Scanno: come arrivare, cosa vedere, dove dormire e mangiare [GUIDA]

Scanno è un paese situato nel cuore dell’Abruzzo, a due passi dal Parco Nazionale; parliamo di un borgo di montagna, visto che si trova a 1050 metri sul livello del mare, e le montagne in cui è incastonato si specchiano sulle acque dell’omonimo lago.

Se stai cercando un itinerario per una gita in Abruzzo, Scanno è sicuramente una destinazione gradevole e ricca d’interessi.

Casette addossate, stradine strette e tutt’intorno silenzio. Visitare Scanno significa fare un viaggio indietro nel tempo, fino al Medioevo.

Cosa vedere a Scanno: borgo, lago e luoghi d’interesse

Scanno merita una visita per fare una pausa dalla modernità e per abbracciare una cultura slow.

È infatti con lentezza che Scanno va scoperta per ammirarla da tutte le angolazioni; esiste una via dei fotografi, perché da qui la vista sul centro storico e sul panorama è senza eguali.

Prenota -> Visita guidata di Scanno

Centro Storico

Qui troverete i più bei palazzi nobiliari, i portali decorati, gli archi antichi, le scalinate e le chiese. Tipiche del paese sono le scalinate d’accesso alle proprietà conosciute come le cemmause.

Una sosta nelle oreficerie del borgo è d’obbligo, anche solo per guardare, dato che a Scanno si realizza una filigrana d’oro di straordinaria qualità e bellezza.

L’artigianato di Scanno comprende pezzi unici come la “Presentosa”, un ciondolo a forma di rosone tradizionalmente donato dai suoceri alla futura sposa il giorno della promessa di matrimonio, e il cosiddetto “Amorino”, un ciondolo a spilla donato sempre alla sposa per rinsaldare e “proteggere” l’amore nella neo-famiglia. Bellissime anche le “Circejje”, degli orecchini in oro con pendenti e perle.

La Ciambella

Via Roma quando si immette in Via De Angelis, per scorrere in Via Silla e arrivare in Via Vincenzo Tanturri e in Via Abrami va a formare un lungo anello circolare conosciuto dai paesani come la Ciambella, seguite questo percorso per scoprire il centro storico lungo un percorso ad anello che parte e torna presso la chiesa parrocchiale.

Chiesa di Santa Maria della Valle

La più importante chiesa del paese, in puro stile romanico abruzzese. Nel corso della storia ha subito numerosi rimaneggiamenti, le numerose ristrutturazioni sono evidenti perché introducono elementi barocchi all’interno di un contesto chiaramente romanico. All’interno è possibile osservare tracce di affreschi medievali, mentre nel presbiterio è conservato un coro ligneo. La cappella a destra dell’entrata è intitolata a San Costanzo e ne conserva una reliquia giunta a Scanno intorno al Settecento.

Museo della Lana

Il Museo della Lana custodisce oggetti della vita quotidiana a Scanno nel periodo compreso tra il 1880 e il 1930. Sono stati ricostruiti alcuni ambienti di una tipica casa di pastori formate di solito da una cucina, una camera da letto, da una stanza del telaio e da una cantina.

Lago di Scanno

Quello di Scanno è il più grande lago naturale d’Abruzzo che da una particolare prospettiva sembra avere la forma di cuore. Basterà seguire il Sentiero del Cuore di Scanno che porterà ad una terrazza panoramica da cui ammirare questo spettacolo.

Madonna del Lago

Sulle rive del lago, sorge questa piccola chiesetta dedicata alla Vergine Annunziata. Anticamente passava di lì un ripido sentiero, scavato nella roccia, che costituiva l’unico collegamento tra il borgo ed i paesi vicini.

Chiesa di Sant’Antonio da Padova

La chiesa venne edificata tra il 1595 e il 1596 e fu impreziosita agli inizi del Seicento da stucchi e sontuosi altari. Interventi di ammodernamento vennero eseguiti nel corso dell’Ottocento e nel secolo scorso, quando si provvide anche al restauro completo degli interni.

Chiesa di Sant’Eustachio

È la chiesa patronale di Scanno e al suo interno sono conservate varie statue tra cui Sant’Agata, Sant’Apollonia, la Fede e la Speranza, Santa Lucia, Santa Barbara oltre a quella, ovviamente, di Sant’Eustachio. Ancora oggi i parroci vengono ordinati prima qui e solo dopo a Santa Maria della Valle.

Piazza San Rocco

Una delle più belle piazze di Scanno dove affaccia un edificio residenziale che merita una sosta: Palazzo Mosca.

Palazzo Nardillo

Il palazzo che sorge nel quartiere di Codacchiola è interessante per il portale d’ingresso in stile barocco. Fu realizzato nel corso del Seicento e Settecento, non soltanto per residenze nobiliari, infatti, sono il segno di come l’attività agricola e la pastorizia fossero floride in questo piccolo borgo montano.

Fontana del Pisciarello

La trovate in Porta Sant’Antonio ed è formata da una vasca rettangolare, sormontata da una nicchia a sesto ribassato, affiancato da due tozzi piedritti contenenti piccole vasche aggettanti dal filo della muratura che raccolgono le acque provenienti da due mascheroni.

Fontana Sarracco

La fontana Sarracco si trova in largo Chiaffredo Bergia di fronte all’ex chiesa delle Anime Sante. La particolarità di questa antica fontana, che nel medioevo non faceva parte del nucleo abitato di Scanno, è che ogni cannella ha un mascherone su cui è raffigurato un ceto sociale; ognuno beveva dalla cannella che rappresentava il suo ceto sociale.

  • La cannella più a sinistra rappresenta lo stemma del re, qui potevano bere tutti i nobili di sesso maschile;
  • la seconda cannella da sinistra rappresenta lo stemma della regina e qui potevano bere tutte le donne appartenenti alla nobiltà;
  • alla terza cannella lo stemma dello zoccolante (in dialetto è colui che monta i ferri sugli zoccoli del cavallo) indicava che lì bevevano i lavoratori;
  • la quarta cannella rappresentava lo stemma del frate cappuccino, indicando che da quella si abbeveravano frati, suore, elemosinanti e viandanti.
  • Infine una quinta cannella senza stemma era posta più in basso, forse per i bambini.

Palazzo Rienzo

Non perdete una visita a Palazzo Rienzo, una delle più belle residenze di Scanno, fu realizzato tra i secoli XVII e XVIII ma venne ristrutturato anche nel Novecento. Al centro della costruzione spicca un maestoso portale d’ingresso, a cui si accede tramite due rampe laterali simmetriche.

Cosa fare a Scanno: eventi e manifestazioni

Ogni anno a Scanno, il 14 Agosto, si tiene “Ju Catenacce”, una interessante rievocazione dell’antico corteo nuziale scannese. Uomini e donne sfilano in coppie, vestiti con il costume tradizionale scannese, seguendo la coppia di sposi in un percorso che copre tutto il centro storico.

Durante le feste di matrimonio, infatti, veniva sfoggiato un costume più ricco e sontuoso di quello portato nel quotidiano, riconoscibile dai cordoncini posteriori dei copricapo di colore bianco o panna.

L’evento de “Ju Catenacce”, chiamato così perché il corteo nuziale in sfilata dall’alto sembra proprio una “catena”, attira a Scanno migliaia di turisti e di curiosi.

Una buona occasione per ammirare i costumi tradizionali del borgo: stoffe sgargianti e coloratissime, copricapo dalle ispirazioni arabeggianti e gioielli lussuosi e luccicanti.

In inverno, Scanno permette agli appassionati dello sci di scegliere tra due zone sciistiche diverse. La seggiovia che parte dai 1.050 metri del paese consente di salire ai 1.615 metri del rifugio di monte Rotondo, intorno al quale 3 seggiovie servono il “domaine skiable” più esteso della zona.

Altri 4 skilift partono dai 1.560 metri di passo Godi e servono delle piste più brevi (fino a 1 900 metri). Sul valico e’ in funzione un anello per il fondo, cui si affiancano vari itinerari escursionistici.

Dove mangiare a Scanno: i migliori ristoranti

Parliamo innanzitutto dei due prodotti gastronomici tipici del posto, entrambi dolci: il Pan dell’Orso e i mostaccioli. Il primo è una torta fatta con tre diverse farine (di grano duro, di patate e di mandorle), burro, miele, zucchero, aromi di mandorle, arancia e limone. Vi consigliamo di provarla nell’omonima pasticceria presente nel borgo. I mostaccioli invece sono simili a quelli prodotti anche in altre zone del Centro-Sud, a base di mandorle e pan di spagna, ricoperti di glassa di zucchero o cioccolato fondente.

Questo non significa che non ci sia scelta per gli amanti del salato, tutt’altro! Potete trovare decine di piatti adatti a saziarvi: dagli arrosticini di pecora ai chezzelliti (mangiateli all’Agriturismo Le Prata, sono una loro specialità), dalle sagne alla carne alla brace… c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Passiamo ora ai ristoranti consigliati.

Alla Fonte, in pieno centro storico a Scanno. Ristorante, bar, enoteca con piatti tradizionali della cucina abruzzese e uso dei prodotti tipici. Vasta scelta di vini e consigliato per aperitivi con possibilità di usufruire del suggestivo spazio esterno.

La Fonte | Scanno | via Fontana Sarracco, 3 | tel. 0864 747390

La Baita è situata a due passi dal centro storico di Scanno, adiacente la partenza degli impianti di risalita di Colle Rotondo. L’ ampia sala ristorante, rivestita in legno, conferisce la tipica atmosfera di baita di montagna. Oltre ai piatti della tradizione scannese e gustosi primi piatti fatti in casa preparati con farine biologiche il locale offre una grande varietà di pizze fragranti.

La Baita | Scanno | via Pescara | tel. 0864 747826 | www.labaitadiscanno.it/
Ristorante Pizzeria La Porta situato nel centro storico, presenta piatti della tradizione locale e abruzzese, rigorosamente con ingredienti di stagione ed a km zero. Vasta scelta vini abruzzesi e amari locali. Possibilità menù per vegetariani.
La Porta | Scanno | via Ciorla, 31 | tel. 0864 747280 | www.facebook.com/pages/Ristorante-La-Porta-Scanno/164120520330296

Il Vecchio Mulino propone il canonico antipasto, ricco e variegato, primi piatti caserecci e di buona fattura, secondi di carne (da allevamenti locali) e dolci fatti in casa, accompagnati da liquori e amari artigianali, genziana in primis.

Il Vecchio Mulino | Scanno | via Mario Silla, 50 | tel. 0864 747219 | www.facebook.com/Trattoria-Pizzeria-Il-Vecchio-Mulino-164847260192667/

Dove dormire a Scanno e dintorni



Booking.com

Come arrivare a Scanno

Data la sua location montuosa e isolata, arrivare a Scanno non è particolarmente agevole, soprattutto se non avete l’automobile.

Tuttavia, esistono varie alternative.

Automobile

da Roma: autostrada A25 (Roma – Pescara) uscita Cocullo, proseguimento per una ventina di Km sulla SS 479;

provenendo da Pescara: autostrada A25 uscita Cocullo, proseguimento per una ventina di Km sulla SS 479;

da L’Aquila: autostrada A24-A25 uscita Cocullo, proseguimento per una ventina di Km sulla SS 479;

Da Napoli: autostrada A1 (Roma – Napoli) uscita Caianello; proseguimento per la S.S. 85 direzione Venafro, S.S. 17 fino al bivio di Castel di Sangro S.S. 479 per Barrea, Villetta Barrea, Passo Godi, Scanno

Treno

Non esiste stazione a Scanno, dovete scendere a Sulmona

  • Roma – Pescara  stazione di Sulmona
  • Ferrovia L’Aquila Terni  stazione di Sulmona
  • Napoli Vairano – Caianello – Carpinone  stazione di Sulmona

Pullman

Sulmona Stazione Ferrovie Treni Italia – Sulmona Villa Comunale
Tel. 0864/21.04.69 – Fax. 0864/21.04.70

Da Roma (Capolinea Autobus Stazione Tiburtina) a Scanno centro (qui i dettagli, fermata intermedia a Sulmona)
Per ulteriori informazioni contattare: Tel.0864/74362 – Fax 0864/74530

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo