Bucarest: tutte le cose da vedere e fare, le migliori attrazioni ed esperienze

Bucarest, capitale della Romania, è una delle mete europee che sta registrando il maggior afflusso di turisti rispetto agli anni passati. Merito di tante cose da fare e da vedere che rendono questa città unica. Ecco una piccola guida a ciò che non si può perdere per chi visita Bucarest, senza dimenticare che dalla città è anche facile raggiungere la Transilvania per vedere i vari castelli medievali (tra cui quello di Dracula!).

Clicca qui per le migliori offerte di Hotel e B&B a Bucarest

Cosa vedere a Bucarest e dintorni

Il Palazzo del Parlamento

palazzo parlamento bucarest

Il Palazzo del Parlamento è un edificio molto imponente che misura oltre 350mila metri quadrati. Oltre ad essere tutt’oggi la sede del Parlamento rumeno è anche uno degli edifici più grandi del mondo, progettato da oltre 80 architetti. La realizzazione della struttura risale agli anni Ottanta e oggi conta oltre mille stanze, tutte riccamente decorate con marmi e stucchi oltre a bellissimi lampadari dell’Ottocento. Per una visita guidata completa di questo imponente palazzo saltando code e attese è possibile prenotare qui.

Orari: il Palazzo del Parlamento è aperto tutti i giorni da Marzo a Ottobre dalle 9 alle 17 (con ultimo tour in partenza alle 16.30); da Novembre a Febbraio dalle 10 alle 16 (con ultimo tour in partenza alle 15.30).

Piata Revolutiei o Piazza della Rivoluzione

La storia travagliata del Paese ha visto spesso il popolo scendere in piazza per protestare. Plata Revolutiei, anche conosciuta come Piazza della Rivoluzione, è uno dei luoghi simbolo di questa combattività insita nel cuore dei rumeni. Al centro della piazza, che fu edificata nel cuore del quartier generale del partito comunista, è stato costruito in anni più recenti il Memoriale della Rinascita. Si tratta di un grande cono di marmo che svetta in alto e che è il simbolo della fine di un periodo molto buio della nazione e della sua lotta incessante per emergere dall’oscurantismo. La piazza può essere visitata all’interno del tour dedicato al centro della città.

Parcul Herastrau

Questo bellissimo ed enorme parco si trova nella zona più a nord di Bucarest. È molto amato dai rumeni perché al suo interno si possono organizzare picnic e anche gite in barca vista la presenza di un laghetto artificiale. All’interno del parco ci sono molte zone dedicate a chi ama fare sport ma una delle attrazioni principali è sicuramente il Muzeul Satului, ossia il museo etnografico che ripercorre la storia del Paese. Molto amata dai bambini la riproduzione di un villaggio rumeno antico, realizzato in scala reale con tantissimi dettagli e numerose casette in legno che sono interamente visitabili. Per una visita guidata clicca qui.

Orari di apertura: il lunedì dalle 9.00 alle 17.00 e dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00;

La città vecchia di Bucarest

Il centro antico di Bucarest si snoda intorno a Via Lipscani, una stradina piena di botteghe artigiane e locali di cucina tipica e di musica rumena. Il centro più antico della città è molto diverso dalla parte moderna che risale al Novecento. Qui gli edifici sono bassi e dai tetti spioventi, le stradine strette e acciottolate e ovunque si respira un’aria davvero particolare e molto suggestiva. È possibile scoprire le bellezze storico-architettoniche della città vecchia di Bucarest con questo tour guidato che si svolge interamente a piedi che vi porterà alla scoperta degli angoli più inediti.

La Cattedrale Patriarcale

La Cattedrale Patriarcale è in realtà la chiesa dedicata ai santi Elena e Costantino. Si trova in pieno centro storico a Bucarest ed è una struttura risalente al Seicento, di culto ortodosso, punto di riferimento per la fede del popolo rumeno. I suoi interni sono riccamente adornati con affreschi, statue e decori, mentre la facciata esterna presenta numerosi mosaici nei quali spicca la presenza dell’oro. La Cattedrale Patriarcale di Bucarest, sia nella parte interna che in quella esterna, può essere visitata con un tour personalizzato con guida prenotatile qui.

Il Museo Nazionale d’arte Romena

Il Museo nazionale d’arte Romena è uno dei più importanti della città di Bucarest e dell’intera nazione. Al suo interno sono ammirabili non solo tantissime opere di artisti locali ma anche alcuni capolavori dell’arte pittorica mondiale come i dipinti di Claude Monet. Inoltre la galleria di dipinti comprende opere realizzate dal Medioevo fino all’Ottocento e comprende ritratti, paesaggi, opere astratte. Il museo merita una visita anche solo per ammirare il bellissimo edificio nel quale è ospitato che è il Palazzo Reale, in stile neoclassico, realizzato nei primi anni dell’Ottocento.

L’Arco di Trionfo

Nel 1878 fu edificato l’Arco di Trionfo interamente in legno per suggellare la conquista dell’indipendenza rumena. Fu scelto il legno poiché l’edificazione fu molto veloce per consentire alle truppe vittoriose al loro ritorno di poter passare al di sotto dell’arco. Distrutto per un incendio ne fu costruita una seconda versione dopo la prima guerra mondiale ma anche questa seconda versione fu smantellata dopo qualche decennio. Infine nel 1935 fu progettato e poi realizzato quello attualmente visibile, completamente in marmo, sull’esempio del più celebre arco parigino.

Piata Obor e il mercato

Per gli amanti dei mercatini e dell’atmosfera genuina che vi si respira, imperdibile un giretto a Piata Obor con l’omonimo mercato, uno dei più antichi e dei più forniti di tutta Bucarest. Le prime testimonianze del mercato si hanno fin dal XVII secolo ma la struttura che ospita oggi la parte delle bancarelle è di fattura più recente e risale al Novecento. Oggi questo luogo, molto amato sia dai cittadini di Bucarest che dai tantissimi turisti che lo affollano, è il posto ideale dove si possono trovare tantissimi cibi tipici rumeni ma anche prodotti di artigianato, vecchi vinili, cimeli di epoca comunista e molto altro ancora. Nella parte allo scoperto, infine, c’è anche il mercato dei fiori.

L’Ateneul Roman

Questa struttura può essere considerata il tempio della musica classica rumena. L’edificio ha una forma circolare molto caratteristica e un aspetto neoclassico tipico dell’architettura romena dell’Ottocento, epoca nella quale è stato costruito su progetto dell’architetto francese Albert Galleron. Nella sala principale dell’edificio, quella dedicata ai concerti, è presente un affresco di enormi dimensioni realizzato da Costin Petrescu che illustra la storia della Romania. Molto bello anche il piccolo parco che si trova proprio di fronte all’ingresso principale. In quest’area verde è custodita la statua di Mihai Eminescu, un poeta rumeno molto amato e conosciuto.

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento