Siviglia a Febbraio: clima, cosa vedere e cosa fare

Siviglia è la capitale e la città più grande dell’Andalusia, nel Sud della Spagna. Potremmo dire che è l’incarnazione dell’Andalusia, qui si respira a pieno lo spirito e lo stile di vita della regione.

Se siete in cerca di una vacanza emozionante e ricca di tradizioni e cultura, Siviglia è la meta che fa per voi.

Clicca qui per le migliori offerte di Hotel e B&B a Siviglia.

Il clima della capitale andalusa è del tipo mediterraneo, caratterizzato da un’estate particolarmente calda, con temperature tipiche delle città del vicino Nord-Africa. La stagione fredda, invece, risulta mite e le precipitazioni si concentrano, principalmente, tra l’autunno e l’inizio della primavera. 

Insieme a Cordoba, Siviglia in estate è la città più calda di tutta Europa. 

Il mare si trova a circa settanta chilometri dalla città, una distanza che permette a un po’ di brezza di mitigare il clima. L’umidità non è elevata, mentre si registra una notevole escursione termica tra giorno e notte. 

L’inverno, da dicembre a febbraio, ha temperature medie che non scendono sotto gli 11° e risulta mite, anche se l’umidità è molto alta in questo periodo e il freddo pungente. La temperatura scende molto la notte e nei momenti più freddi la colonnina di mercurio può arrivare a tre gradi sotto lo zero. 

La primavera, da marzo a maggio, è caratterizzata da giornate instabili con vento e pioggia alternati al sole ed un clima più mite, fino ad arrivare anche ai 30°, soprattutto con l’avvicinarsi di giugno. 

L’estate, da giugno a metà settembre, è molto calda, secca e soleggiata, le temperature massime arrivano a 36° e, non di rado, anche a 40 gradi. Nei momenti peggiori si toccano i 45/47 °C..

L’autunno, da metà settembre a novembre, parte con temperature calde (a metà ottobre non è raro trovare giornate da 30°) per andare verso le temperature miti dell’inverno. Come la primavera, anche questa stagione è ricca di piogge.

Siviglia: il clima a febbraio

Come abbiamo visto Febbraio è l’ultimo mese di inverno per la regione dell’Andalusia, quindi arrivare a Siviglia in questo mese significa trovarsi in un momento non particolarmente caldo, ma nemmeno eccessivamente freddo.

Rispetto agli altri due mesi invernali, a febbraio le precipitazioni sono molto scarse, quindi potrete godere di molte giornate soleggiate, questo significa che gli 11 gradi medi vengono ben mitigati dai raggi del sole e che, durante la mattinata, si può godere di un bel tepore, piacevole per passeggiare in città. 

Di contro, la notte le temperature scendono molto, ma comunque di rado si scende sotto lo zero, quindi portatevi un pigiama invernale, ma non abbiate paura, non patirete il freddo.  

Come vestirsi a febbraio a Siviglia? Il consiglio è di vestirvi come fareste in Italia, soprattutto se vivete al Sud, e di portare con voi anche un ombrello e una giacca impermeabile, se doveste trovare una, rara, giornata di pioggia. 

Soprattutto per chi non potrebbe sopportare il caldo del periodo estivo, vuole evitare di sgomitare nella calca dei turisti e cerca una buona occasione sul volo e alberghi, Siviglia a Febbraio è un’ottima opportunità.

Cosa fare a Siviglia a febbraio

Visto il clima di febbraio non parleremo di mare per questa vacanza, ma la capitale dell’Andalusia ha molto da offrire ai suoi visitatori, soprattutto se vorrete calarvi nel tipico stie di vita della regione e vivere le tradizionali passioni spagnole tra tapas, vino, birra, flamenco, la movida, le feste e, per chi volesse, la corrida. Ecco cosa vedere a Siviglia a febbraio

Siviglia è stata terreno della dominazione di diverse civiltà e nel suo patrimonio storico rappresenta l’incontro tra tre continenti: Europa, Africa e America.

L’architettura della città ha forti richiami agli stili più diversi: gotico, romano, islamico, rinascimentale e barocco

Il Centro Storico, di stampo medievale, sorge intorno al fiume Guadalquivir, con palazzi e chiese imponenti, ed è formato da vicoli tortuosi e stretti, che si aprono su quartieri aristocratici, ricchi di cortili e di piazzette nascoste.

La cattedrale e la Torre della Giralda

giralda-siviglia

Una delle mete imperdibili per chi visita Siviglia è la Cattedrale di Santa Maria con la Torre della Giralda. 

La maestosa Cattedrale è la terza al mondo per grandezza e si espande per 126 metri in lunghezza e 83 in larghezza e cinque navate. Venne costruita nel XV secolo sui resti di una moschea del XII secolo. 

Non possiamo che consigliarvi un tour guidato per un edificio che al suo interno ospita una collezione di opere d’arte di diversi secoli e che decorano le 44 cappelle e la navata centrale. La pala dorata dell’altare della cappella maggiore è considerata la più grande al mondo. 

Tutto questo, già, basterebbe ma la Cattedrale di Siviglia racchiude anche altri tesori, come la tomba monumentale di Cristoforo Colombo, i cui resti sarebbero (il condizionale è d’obbligo) composti nel feretro di bronzo, portato da quattro araldi che rappresentano le quattro corone di Spagna. Infine uno dei pezzi più importanti: la torre campanaria detta la Giralda. Questa torre in mattoni raggiunge un’altezza di oltre 90 metri e fu inizialmente eretta come minareto alla fine del XII secolo, durante la vostra visita potrete scoprire i resti della moschea araba su cui è nata la Cattedrale. La banderuola in bronzo sulla cima è chiamata El Girardillo, ed è il simbolo di Siviglia.

Dalla cima della Torre della Giralda si può godere di una bellissima vista sulla città.

L'Alcazar

alcazar siviglia

Il Reales Alcázares de Sevilla, è il più antico palazzo reale d’Europa e si trova proprio al centro di Siviglia. Nel 1987 l’UNESCO l’ha dichiarato patrimonio dell’Umanità.

Venne progettato e costruito dai Mori e rappresenta un esempio di architettura mudejar,  ancora oggi è usato dalla famiglia reale, durante le visite alla città. 

Si tratta di un complesso monumentale composto da diversi edifici per una superficie totale di 17.000 metri quadri e un giardino di 7 ettari; lo sviluppo della costruzione è avvenuto tra l’11° al 16° secolo facendone una cittadella fortificata. Negli splendidi giardini del palazzo si possono trovare quasi 200 diverse specie di piante provenienti da tutto il mondo.

Recentemente è stato scelto come location per girare alcune scene della serie TV “Il Trono di Spade”.

Il Flamenco

flamenco-siviglia

Una visita a Siviglia non è completa se non sarete pronti a viverne a pieno anche la sua anima e la sua musica popolare: il Flamenco.

Potete scegliere di andare alla Casa del Flamenco (Calle Ximénez de Enciso, 28) e assistere allo spettacolo che si svolge nel cortile interno del palazzo, si tratta di uno dei pochi spettacoli di Flamenco a Siviglia che non usa alcun  tipo di amplificazione.

Oppure potete addentrarvi nel quartiere di Triana e vivere l’atmosfera del Flamenco, nato tra queste strade e le sue cantine e sedervi in uno dei locali che offre uno dei tanti spettacoli di questa magnifica danza.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento