: dalla stazione di Alghero prendere la linea autobus AC oppure la linea 9321

Orari: sempre aperto

Costo biglietto: ingresso libero

da provare

Tour in bici elettrica della Riviera del Corallo

Come arrivare ad Alghero

Alghero è una delle località sarde meglio collegate con il continente, infatti è dotata di un suo aeroporto (Fertilia).

Il metodo più veloce per raggiungere questa splendida cittadina è quindi prenotare un volo (qui trovi le migliori offerte).

Se invece preferisci portare l’auto personale sull’isola, ti consigliamo di prenotare un traghetto per Porto Torres, che dista appena quaranta minuti di auto.

Cosa e dove mangiare ad Alghero

Alghero è una città fortemente caratterizzata dalla cultura catalana, e questo lo puoi percepire anche e soprattutto nella tradizione culinaria; ecco una lista abbastanza esaustiva di piatti e prodotti tipici della zona.

  • Paella Algherese: fatta con la fregola e condita da agnello, dal Carciofo di Ittiri, dalla rana pescatrice, le cozze e i gamberoni rossi.
  • Culurgiones di patate: pasta tipica della zona, il ripieno è di patate, aglio, menta e pecorino fresco, viene condita di solito da pomodoro fresco e pecorino stagionato.
  • Copatza de peix: è la zuppa di pesce locale, caratterizzata da due sole regole, il pescato freschissimo e la presenza del peperoncino rosso di Sardegna
  • Ricci di mare: vengono consumati freschi oppure con gli spaghetti
  • Bottarga di muggine: prodotto tipico delle paludi di Oristano, viene di solito consumata a fettine, con un filo d’olio e accompagnata da crostini
  • Aragosta alla catalana: viene servita su un letto di pomodori e cipolle ed emulsionata con una salsa di olio, aceto, limone e pepe nero
  • Agliata: piatto “povero”, basato su di un trito di aglio, pomodori secchi e peperoncino che va ad insaporire pesce fritto o bollito.
  • Seadas: dolce regionale tipico, è una focaccina di semola fritta, ripiena di morbido formaggio di pecora filante e ricoperta di zucchero e miele.
  • Crema catalana: dolce a base di latte e uova, cotto a fuoco basso e servito rigorosamente in tegamini di coccio, varia di poco rispetto alla versione di Barcellona
  • Mirto: il liquore sardo per eccellenza

Se vuoi mangiare davanti ad un bel panorama ti consigliamo il Kings Restaurant (via Cavour 123, tel: 079979650), sito ai Bastioni, che ha una magnifica terrazza e propone cucina di pesce.

Se invece preferisci la tradizione sarda tout court, vai alla Trattoria Maristella (via Kennedy 9, Tel: 079978172), dove assaggerai, tra le varie pietanze, un perfetto polpo agliato all’algherese.

Dove dormire ad Alghero

Ecco le migliori offerte, sempre aggiornate.

Leggi di più –> I migliori B&B economici ad Alghero



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo