Coltivazioni di lavanda in Italia: dove vedere le splendide fioriture

Siete amanti della lavanda? Oltre al profumo, amate anche l’effetto visivo di quelle splendide fioriture blu che caratterizzano questa siepe?

Dovete sapere che non è necessario andare per forza in Provenza per assistere a questo fenomeno vegetativo. Esistono percorsi ed itinerari molto interessanti anche qui in Italia! Dislocato tra colline, montagne e campi selvaggi, il fiore dalle mille virtù terapeutiche cresce rigoglioso anche nel Bel Paese.

La lavanda, ad esempio, cresce spontaneamente su Alpi e Appennini, tra i 300 e i 1000 metri. Esistono anche campi estesi, mantenuti da aziende agricole e agriturismi, che dalla pianta ottengono oli essenziali, cosmetici o che la utilizzano per scopi alimentari.

Ricordate che la fioritura della lavanda è visibile a partire dalla tarda primavera.

Coltivazioni di lavanda in Piemonte

Iniziamo dal Nord. In Piemonte la lavanda è molto diffusa, e possiamo individuare tre o quattro zone d’eccellenza.

Innanzitutto in Monferrato, a Ponti, dove sorge l’Azienda Blengio, che si occupa della produzione biologica della lavanda, e che mette a disposizione delle camere prenotabili con vista sui campi.

Nel Cuneese, Sale San Giovanni è un altro dei luoghi dove si possono trovare campi viola in fiore. È chiamata anche “la Provenza d’Italia” con lunghe file di lavanda accarezzate dal vento accanto ad un paesino arroccato di poco più di 160 abitanti.

Proprio accanto trovate Demonte, in Valle Stura, dove si estendono i prati di “izòp”, come viene chiamata la lavanda in lingua occitana. In questa zona, per oltre un secolo, la lavanda ha dato lavoro a gran parte degli abitanti. Qui trovate ancora l’antica vecchia distilleria Rocchia famosa per la produzione di olio essenziale. Per ammirare al meglio i campi fioriti, invece, è bene andare sulla statale 21 tra Borgo San Dalmazzo e Collo della Maddalena.

Trova le migliori offerte di Hotel e B&B a Demonte

Anche nella Val di Gesso, verso Andonno, la lavanda cresce ancora spontaneamente aggrappata ai pendii baciati dal sole, e viene celebrata annualmente con un festival che si tiene a luglio.

Coltivazioni di lavanda in Liguria

Anche in Liguria non mancano gli eventi che celebrano la fioritura della lavanda. Nel mese di luglio non perdete la festa a Colle di Nava. Sempre a luglio si tiene anche la festa nella città di Taggia in vista della raccolta della lavanda e della festa dedicata a Santa Maria Maddalena, che secondo la tradizione si rifugiò proprio nei boschi intorno a Taggia durante il viaggio in direzione della Provenza.

Trova le migliori offerte di Hotel e B&B a Taggia

Non perdete, in quel di Carpasio, il Museo della Lavanda, il primo d’Italia che racconta la storia locale e della coltivazione della lavanda. Qui troverete il Giardino delle Lavande con 30 tipologie di piante. Per info e visite visitate il sito ufficiale.

Coltivazioni di lavanda in Emilia Romagna

In provincia di Ravenna, a Casola Valsenio,potrete ammirare e conoscere 20 diverse varietà di lavanda all’interno del Giardino delle Erbe. Qui, nel mese di luglio si organizzano eventi ad hoc, come la notte viola e la giornata della lavanda. Dopo una sosta nel borgo, partite alla scoperta della Strada della Lavanda, che risale tutto il versante della valle.

Trova le migliori offerte di Hotel e B&B a Casola Valsenio

Coltivazioni di lavanda in Friuli Venezia Giulia

Nel bellissimo borgo di Venzone (provincia di Udine) troverete il Palazzo della Lavanda, un edificio completamente dedicato a questa meraviglia naturale, dove potrete ammirare laboratori e lavandeti e acquistare prodotti e saponi a base di lavanda. Nel mese di agosto la lavanda si celebra per le strade della città con carri e mercatini viola. Per informazioni visitate il sito ufficiale.

Coltivazioni di lavanda in Toscana

La lavanda è rigogliosa in piena Maremma. Oltre a Civitella Marittima e ai Colli Senesi, potete trovare la pianta anche sulle colline di Fonterutoli, a circa 600 metri di altitudine in piena valle del Chianti. Anche in Toscana si trovano numerosi agriturismi e aziende agricole che coltivano i fiori blu, dato il clima e il terreno adatti.

Coltivazioni di lavanda nel Lazio

Forse non tutti sanno che la Tuscia è una delle regioni più grandi per la produzione di lavanda biologica. Se passate da queste parti tra fine giugno e i primi di luglio, fermatevi a Tuscania! La città celebra ogni anno la festa della lavanda. Perdetevi ad ammirare lo spettacolo dei campi in fiore dall’alto della spettacolare Abbazia di San Giusto, il luogo migliore da visitare durante una gita in zona.

Trova le migliori offerte di Hotel e B&B a Tuscania

Facci sapere cosa ne pensi

Lascia un commento