Desenzano del Garda: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Desenzano del Garda, in provincia di Brescia, è il più popoloso tra i comuni che si affacciano sul lago di Garda.

Si trova nella parte bassa del lago e le origini del toponimo risalgono a Decentius, antico proprietario di una villa romana del IV sec. che ancora si trova in prossimità del centro abitato.

In questa nostra guida vogliamo darti le indicazioni utili per visitare Desenzano del Garda.

Consulta le migliori offerte di Hotel e B&B a Desenzano del Garda

Cosa vedere a Desenzano del Garda: Luoghi d’interesse

Il Porto Vecchio

Il Porto Vecchio è, senza dubbio, la cartolina per antonomasia di Desenzano del Garda. Noto sin dall’età medievale, ha assunto l’aspetto che vediamo tuttora all’epoca della Repubblica di Venezia nella metà del 1400 quando venne ristrutturato e cominciò a essere utilizzato per il commercio del grano.

Nell’Ottocento l’aspetto del porto fu arricchito dall’aggiunta una diga per agevolare l’ingresso in porto delle tante imbarcazioni e di un faro per sostituire i lumi a petrolio che fino al 1843 avevano illuminato l’area portuale. Agli inizi del ‘900 fu costruito, invece, il caratteristico e suggestivo ponte in stile veneziano.

Ogni anno, nella scenografica ambientazione del porto, si svolge il Presepe Galleggiante.

Sul Porto Vecchio si affaccia il Palazzo Todeschini con le sue imponenti arcate, costruito nella seconda metà del 1500. Fino agli anni ’70 del Novecento è stato sede del Comune, oggi ospita eventi e convegni. A una delle sue colonne si poggia la Pietra dei Disoccupati, datata 1555, da dove venivano sentenziate le condanne di fallimento.

Il Castello

Il Castello si erge sull’intero centro abitato. Le sue origini, probabilmente, risalgono a un accampamento di età romana a difesa dai barbari. Durante l’epoca dei Comuni fu ristrutturato e ampliato fino a comprendere al suo interno un centinaio di abitazioni e la chiesetta di S. Ambrogio.

Oggi si possono ancora ammirare le mura, le torri e ciò che rimane di un antico ponte levatoio. Dalla fine del diciannovesimo secolo fino al 1943 fu adibito a Caserma. Attualmente, ospita mostre e eventi.

È possibile visitare il Castello di Desenzano da giugno a novembre tutti i giorni (tranne il lunedì). Durante il periodo invernale, l’ingresso è consentito solo nei giorni festivi e tutti i fine settimana (sabato e domenica). Il costo del biglietto è di 3 €.

Il Duomo

Costruito sui resti di un’antica pieve medievale, tra la fine del ‘500 e il primo decennio del ‘600, il Duomo di Desenzano si caratterizza per la facciata barocca e l’interno diviso in tre navate delimitate da sedici colonne in marmo bianco. Opera dell’architetto Todeschino, custodisce opere del maggior esponente della pittura rinascimentale del Veneto, Andrea Celeste, e una straordinaria Ultima Cena del Tiepolo, risalente al 1738 e ospitata nella cappella del SS. Sacramento.

La Villa romana

La Villa romana risale al I se. a.C. anche se i resti visibili oggi hanno un’età relativamente più recente: intorno al IV secolo. La scoperta della Villa avvenne nel 1921 quando, durante la costruzione delle fondamenta di un’abitazione privata, furono rinvenuti degli splendidi mosaici.

Si presume che il proprietario dell’antica villa fosse quel Decentius da cui Desenzano prenderebbe il nome.

In origine, la costruzione era collocata a ridosso delle rive del lago dal quale ora dista, invece, più di dieci metri. La Villa, divisa, in tre settori ha annesso un antiquarium in cui si possono ammirare reperti, utensili e pitture rinvenuti negli scavi.

Si può visitare il sito archeologico d’estate (durante l’ora legale) dalle 8,30 alle 19,30 e d’inverno (durante l’ora solare) dalle 8,30 alle 17,00. Orario di chiusura alle 19,30 anche d’inverno per l’antiquarium.

Il costo del biglietto è di 4 € per gli adulti e 2 € per i giovani tra i 18 e i 25 anni. Gratuito l’accesso per i ragazzi di età inferiore ai 18 anni.

Il Civico Museo Archeologico

Inaugurato nel 1990 e intitolato a Giovanni Rambotti, collezionista e cittadino di Desenzano, il Civico Museo Archeologico custodisce importanti reperti dell’età del bronzo e della fase di insediamento umano su palafitte intorno al Lago di Garda.

Tra i tesori archeologici esposti, spicca il cosiddetto aratro del Lavagnone, il più antico del mondo, risalente a oltre 2000 anni fa e rinvenuto, durante uno scavo, nel 1978.

D’inverno (a partire dall’1 ottobre) il museo è aperto ogni giovedì dalle 9,30 alle 13,00 e dal venerdì alla domenica, dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19,00; d’estate (a partire dall’1 aprile), il museo è aperto anche il martedì dalle 9,30 alle 12,30.

L’ingresso costa da 6 € per il biglietto intero a 4 € per il biglietto ridotto. E’ possibile acquistare un biglietto cumulativo Castello+Museo al prezzo di 8 € per il biglietto intero e 5 € per quello ridotto.

Cosa fare a Desenzano del Garda

Visitare l’Oasi di San Francesco

A soli cinque chilometri dal centro di Desenzano si trova l’Oasi di San Francesco, riserva naturale tra la frazione di Rivoltella e il Comune di Sirmione che si estende per oltre dieci ettari.

L’Oasi di San Francesco ospita oltre 100 specie di uccelli ed è meta preferita degli appassionati di birdwatching di tutta Europa. Ospita anche un ricco orto botanico e diverse specie di animali: scoiattoli, vari tipi di rane (dall’italica alla ridibunda) e la particolarissima tartaruga dalle orecchie rosse.

L’Oasi di San Francesco è aperta al pubblico da maggio a settembre dalle 9 alle 12,30 e dalle 16 alle 19.30. In caso di condizioni atmosferiche avverse, l’Oasi rimane chiusa.

Andare in bicicletta sul lago

L’iniziativa “Desenzano Bike”, patrocinata dalla Regione Lombardia, prevede quattro percorsi per gli amanti della biciletta: Lungolago, percorso di 8 km dal centro alla frazione di Rivoltella; Anello Rosso, di 18 km che passa dal sito archeologico di Lavagnone; San Martino, di 6 km che attraversa colline e vigneti; Anello Verde, di 18 km che parzialmente si sovrappone all’Anello Rosso.

Tutti i percorsi prevedono punti di sosta e sono percorribili nel doppio senso di marcia.

Noleggiare un’imbarcazione

Noleggiare una barca per esplorare le coste del lago è un must per i turisti che visitano Desenzano. Gli itinerari possibili sono diversi: navigando in direzione Sirmione, per esempio, si possono ammirare le Grotte di Catullo; proseguendo verso Punta Virgilio si può fare il bagno nella Baia delle Sirene, per costeggiare successivamente la famosa Isola del Garda.

Prenota –> Giro in barca sul Lago di Garda al tramonto

Desenzano sul Garda Come arrivare

In auto si arriva a Desenzano sul Garda dalla A4 (Torino-Venezia), uscita Desenzano: il centro è a circa 3 km.

Per chi vuole raggiungere la città in treno, Desenzano si trova sulla linea Venezia-Milano, la stazione è proprio nel centro della città e vi fermano sia treni regionali che a lunga percorrenza (clicca qui per le migliori offerte).

In autobus, disponibili numerose corse che collegano la città con Brescia: ArrivaItalia, linea LN026 da Brescia a Verona con fermate a Sirmione e Peschiera.

Per chi arriva in aereo, gli aeroporti di riferimento sono: Brescia a 25 km e Verona a 37 KM.

Desenzano sul Garda Cosa e dove mangiare

Molti dei ristoranti di Desenzano sul Garda propongono ai loro clienti preparazioni a base di pesce di lago. Diffusi anche i piatti da cacciagione, in particolare lepre e uccelletti (questi ultimi, cucinati ripieni di formaggi).

Per gustare la cucina di pesce tipica del luogo, la Taverna del Garda è il posto ideale: affacciato sul lago e situato nella pittoresca piazzetta di San Biagio a Rivoltella di Desenzano.

Desenzano del Garda Dove Dormire

Scegliere una sistemazione per alloggiare a Desenzano non è semplice vista la presenza di tantissimi hotel, e B&B. Il lungolago è sempre la scelta preferibile per il panorama straordinario. Diverse le opzioni possibili con vista lago, anche non eccessivamente costose.



Booking.com

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo