Foligno: cosa vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

La bellezza dell’Umbria è innegabilmente legata ai suoi paesaggi naturalistici, verdeggianti e rigogliosi, tanto che è notoriamente soprannominata “il polmone verde d’Italia”.

La Cascata delle Marmore, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e le Fonti di Clitunno sono solo alcuni dei motivi per i quali visitare questa terra che ha dato i natali a personalità come San Francesco d’Assis, il Pinturicchio e il Perugino.

Ci sono poi i borghi, veri gioielli medioevali che incantano con le loro atmosfere antiche e i loro monumenti: tra questi c’è Foligno, la cittadina della provincia di Perugia che sorge nel cuore della Valle Umbra, attraversata dal corso del fiume Topino.
Nonostante sia certamente una meta meno turistica rispetto ad altre città, Foligno conserva un patrimonio storico e artistico davvero notevole e tutto da scoprire.

Consulta qui le migliori offerte di Hotel e B&B a Foligno

Cosa vedere a Foligno

Il centro storico di Foligno si presenta come una finestra aperta su un passato lontano, tra case tipicamente medioevali decorate con bifore, archetti di volta, eleganti porticati e romantici balconcini fioriti. Sono moltissime le cose da vedere a Foligno, quella che secondo una tradizione fantasiosa è il Centru de lu munnu.

Piazza della Repubblica

E’ il cuore di Foligno, il luogo dove San Francesco vendette tutti i suoi averi per ricostruire la chiesa di San Damiano ad Assisi. Vi si affacciano il duecentesco Palazzo Comunale, il Palazzo del Podestà dove un tempo si svolgevano le assemblee popolari e la Cattedrale di San Feliciano risalente all’anno 1113. Si narra che la chiesa sia stata costruita sul luogo del martirio del santo: sulla facciata romanica a fasce bianche e rosse spiccano decorazioni raffiguranti gli Evangelisti, i segni zodiacali e i due busti del Canova. Gli interni progettati dal Vanvitelli ospitano pregevoli opere come due busti di Gian Lorenzo Bernini e un meraviglioso baldacchino bronzeo del Calcioni.

Palazzo Orfini

  • Dove: Piazza della Repubblica (mappa)
  • Quando: aperto le domeniche e i festivi da Novembre a Marzo, dalle ore 10:00 – 13:00 / 16:00 – 19:00. Tra Aprile e Ottobre il museo è aperto il sabato e la domenica dalle ore 10:00 – 13:00/ 16:00 – 19:00.
  • Quanto: Il costo del biglietto è di 4 euro (ridotto 3 euro).

In questo edifico rinascimentale del ‘400 ha sede il Museo della Stampa, una delle attrazioni imperdibili a Foligno. All’interno sono conservate molti reperti e oggetti legati all’editoria e alla produzione della carta nel borgo umbro: tra lunari, almanacchi di Barbanera, epitalami e antichi giornali, spicca la prima edizione della Divina Commedia, stampata nel 1472 da Johannes Numeister, allievo del celebre Gutenberg. Da vedere anche la bellissima Loggia dei Trinci, decorata completamente con affreschi legati alla nascita dei Trinci e contente antichi tipografi del periodo XVI-XIX.

Calamita Cosmica

  • Dove: via Giuseppe Garibaldi 153 (mappa)
  • Quando: visitabile il venerdì dalle ore 16:00 alle 19:00, mentre il sabato e la domenica dalle ore 10:00 alle 13:00 / 15:30 – 19:00.
  • Quanto: 6 euro

La Calamita Cosmica è una delle più famose opere contemporanee d’Italia e si trova all’interno della vecchia Chiesa della Santissima Trinità di Foligno. E’ stata realizzata dal De Domenicis e rappresenta un enorme scheletro largo 4 mt e lungo 25 mt, con un lungo becco d’uccello al posto del naso. Questa opera è stata esposta in tutta Europa, da Parigi a Firenze fino a Milano e a Grenoble e simboleggia l’unione tra terra e cielo, immortalità e mortalità, vita e morte.

Cosa fare a Foligno

Oltre a girovagare semplicemente per le strade e i monumenti più belli di Foligno, è possibile anche fare tour ed esperienze che permettono di conoscere ancora meglio questa splendida cittadina.

Tour della Foligno Medievale a Palazzo Trinci

  • Maggiori dettagli qui

Oltre alla monumentale scala gotica, un tempo esposta all’esterno, si fanno ammirare gli affreschi della Sala Sisto, dell’adiacente Cappella con scene della vita della Vergine e della Loggia, dove è illustrata la fondazione di Foligno e di Roma. Nella Sala delle Arti Liberali e dei Pianeti spicca la raffigurazione in particolare dell’Età dell’Uomo, mentre nella Sala dei Giganti si scorgono i volti di eroi come Traiano e Romolo.

Abbazia di Sassovivo

Sorge appena fuori da Foligno, alle falde del Monte Aguzzo, immerso tra fitti lecci secolari. Questo monastero benedettino risale al 1082 ed è stato voluto da Mainardo, per poi essere completato nel ‘200 dall’abate Niccolò. Bellissimo il chiostro, con i resti di affreschi tra i quali si riconosce una Vergine col Bambino in una lunetta. Il refettorio è invece affrescato con l’ultima Cena, realizzata nel 1595.

Cascate del Menotre

Sorgono a poco meno di 10 km da Foligno, nel cuore della Valle del Menotre: spettacolari sono i due salti di questa meraviglia acquea, totalmente immersa nella vegetazione e raggiungibile attraverso un sentiero che parte dalla località di Belfiore.

Foligno: come arrivare

Per raggiungere Foligno in macchina da nord bisogna percorrere l’Austostrada del Sole (A1) e uscire per Valdichiana, proseguendo poi lungo la Superstrada E45 fino all’uscita per Foligno. Da sud invece, dopo aver percorso l’A1 fino ad Orte, bisogna seguire la Superstrada in direzione Spoleto e Foligno.
L’Aereoporto più vicino è il San Francesco d’Assisi a Perugia, distante 45 km, dal quale si può raggiungere la cittadina in autobus o taxi.
In treno, passano per Foligno la linea ferroviaria Roma-Firenze e quella adriatica Ancona-Foligno. Clicca qui per i biglietti in offerta.

Foligno: cosa e dove mangiare

Tra i piatti tipici di Foligno ci sono i primi piatti a base della pasta fresca Umbrichelli e Stringozzi, condite con sugo ci cacciagione, oppure la Pasta al Rancetto a base di maggiorana e pancetta. Da assaggiare la Torta al Testo, la Parmigiana ai Goggi e la Faraona alla Leccarda a base di fegatini di pollo. Tra i dolci tipici di Foligno ci sono il Torcolo e la Rocciata, molto simile a uno strudel con pinoli, uva e mele. Il tutto si può innaffiare con il Rosso di Montefalco e il Sagrantino.
Nel cuore del centro storico si trova Cuccugnai Foligno, una trattoria dove poter scoprire e degustare i piatti tradizionali della città, approfittando anche della ricca Carta dei Vini presente grazie alla fornitissima enoteca presente.
In Piazza Duomo si trova invece la Norcineria Massatani 1913, il luogo ideale per gustare tutti i salumi tipici di Foligno, a partire dal ciamusco, da accompagnare con un bicchiere di vino rosso locale.

Foligno: dove dormire

Tra tutte le città dell’umbria, Foligno è certamente quella più economica, che permette di soggiornare con un rapporto qualità-prezzo ottimo. Ci sono molte strutture ricettive, dagli alberghi a conduzione famigliare, agli hotel più eleganti fino alle case-vacanze e ai B&B. C’è la possibilità di soggiornare proprio nel centro di Foligno, con tutte le principali attrazioni e monumenti a portata di mano, raggiungibili senza la necessità di prendere l’automobile.
Chi preferisce la tranquillità della natura umbra può optare per gli agriturismi, appena fuori da Foligno e a due passi dalle bellezze naturalistiche del perugino.

Booking.com

Tags:

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Sviaggiare.it
Logo