Sondrio: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

La città di Sondrio si trova in Valtellina, in mezzo alle alpi lombarde e ai bei vigneti terrazzati. Il centro città è molto grazioso, raccolto e strutturato a uso pedonale e ciclabile, pertanto si presta molto bene per essere visitato a piedi o in bici.

Quando farete questo viaggio, avrete modo di ammirare incantevoli palazzi storici e di assaporare la cucina locale, fatta di prodotti genuini e gusti imperdibili, accompagnati da squisiti vini fatti del posto.

Vediamo insieme come arrivare, cosa vedere e dove mangiare a Sondrio.

Consulta le migliori offerte di hotel e B&B a Sondrio

Cosa vedere a Sondrio

Castel Masegra

In Valtellina, Castel Masegra è l’unica fortezza del Medioevo che ha resistito dopo l’insediamento dei Grigioni e durante i secoli, avendo perso lo scopo difensivo, è stato destinato a residenza ricca di cantine per la degustazione del vino, loggiati, dettagli architettonici e preziosi affreschi. Visitate anche la Camera Picta, all’interno della quale sono conservati vari dipinti ispirati all’opera di Ludovico Ariosto, L’Orlando Furioso.

Come arrivare: arriverete in 15 minuti a piedi, partendo da Piazza Garibaldi e passando per via San Siro e via Capitano Masegra.

Quando e quanto: aperto da maggio a settembre, da sabato a domenica: dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. L’ingresso è gratuito.

Castel Grumello

Castel Grumello è stato eretto dalla famiglia De Piro tra la fine del 1200 e l’inizio del 1300. La costruzione originaria era composta da due strutture circondate da mura: quella a ovest era la residenza, mentre quella a est fu adibita a difesa. I resti del castello guardano dall’alto la città e parte della valle.

Come arrivare: prendendo l’auto impiegherete 10 minuti dal centro storico della città, proseguendo verso Montagna in Valtellina.

Quando e quanto: apre tutti i giorni da marzo a settembre, dalle 10 alle 18; tutti i giorni da ottobre a gennaio, dalle 10 alle 17. È chiuso a febbraio e l’ingresso è sempre gratuito.

Palazzo Pretorio

Palazzo Pretorio è stato costruito nell’XI secolo e mentre un tempo accoglieva il Governo dei Grigioni, che comandarono la città nel XVI secolo, attualmente è la sede degli uffici delle alte cariche comunali.

Sulle facciate del palazzo potrete ancora ammirare le decorazioni rinascimentali e nel cortile il doppio loggiato, ornato con l’antica tecnica del graffio grigio. L’ufficio del Sindaco della città accoglie una statua lignea di grande valore culturale e artistico, che risale al XVI secolo. Merita una visita anche la Sala Terrena, dove ancora ci sono dipinti gli stemmi dei Grigioni. All’interno del palazzo sono presenti tre sale espositive.

Come arrivare: il palazzo si trova a due minuti di camminata da Piazza Garibaldi.

Quando e quanto: aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30. L’ingresso è gratuito.

Palazzo Sassi de’ Lavizzari

Palazzo Sassi de’ Lavizzari è stato costruito nel XVI secolo e attualmente ospita il Museo Valtellinese di Storia e Arte, che racchiude interessanti testimonianze archeologiche risalenti all’epoca preistorica e romana. Ma non solo, perché sono presenti ulteriori opere locali che offrono una interessante visione d’insieme di quella che è la produzione artistica della Valtellina, a partire dal Medioevo fino a oggi.

Come arrivare: camminando per 5 minuti da Piazza Garibaldi.

Quando e quanto: aperto da martedì a domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. I festivi apre dalle 15 alle 18 ed è chiuso i lunedì, 1° gennaio, domenica di Pasqua, 15 agosto, 1° novembre e 25 dicembre.

Il costo di biglietto intero è di 6 €, ridotto a 5 € per i cittadini UE dai 18 ai 25 anni, gratis per accompagnatori, portatori di handicap e under 18.

Villa Quadrio

Villa Quadrio è stata costruita all’inizio del ‘900 e ancora oggi, al suo interno è presente una meravigliosa statua lignea in cembro, che risale al ‘500 e si rifà all’architettura del tempo: in essa non mancano neppure diversi richiami al Rinascimento. Oggi Villa Quadrio è la sede della Biblioteca Comunale.

Come arrivare: camminando per 8 minuti partendo da Piazza Garibaldi.

Quando e quanto: apre il lunedì dalle 14 alle 19, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 e infine, il sabato dalle 9 alle 12. L’ingresso è gratuito.

Palazzo Sertoli

Palazzo Sertoli vanta una bellissimo parco, si trova nel centro storico della città ed è realizzato in stile barocco. Al suo interno, esattamente al piano nobile, c’è il Salone dei balli: una sala realizzata sempre in stile barocco, divisa in due piani e ornata con affreschi e i balconcini tipici dell’epoca.

Come arrivare: dista 4 minuti a piedi da Piazza Garibaldi.

Quando e quanto: attualmente l’interno non è visitabile.

La Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio

La Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio si trova nel centro storico, per la precisione in Piazza Campello ed è una chiesa che risale al Medioevo che è stata quasi del tutto ricostruita nel XVIII secolo.

Al suo interno sono conservate una serie di opere pittoriche di una bellezza unica.

Come arrivare: si trova a 2 minuti a piedi da Piazza Garibaldi.

Quando e quanto: è sempre gratuitamente accessibile, nel rispetto delle funzioni religiose.

Cosa fare a Sondrio

Se volete rendere più piacevole (e agevole) la vostra visita, per esempio, potreste noleggiare una e-bike.

Visitare Piazza Garibaldi

Il salotto buono di Sondrio, in cui la movida si incontra per un aperitivo o un caffè, è Piazza Garibaldi.

Lo storico Albergo della Posta e il Teatro Sociale, insieme ad altri palazzi incantevoli, tutti realizzati in stile neoclassico e rinascimentale, si affacciano proprio su Piazza Garibaldi.

Come arrivare: si trova a 6 minuti a piedi dalla stazione dei treni.

Quando e quando: la piazza è sempre accessibile, gratuitamente.

Via dei Terrazzamenti

Una visita imperdibile da fare a Sondrio è quella ai terrazzamenti usati per la coltivazione della vite chiavannesca e alle relative cantine del vino. Approfitterete per assaporare un buon bicchiere di Grumello, Sassella, Inferno e Sforzato.

Qui potrete passare per vari itinerari pedonali e ciclabili dai quali osservare la città dall’alto.

Le vie dei Terrazzamenti partono da Tirano e arrivano sino a Morbegno, passando proprio per Sondrio.

Come arrivare: si trovano a 6 minuti d’auto dal centro cittadino.

Quando e quanto: sono sempre visitabili gratuitamente.

Via Scarpatetti

Quando passeggerete per via Scarpatetti, grazie all’architettura rurale tipica Valtellinese, vi addentrerete nella vera Sondrio, fatta di corti acciottolate, cappelle votive, archi fatti di pietra e ballatoi in pietra.

Visitate la Cappelletta della Madonna dell’uva e la bella statura lignea che raffigura la Madonna che tiene in braccio Gesù bambino, con un grappolo d’uva.

Come arrivare: dista 8 minuti a piedi da Piazza Garibaldi, camminando lungo via Maurizio Quadrio.

Quando e quanto: è sempre accessibile, gratuitamente.

Dove mangiare a Sondrio

A Sondrio potrete degustare ottima cucina locale e non solo da:

  • Cima 11, una graziosa e piccola trattoria che si trova nel centro storico, che presenta piatti locali davvero gustosi e di qualità. Si trova in via Pelosi, 3, allo 0342.515040
  • Masegra, un ristorante con piatti a base di cucina tipica valtellinese rifatti in una versione moderna. Si trova vicino all’omonimo castello, in via Masegra 7B, allo 0342.215970.

Come arrivare a Sondrio

Arriverete a Sondrio guidando per 2 ore dall’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, da Milano Malpensa e da Milano Linate. Impiegherete 2 ore in treno partendo da Milano Centrale (qui tutte le migliori offerte).

Dove dormire a Sondrio

Qui sotto trovate le migliori offerte di alloggi a Sondrio, sempre aggiornate.



Booking.com

mm

Amo la montagna, la collina e i vecchi borghi semi-abbandonati. Su Sviaggiare scrivo guide di destinazioni italiane, e ho sempre una chicca da suggerirvi.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it