Bormio: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Bormio si trova tra il Parco Nazionale dello Stelvio e la Valtellina, è un centro abitato noto per essere un dotato di una serie di moderni stabilimenti sciistici e per le sorgenti termali.

In realtà, a Bormio sono presenti ben tre centri termali, ovvero i romanici Bagni Vecchi, i Bagni Nuovi, un resort di lusso a 5 stelle, e il Bormio Terme, di cui gli ospiti apprezzano soprattutto le piscine all’aperto, la spa Thermarium e gli acquascivoli per i più piccoli.

Bormio è bella da visitare tutto l’anno, amata non solo per le terme, ma anche per i sentieri e i passi montagnosi che rendono felici escursionisti, ciclisti e motociclisti.

Ma cosa puoi visitare e fare quando vai a Bormio? Vediamolo insieme.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Bormio

Cosa vedere a Bormio

Piazza Kuerc

Kuerc, nel dialetto valtellinese vuol dire coperchio e indica uno dei maggiori simboli cittadini, ovvero la piazza che ospita la Torre della Bajona, eretta nel XIV secolo. Costruita con una tettoia ad anfiteatro, al suo interno ci sono delle panche: un tempo era luogo di adunanze e amministrazione giuridica e infatti sulle sue colonne venivano esposte sentenze e decreti. Ma non solo, perché è ancora presente il basamento dove al tempo erano incatenati i condannati.

Come arrivare: si trova nel centro storico di Bormio, a 700 metri dalla stazione e può essere raggiunta camminando per 10 minuti.

Orari e costi: è sempre accessibile gratuitamente.

La Chiesa Parrocchiale dei Santi Gervasio e Protasio

Questa chiesa è stata dedicata ai due santi, figli gemelli di Santa Valeria e San Vitale, protettori di Bormio. È stata costruita nel 824 d.C ed è la versione originale del Medioevo, sebbene sia stata ristrutturata nel 1641, a causa della sua totale distruzione da parte degli spagnoli nel 1621.

È la struttura religiosa più antica del posto, si trova sulla piazza centrale ed è ricca di affreschi, alcuni risalgono addirittura al 1393. È arricchita da ben 8 cappelle laterali e in alcune di esse, potete ammirare gli stemmi dei nobili del posto.

Come arrivare: si trova nel centro storico, di fronte a Piazza Kuerc ed è collegata dalle linee urbane che si fermano di fronte al municipio.

Orari e costi: apre dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 18.45 e sabato e domenica dalle 7.30 alle 19.15.

L’accesso è gratuito.

Chiesa del Sassello

Nota anche con il nome di Chiesa della Pazienza, è stata consacrata nel 1405.

Sembra che qui siano avvenuti vari miracoli, il più noto è relativo a una donna alla quale, nel 1687, fu diagnosticata una malattia e decise di ritirarsi in solitudine, lontano dal marito, nella Val di Rezzalo. Si dice si nutrisse di sole bacche e neve, fino al giorno in cui fu ritrovata sana e salva, dicendo di essere sopravvissuta pregando la Madonna del Sassello.

Se decidi di visitare questo posto mistico, fallo passando per la Passeggiata delle quattro Chiese, partendo da Piazza del Crocifisso di Combo.

Come arrivare: camminando per 6 minuti dal centro storico, a 450 metri da Piazza Kuerc.

Orari e costi: la chiesa apre dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 18.45 e sabato e domenica dalle 7.30 alle 19.15. L’accesso è gratuito.

Torre della Bajonata o Torre delle Ore

Si tratta di un altro simbolo cittadino e, come detto, si trova in Piazza Kuerc. Il nome deriva dalla torre a campana che un tempo suonava, reggendo il contado e i raduni della città. Il suo suono giungeva sino alle valli circostanti, in modo che tutti prendessero parte alle adunanze o fossero avvisati in caso di invasioni o incendi.

Secondo la leggenda, i rintocchi troppo forti e lunghi causarono la caduta della campana che si frantumò in mille pezzi contro il suolo.

Come arrivare: la torre è nel centro storico, su Piazza Kuerc, si arriva camminando per 10 minuti dalla stazione, che si trova a 700 metri.

Orari e costi: la torre è visitabile solo esternamente, gratuitamente.

Torre Alberti

Torre Alberti è detta anche Torre Marioli e con i suoi 24 metri d’altezza, domina l’area pedonale del centro storico. Fu eretta nel XIII secolo usando pietra grigia a vista e un tempo, al suo interno, le stanze ospitavano ospiti di spicco, come Ludovico il Moro o Bianca Maria Sforza.

In passato è stata adibita anche a caserma per gli alpini e a scuola, mentre oggi è la sede del Punto di Informazioni del Parco Nazionale dello Stelvio.

Come arrivare: si trova nel centro storico e si arriva camminando per 8 minuti dalla stazione, che si trova a 550 metri.

Orari e costi: la torre è visitabile gratuitamente solo esternamente.

Le Terme di Bormio: Bagni vecchi e Bagni Nuovi

I Bagni Vecchi sono degli antichi bagni dell’età romana e un insieme di grotte secolari che ancora oggi vi consentiranno di tornare indietro nel tempo. Sono presenti 6 settori con diversi percorsi termali e sono dotati di una piscina panoramica all’aperto, che si affaccia sulla valle.

I Bagni Nuovi sono stati costruiti più recentemente e sono suddivisi in 4 scomparti, con vari percorsi termali a una sauna in circolo ottocentesco.

Il Bormio Terme sono l’edificio termale che si trova nel centro cittadino, comprende una piscina lunga ben 25 metri e varie vasche, bagni turchi, saune, una biosauna e un acquascivolo di 60 metri.

Come arrivare: ai Bagni Nuovi si arriva partendo da piazza Kuerc con una navetta gratuita. Le Bormio Terme si trovano nel centro storico.

Orari e costi: i Bagni vecchi aprono tutti i giorni dalle 10 alle 20; venerdì, sabato e festività, dalle 10 alle 22.

I Bagni Nuovi aprono tutti i giorni dalle 11 alle 22. Le Bormio Terme dalle 10 alle 18, chiuse il martedì.

Il biglietto per Bagni Vecchi e Bagni nuovi, dal lunedì al giovedì è d 48,00 €, dal venerdì alla domenica e festività, 54,00 €. Il biglietto per le Bormio Terme è di 21,00 € durante la bassa stagione e 26,00 € in quella alta.

Il Parco Nazionale dello Stelvio

Il Parco Nazionale dello Stelvio è l’area protetta maggiore d’Italia e tocca le province di Sondrio, Brescia, Bolzano e Trento. Al suo interno troverai più di 100 ghiacciati, una moltitudine di ambienti naturali e oltre 2000 specie tra fiori e piante. Potrai ammirare caprioli, camosci, cervi, stambecchi, l’aquila reale e tanti altri animali selvatici.

Se lo desideri prendi parte a una delle tante escursioni offerte dal parco, oppure procedi da solo. Non mancheranno punti di ristoro, bivacchi e rifugi alpini dove riposare.

Come arrivare: si trova nel territorio di Bormio e non esiste un vero e proprio ingresso. È possibile informarsi presso il Punto informativo all’interno della Torre Alberti.

Orari e costi: il parco è sempre accessibile gratuitamente.

Il Museo Civico di Bormio

Il piccolo Museo Civico di Bormio si trova all’interno del Palazzo de Simoni, nel centro storico cittadino e comprende 27 stanze. Qui troverai oltre 4000 pezzi che narrano folklore, cultura, artigianato, lavoro e religione locali. Vedrai gli strumenti un tempo usati da ciabattini e falegnami e gli attrezzi di lavoro nei campi.

Come arrivare: in Piazza Kuerc, camminando per 6 minuti dalla 350 metri dalla stazione.

Orari e costi: dal 27 dicembre al 15 aprile, dal lunedì al sabato, apre dalle 15.30 alle 18.30. Chiude il primo gennaio.

Dal 16 aprile al 14 giugno, martedì, giovedì e sabato dalle 15.30 alle 18.30.

Dal 15 giugno al 15 settembre, tutti i giorni dalle 10 alle 12.20 e dalle 15 alle 19. Chiuso il lunedì mattina.

Dal 16 settembre al 23 dicembre, giovedì e sabato, dalle 15.30 alle 18.30.

Il biglietto costa 3,00 €.

Cosa fare a Bormio

Il Bormio Ski

Bormio è la meta ideale per gli amanti dello sci, visto che ospita ben 16 impianti sciistici e 20 piste, per un totale di 50 km. Parte dai 1.225 metri e arriva fin a 3.012 metri della Cima Bianca.

Il Bormio Ski fa parte dell’impianto Pista Stelvio, dove si svolgono i campionati mondiali di sci alpino.

Le infrastrutture sono moderne, ben mantenute e adatte a tutti, a principianti, a chi pratica con media difficoltà e ai professionisti.

Prenota –> Lezioni private di sci e snowboard

Come arrivare: usando lo skibus gratuito per i possessori di Bormio Skipass, per arrivare sino a Santa Caterina, Bormio, Cima Piazzi-San Colombano. La partenza è la Funivia Bormio 2000 si trovano in via Battaglion Morbegno, 25.

Orari e costi: dal 30 novembre al 13 aprile circa, dalle 8.30 alle 17.

Il costo del biglietto giornaliero per adulti con skipass è di 42,00 €; Funivia+Cabinovia, 17 € andata e ritorno.

I laghi di Cancano

I laghi di Cancano e San Giacomo sono stati ideati per produrre energia elettrica e si trovano nella Valle di Fraele. Creati nel secolo scorso, oggi consentono di passeggiare, fare mountain bike o trekking, in un ambiente unico, in mezzo ai boschi della Valtellina.

Dei segnavia costeggiano il lago e consentono di ammirare paesaggi unici, approfittare di aree attrezzate per fare dei pic-nic e ci sono molti punti di ristoro.

Come arrivare: prendendo la navetta al costo di 1,00 € a tratta, dalle 9 alle 17,30. I bus partono dal parcheggio della Palazzina A2A.

Orari e costi: i laghi sono sempre accessibili gratuitamente.

Come arrivare a Bormio

È possibile arrivare a Bormio partendo da Milano prendendo l’autostrada 36 verso Colico, la statale 38 è procedere verso Sondrio, Tirano e Bormio.

Da Milano, prendendo il treno fino a Tirano e poi l’autobus Tirano-Bormio.

Cosa e dove mangiare a Bormio

A Bormio potrai mangiare manfrigoli, pizzoccheri, polenta taragna, panun, sciatt e tanto altro.

Potrai degustare ottima cucina del posto da:

  • Ristorante Vecchia Combo: ricco di piatti tipici locali e valtellinesi. Lo trovate in Piazza Santuario, 4, al numero 0342901568;
  • Ristorante Al Filò: assaporerete cucina tipica del posto rivisitata. Lo trovate in via Dante, 6, allo 0342901732.

Dove dormire a Bormio

A Bormio troverai tanti hotel e B&B anche in centro e vicino alle terme, dove ci sono anche i localini e i ristoranti più in voga. Potresti puntare anche alla zona intorno agli impianti sciistici.



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo