Cuba a Gennaio: clima, cosa vedere e cosa fare

Cuba è un’isola dei Caraibi, tra l’Oceano Atlantico a Nord e il mar dei Caraibi a sud. Dista circa 150 km dalla costa della Florida. Nota anche come la Isla grande, Cuba, è la più grande delle isole caraibiche, infatti la sua superficie è superiore alla metà di tutte le altre isole dell’arcipelago messe insieme.

Le autorità del paese hanno dato grande importanza alla protezione del patrimonio naturale una priorità, dando vita a oltre i 250 aree naturali protette, che coprono il 22% del paese. Anche grazie a questo Cuba è il polmone verde dei Caraibi.

Clicca qui per le migliori offerte di Hotel e B&B a Cuba

Cuba: il clima

Durante l’anno il clima è uniforme su tutta l’isola, ed è di tipo tropicale: sempre caldo e soleggiato. L’anno si divide in due stagioni principali: quella secca (nel periodo invernale tra novembre e aprile) e quella umida (maggio – ottobre). La temperatura media annua è oscilla tra i 15° e i 24°C. Se programmate un viaggio nel periodo da settembre a ottobre andrà tenuto presente la possibilità di uragani, di estensione variabile tra i 150 e 600 km di diametro, che riescono a sviluppare venti di straordinaria intensità (fino a 300 km/h) e piogge torrenziali e inondanti.

Cuba: il clima a gennaio

A gennaio Cuba risulta essere prevalentemente ricco di belle giornate assolate. Nel primo mese dell’anno qui il sole brilla fin dall’alba, con una temperatura calda ma piacevole, con scarsissime precipitazioni. A gennaio, la temperatura media è di 25°, con una massima di 27°C e la minima di 23°C. Per chi vuole fare il bagno, la temperatura dell’acqua del mare, è tra i 26 °C d’inverno e i 28–30 °C del periodo estivo, quindi anche nel mese di gennaio è possibile godersi le fantastiche spiagge dell’isola e il magnifico mare.

Cosa fare a Cuba a Gennaio

Come abbiamo visto a Gennaio il clima è perfetto per qualunque attività, dal mare alle visite alle città più note di Cuba. Se prevedete di andare in escursione sugli altipiani dell’isola mettete in valigia degli abiti caldi.

Mentre Natale è una festività non particolarmente sentita, lo è il Capodanno, il primo gennaio a Cuba si festeggia el Día de la Liberación: anniversario della vittoria di Fidel Castro nel 1959, il trionfo della Rivoluzione cubana.
Il 12 gennaio si ricorda l’Incendio de Bayamo che nel 1869 distrusse la città. Ancora oggi è una giornata molto sentita dai cittadini e viene conclusa da uno spettacolo pirotecnico.

Le spiagge di Cuba

Se siete “fuggiti” dall’inverno italiano in cerca di sole e mare, avrete l’imbarazzo della scelta. Da non perdere assolutamente le isole di Cayo Santa MaríaCayo Guillermo (la preferita di Hemingway), Cayo Coco. Le Cayos sono tante piccole isole perfette per gli amanti del mare e della natura, che qui sembra inesplorata. In particolare Cayo Levisa vi offre la possibilità di visitare una riserva naturale con acque turchesi e ricche di lamantini.

Le Cayos si estendono per molti chilometri sulla costa Nord-ovest di Cuba, per raggiungerle in barca oppure si può usare l’automobile attraverso un terrapieno che le collega all’isola maggiore. Sarà necessario pagare un pedaggio e mostrare il passaporto.

Se non volete lasciare l’isola maggiore potete scegliere Varadero è una delle più turistiche località di Cuba; la preferita da europei, canadesi e argentini per una vacanza tutta all’insegna del sole, della sabbia e dell’acqua turchese dei Caraibi. Da qui le spiagge di Miami e della Florida sono a poche ore di navigazione. 

Le attività da fare a Varadero si trovano tutte in un raggio di 20 km dalla spiaggia. L’Avana dista circa 2 ore di auto (o mezzi pubblici), quindi è possibile cercare alloggio qui e poi visitare la capitale cubana anche più volte durante il vostro soggiorno.

L’Avana

Prenota un hotel a L’Avana

Impossibile pensare di perdersi la capitale di Cuba, ricca di opportunità e di bellezze potrete passare qualche giorno sotto il sole della città godendovi mojito e tramonti fantastici. Scoprite 10 luoghi da vedere a l’Avana.

Il Museo di Hemingway

Cuba è ricca di storia e di personaggi, dai miti della Rivoluzione cubana ad artisti, scrittori e musicisti che hanno contribuito alla ricchezza culturale dell’isola. Tra questi di sicuro c’è Ernest Hemingway, premio Nobel per la Letteratura. Lo scrittore americano ha dato il nome al porto turistico dell’Avana (Marina Hemingway) e a un museo, allestito nella sua casa cubana che troverete dirigendovi verso il quartiere periferico di Francisco De Paula a una ventina di chilometri da l’Avana Vecchia. In questa casa tutto è rimasto così com’era: libri, scrivania, macchina da scrivere, oggetti d’arredo sono stati rimessi al loro posto, affiancando successivamente una raccolta di lettere, documenti e altri reperti appartenuti allo scrittore. Visitare questo museo vi troverete immersi nell’atmosfera degli anni ’40 e ’50 dell’isola caraibica tra le grandi passioni dell’autore di “Per chi Suona la Campana”, come le battute di pesca e il rum. Rivivrete anche la necessaria pace che ha ispirato i libri del premio Nobel.

Santiago di Cuba

Prenota un hotel a Santiago di Cuba

Santiago di Cuba è stata la prima capitale dell’isola; la piazza principale è intitolata a Carlos Manuel de Cespedes, rivoluzionario che lanciò, nel 1868, il primo proclama indipendentista contro la Spagna; è stata anche l’avamposto della rivoluzione castrista cominciata nel 1953 con l’assalto alla caserma Moncada e terminata il 2 gennaio 1959 con l’ingresso in città di Fidel Castro.

Oggi è la seconda città di Cuba per popolazione, con mezzo milione di abitanti e un grande fermento culturale, con musica in ogni strada e le lunghe scalinate usate dai cubani per lunghissime partite a scacchi. In questa città è nato il bolero latino americano, figlio anche dell’influenza afroamericana sulla città.

Tra i palazzi decadenti, fortezza sulla sommità della collina, non perdete l’occasione di visitare la  Catedral de la Nuestra Señora de la AsunciónFortezza San Pedro de la Roca del Marro, la Casa di Diego Velazquez.

Santiago di Cuba si trova nella parte sud-est dell’isola,  ha un suo aeroporto con collegamenti aerei interni e dista circa 800km da l’Avana, un viaggio di circa 10 ore di macchina.

Valle del Vinales

Prenota un hotel nella Valle del Vinales

Se cercate luoghi da visitare che si allontanino dai classici itinerari, il Patrimonio dell’UNESCO della Valle del Vinales è il luogo perfetto per voi, si tratta di uno dei panorami più belli di Cuba. Qui osserverete una grandissima varietà di specie animali e vegetali, facendone un santuario naturale, tranquillo e appartato e poco turistico. Qui troverete anche dei picchi carsici che prendono il nome di Mogotes, i cui sentieri sono i preferiti dagli appassionati di trekking.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento