Courmayeur: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Courmayeur é una delle più affascinanti e mondane località della Valle d’Aosta, situata a 1200m di altitudine, considerata da sempre un vero e proprio tesoro custodito dalla più alta vetta delle Alpi il Monte Bianco.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Courmayeur

Cosa vedere a Courmayeur

Quando si arriva a Courmayeur é assolutamente d’obbligo un giro nel suo Centro storico.
In Via Roma, potrete trovare numerosi i negozi, boutiques ed i caffè alla moda dove poter godere del fascino di questo piccolo paese: alcuni rappresentano delle pagine di storia di questo piccolo centro, come ad esempio il Caffè della Posta aperto nel lontano 1911. Giunti a Piazza Petigax, vi troverete ad ammirare una torre duecentesca: si tratta di Tour Malluquin purtroppo non visitabile se non in occasione delle mostre che vengono ospitate al suo interno.

Chiesa di San Pantaleone e San Valentino

L’aspetto attuale della Chiesa risale al 1722, ma la prima citazione permette di averne testimonianze risalenti al XIII secolo. Visitabile liberamente ogni giorno dalle 9:00 alle 19:30, compatibilmente con le celebrazioni liturgiche.

Giardino Botanico Plan Gorret

L’Abbé J.-M. Henry, grande figura di sacerdote-erudito valdostano, fu l’ideatore di un giardino botanico che all’epoca ospitava 250 varietà floreali, raccolte dall’Abate nei suoi viaggi e 150 esemplari di fiori esotici. Prenotabili visite guidate a 3€/persona.

Museo Alpino Duca Degli Abruzzi

Proseguendo per il centro si arriva all’edificio che ospita il Museo e la sede delle Guide Alpine di Courmayeur. Il Museo racchiude molte opere che hanno ovviamente come tema il Monte Bianco ma di grande valore artistico. Assolutamente consigliato. Il biglietto costa 5€ intero e 3€ ridotto; gli orari vengono adeguati alle stagioni: meglio consultare il sito ufficiale che informa in maniera molto esaustiva.

Cosa fare a Courmayeur

Una volta giunti in questa località ci sono delle esperienze da fare che non potete assolutamente perdervi. Ricordatevi che vi troverete in uno dei luoghi più ambiti dagli sciatori di tutto il mondo, con una consolidata vocazione turistica, in grado di proporre un’offerta rispondente ad alti standard; inoltre ci sono delle visite che vi consigliamo assolutamente di programmare. Vi sembrerà impossibile ma avrete anche la possibilità di dominare queste vette dall’alto, prenotando un giro in elicottero sul Monte Bianco.

Sciare

Le piste di Courmayeur sono raggiungibili dal paese attraverso due funivie, una nei pressi del centro del paese, la funivia Courmayeur e una ad Entrèves, la funivia Val Veny, in alternativa si può prendere la telecabina di Dolonne che parte dall’omonima frazione. Troverete piste adatte ai vari livelli di abilità e sarete accolti da personale altamente qualificato.

Le tariffe giornaliere sono intorno ai 50€ per gli adulti, ma soggette a variazioni in base al periodo. L’ufficio skipass in città fornisce ogni tipo di biglietto disponibile sia per le località di Courmayeur e Chamonix, sia quello valido in tutta la Valle d’Aosta ( escluso lo skipass stagionale). Il servizio di apertura serale permette di acquistare lo skipass per il giorno successivo anche oltre l’orario delle altre biglietterie.

Fare fuori pista e ‘ciaspolare’

La zona sciistica ai confini con la Francia è molto famosa per i suoi spettacolari percorsi fuori pista. La discesa più famosa è quella della Vallée Blanche, che raggiunge Chamonix attraversando il ghiacciaio della Mer de Glace.

La Skyway

La funivia che da Pontal porta fino a Punta Helbronner a 3.466 metri di altitudine direttamente ai piedi dei ghiacciai e delle grandi vette delle Alpi. Un’esperienza indimenticabile da arricchire con una visita alla sala dei cristalli, dove é possibile ammirare i bellissimi gioielli delle montagne che negli anni sono stati estratti nel massiccio del Monte Bianco e magari con un pranzo in quota. Potrete agevolmente prenotare on-line il pacchetto completo.

Le terme di Pré Saint Didier

Al cospetto del Monte Bianco potrete gratificare il corpo e la mente allo stabilimento di Pré Saint Didier, perla della Valle d’Aosta e località termale rinomata già nel 1800. I costi variano in base al pacchetto offerto ma é un regalo che vale la pena di concedersi.

Santuario di Notre-Dame de Guérison

Uno dei più importanti santuari di tutta la regione della Valle d’Aosta, sorge all’inizio della Val Veny, é raggiungibile in auto ma soltanto da luglio a settembre: in inverno la località rimane praticamente isolata. All’interno é possibile ammirare molti ex-voto donati da escursionisti e alpinisti scampati agli imprevisti della montagna. Inoltre potrete ammirare un panorama mozzafiato: il Santuario é collocato infatti in un punto strategico per ammirare il massiccio del Monte Bianco. Ingresso libero.

Come arrivare a Courmayeur

In auto le vie principali sono la Strada Statale 26 della Valle d’Aosta e l’autostrada A5 Torino-Aosta-Courmayeur. Per chi invece proviene da Francia, Svizzera e Nord Europa, é consigliabile imboccare il Traforo del Monte Bianco o il Traforo del Gran San Bernardo.

In aereo l’aeroporto nazionale di Torino Caselle dista circa 150 km da Courmayeur. In alternativa si può optare per gli aeroporti internazionali di Milano Malpensa (212 km), Milano Linate (235 km) e di Ginevra (106 km).

In treno la linea ferroviaria che serve la località è la Chivasso – Aosta, tutte le informazioni sono disponibili sul sito di Trenitalia.

Cosa e dove mangiare a Courmayeur

Ci sono piatti tipici di Courmayeur o più in generale della Val d’Aosta che bisogna assolutamente degustare. Di seguito alcuni consigli.

  • Fonduta valdostana: è a base di fontina alpina. Si crea semplicemente fondendo questo formaggio in contenitori di terracotta e gustandola intingendovi pezzi di pane tostato.
  • Gnocchi alla bava: si tratta di gnocchi ricavati con un impasto morbido con patate lesse passate e due farine. Vengono conditi con una vera e propria crema ottenuta con una noce di burro, farina bianca, latte, fontina fusa, sale e pepe.
  • Capriolo alla valdostana: prevede una marinatura di 12 ore circa con aglio, cipolla, carota, sedano, prezzemolo, alloro, chiodi di garofano, timo, cannella e bacche di ginepro. La carne viene rosolata e sfumata con grappa, e cotta per 2 ore con l’aggiunta di pomodori pelati. Il piatto é servito con il sugo di cottura filtrato.
  • Crema di Cogne: è un dolce semplice e gustoso preparato con tuorli, zucchero e vanillina sbattuti fino a ottenere una crema omogenea. Dopo viene fatta cuocere la panna con pezzi di cioccolato; sciolto il cioccolato, si aggiungono la crema di uova e il rhum. Abitualmente è servita in una coppa con le tegole valdostane.
  • La Favò: zuppa tipica a base di fave, verdure, pane nero e fontina DOP

Vi suggeriamo due tra i tanti locali disponibili:

  • Pierre Alexis 1877, Via Guglielmo Marconi, 50
  • Brasserie La Sapinière, Strada Larzey – Entrèves, 2

Dove dormire a Courmayeur

La località é troppo ambita perché possa risultare anche economica ma, se pianificherete per tempo le vostre vacanze, potrete trovare dei graziosi hotel anche al prezzo di 90€/notte, che da queste parti é molto vantaggioso. Ovviamente in alta stagione potrebbe essere più conveniente soggiornare nei dintorni.



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo